2016, nuovo record di sbarchi: in Italia oltre 180mila migranti

I dati della fondazione Ismu: ottobre il mese nero per gli arrivi sulle coste italiane

Nel 2016 l'Italia ha segnato un nuovo record di sbarchi di migranti. Lo rivela l'Ismu secondo cui sono stati 181.436 gli arrivi via mare registrati nell’anno. Più di quanti registrati nel 2014 (oltre 170mila arrivi) e nel 2015 (quasi 154mila).

Secondo i dati della Fondazione di via Copernico, complessivamente rispetto all’anno precedente gli sbarchi nel nostro Paese sono aumentati del 18%. Con punte di arrivi giornalieri molto consistenti, il mese di ottobre scorso ha registrato il numero più elevato di sbarchi dall’inizio dell’anno (oltre 27mila arrivi). I dati annuali evidenziano inoltre il primato dell’Italia pernumero di sbarchi nel Mediterraneo: degli oltre 361mila migranti giunti viamare in Europa la metà è approdata sulle coste italiane, il 48% deglisbarchi è avvenuto in Grecia (174mila arrivi), mentre sono stati 8.826 imigranti sbarcati in Spagna.

Nei primi dieci mesi del 2016, precisa inoltre Ismu, sono state presentate in Italia oltre 98mila domande di asilo, il numero più altro registrato negli anni. Nell’85% dei casi le domandesono presentate da uomini; 4.168 le richieste fatte da minori stranieri nonaccompagnati. Circa un terzo dei richiedenti proviene da due Paesi: Nigeria (oltre 20mila domande in dieci mesi) e Pakistan. Nello stesso periodo le Commissioni Territoriali hanno esaminato 76mila domande, e per ben il 62,5%dei casi l’esito è stato negativo (nel 2015 la percentuale di dinieghi èstata del 39%). Nel corso del 2015 le richieste in Italia sono state 84mila, un terzo in più rispetto all’anno precedente.

Commenti
Ritratto di cape code

cape code

Gio, 05/01/2017 - 22:39

180mila migranti??? Ma voi avete fatto un giro per le citta' ?? I negri sono ovunque, mai vista una cosa del genere nemmeno in Inghilterra. Come ho detto e ripeto il governo ci nasconde tutto su quanti ne arrivino veramente, ma basta guardarsi in giro. Bastardi sinistrati.

Keplero17

Gio, 05/01/2017 - 22:49

Il nuovo piano sui cie è da respingere al mittente. Si tratta di una proposta che viene dalla sinistra che non presenta criteri di fattibilità. Non possono essere frammentati sul territorio perché in tal modo si incentiverebbe nuova migrazione. Più sensato sarebbe concentrare l'immigrazione nelle regioni rosse, specialmente in Emilia Romagna e Toscana. In queste due regioni dovrebbero essere collocati tutti i migranti. Questa è l'unica strada perseguire, perché il governo di sinistra deve essere in sintonia con le regioni che votano a sinistra e che vogliono pertanto i migranti. In queste due regioni i migranti sono richiesti dalla popolazione ed è giusto mandarli solo in queste.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 05/01/2017 - 23:02

Questi sono i numeri dichiarati. Poi ci sono tutti gli altri, i veri clandestini. Vedo tutte le città piene. Sono parecchi milioni in tutta Italia, altro che 180 mila. Ogni anno aumentano a dismisura.

mich123

Gio, 05/01/2017 - 23:19

Guerre, esplosione demografica, cambiamenti climatici, carestie, desertificazione. L'invasione della ricca Europa avrebbe dovuto cominciare con l'inizio dell'evaporazione del mediterraneo. Siamo in anticipo di qualche millennio.

manfredog

Ven, 06/01/2017 - 00:37

..Be', almeno in qualcosa eccelliamo..!! mg. p.s.: e celiamo, invece, un po' più che qualcosa; sui numeri..eh..!!

piardasarda

Ven, 06/01/2017 - 02:48

che politici!!!! azioni compiute da cosiddetti esperti in politica senza considerare le ricadute, guerra contro Gheddafi (ciò che disse si è realizzato in pieno), "mare nostrum" doveva fermare il numeri dei morti in mare, li ha decuplicati. proprio grandi uomini!!!

Pensobene

Ven, 06/01/2017 - 05:15

@Leonida55 Concordo con quanto dice. Anche secondo me le cifre dichiarate riguardano solo quelli raccolti in mare. Ma quanti sono quelli che entrano in Italia via mare o via terra in maniera del tutto clandestina? Comunque negli ultimi tre anni si supera il mezzo milione di arrivi dichiarati. Se continua così, con un trend in crescita, nel 2020 arriveremo a 1,5 milioni. Alle prossime elezioni sappiamo per chi non votare.

Iacobellig

Ven, 06/01/2017 - 07:16

RESPINGERLI SUBITO E RIPORTARE DA DOVE SONO VENUTI QUELLI RICOVERATI NEI CENTRI ITALIANI. LA VALUTAZIONE DI ASILO VA FATTA IN CENTRI ALL'ESTERO NON IN ITALIA. IN SOSTANZA DOVREBBERO PARTIRE SOLO QUELLI REGOLARI E CHE HANNO CONTRATTI DI LAVORO.

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Ven, 06/01/2017 - 07:56

@cape code- hai ragione, 180mila saranno solo a Milano, ornai una casbah. Certo che il governo renzi ci ha regalato mezzo milione di clansestini, renzi il devastatore dell'Italia, peggio di Attila. Mai più.

guerrinofe

Ven, 06/01/2017 - 08:29

PIU QUELLI degli anni prima, ma sono il nostro parafulmine contro il terrorismo. Non tagliano il ramo dove sono impunemente seduti. Finche' esiste tolleranza e inpunibilita ne conntrolli ne sanzioni possiamo stare tranquilli.

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 06/01/2017 - 09:46

Coop e onlus ringraziano.