A8, si lanciano dall’auto in corsa per sfuggire ai controlli

La Polizia stradale di Busto Arsizio impegnata in un servizio di vigilanza sull’A8 aveva intimato al guidatore di una Ford di accostare, ma lui e i due passeggeri hanno abbandonato la macchina, hanno attraversato la carreggiata e si sono dileguati

Nella notte del 9 aprile il personale della Polizia stradale di Busto Arsizio (Varese) impegnato in un servizio di vigilanza sull’Autostrada A8 ad Arese (Milano) ha notato una Ford Ecosport che procedeva in modo irregolare e che presentava gravi danni alla carrozzeria e alla fanaleria, indice di un recente sinistro.

Gli agenti, volendo effettuare un controllo, hanno intimato al conducente di accostare. Quest’ultimo ha rallentato bruscamente, ma si è portato sulla quarta corsia, quella di sorpasso.

Poi l’impensabile: il guidatore e i due passeggeri si sono lanciati dal veicolo in corsa, hanno scavalcato il new jersey in mezzo all’autostrada e hanno attraversato la carreggiata opposta prima di dileguarsi nell’area industriale accanto alla via di comunicazione.

L’automobile intanto ha proseguito il suo tragitto con la marcia inserita finchè dopo un lungo tratto non ha sbattuto contro il guard rail posto al margine destro del lato opposto della carreggiata.

Considerata la pericolosità della macchina, priva di controllo, i poliziotti hanno pensato in primo luogo alla sicurezza della circolazione e all’incolumità degli altri viaggiatori, rimanendo dietro la Ford fino al termine della sua marcia.

Stabilizzata la situazione, gli uomini della Polizia stradale hanno verificato che il veicolo era stato rubato a Verbania e che le targhe appartenevano ad un mezzo di tipo diverso, intestato ad una persona residente in provincia di Vicenza.

Nell’abitacolo hanno trovato una busta contenente 40 cellulari, nuovi e usati, un registro cassa, 5 cover e cavi vari, oltre ad un borsone con strumenti da scasso. Il materiale è stato restituito al negozio di Villa Guardia (Como) da dove era stato rubato mentre la Ford è stata trasportata nel deposito di un soccorso stradale autorizzato in attesa che la persona che aveva sporto denuncia la recuperi.