"Furti in negozi romani", marocchino già libero

Il pm ha deciso di liberarlo ritenendo che non ci fossero gli estremi per una misura cautelare

Per i carabinieri di Alessandria (e le commesse) non ci sono dubbi: è lui, un marocchino di 35 anni, il ladro in bicicletta che da gennaio ha svaligiato una serie di negozi in corso Roma. Accusato di 17 colpi, è già fuori. Anzi, in carcere, per l’ultimo furto, non c’è neppure andato: arrestato dai carabinieri, poi subito liberato in tribunale. Un curriculum formato lenzuolo, il suo: il 28 febbraio da Tally Weijl si è portato via 100 euro di camicie, il 9 marzo si è impossessato di 10 paia di pantaloni per un valore di 300 euro, il 15 marzo è tornato da Terranova, negozio di moda per ragazzi che aveva "visitato" già 11 volte da gennaio per un danno complessivo di 1400 euro, il 25 marzo da Pimkie ha rubato giubbotti da donna (90 euro), il 4 aprile altro furto da Tally Weijl: 7 paia di jeans per 210 euro.

I militari della compagnia di Alessandria hanno organizzato anche servizi in borghese tra i negozi per riuscire a smascherarlo: era difficile bloccarlo, perché fuggiva sempre in bicicletta, che lasciava parcheggiata nelle traverse di corso Roma. Ma alla fine ce l’hanno fatta e l’hanno sorpreso all’uscita di un supermercato, lontano dal centro. Era appena stato al Penny Market: un addetto alla vigilanza si è accorto del furto e l’ha bloccato nella zona delle barriere che si aprono in automatico quando entra qualche cliente. Stava cercando di superare il dispositivo antitaccheggio con tre paia di scarpe appena rubate (90 euro il valore). I militati l’hanno arrestato per tentato furto aggravato.

Ma, sorprendentemente, il pm ha deciso di liberarlo ritenendo che non ci fossero gli estremi per una misura cautelare, nonostante gli accertamenti dei militari e il riconoscimento da parte delle commesse di corso Roma, per le quali era diventato un incubo.

Commenti

VESPA50

Ven, 08/04/2016 - 10:36

Quando sento queste cose davvero avrei voglia di sputare addosso a questi giudici. Ecco perchè in questo schifo di paese si sta riversando tutta la feccia di mezzo mondo, perchè sanno che da noi chi delinque in un modo o nell'altro la fa sempre franca. Ma vi rendete conto? 17 furti e tanto impegno da parte dei Carabinieri per acciuffarlo e non fa nemmeno un giorno di galera...mi viene voglia di vomitare (addosso al giudice)

il corsaro nero

Ven, 08/04/2016 - 10:39

Siamo in Italia e lui è una risorsa boldriniana che ci pagherà la pensione!

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 08/04/2016 - 10:42

Scusate ma è possibile includere nei Vs. articoli il Nome e Cognome del PM incaricato.??? Grazie

istituto

Ven, 08/04/2016 - 10:42

Questo fatto mi ricorda ciò che disse molti anni fa un magrebino che vendeva sigarette di contrabbando in Italia ad un mio amico. Sapete perché veniamo qui da voi in Italia ? Perché da noi per il contrabbando ci tagliano le mani, voi fate BLA BLA BLA. E facciamo BLA BLA bla perché abbiamo giudici di SINISTRA ed un Governo di SINISTRA ch consentono agli immigrati e ai CLANDESTINI di fare quello che vogliono.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 08/04/2016 - 10:47

Sommiamo il valore degli oggetti rubati, il tempo speso dalle guardie, quello dei giudici, calcoliamo il costo degli spazi usati per star dietro a sta storia e lo stress di chi viene rapinato. Ecco, io se uno mi dicesse che vuol costruire una galera dove chi commette reati va e lavora fino a risarcimento di tutti, vitto incluso, sarei felice. Mi andrebbe bene pure se invece della galera lavorasse fuori ma pagasse. Invece paga solo chi ha i soldi. Per i ricconi la giustizia ha un prezzo, gli altri ci fanno cose sopra.

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 08/04/2016 - 10:49

Questo pm ha un nome e cognome o è ub altro magistrato figlio di ignoti?

evuggio

Ven, 08/04/2016 - 10:53

credo che ORMAI NON CI SIA PIU SPERANZA DI RISANARE QUESTO PAESE visto che sono i magistrati a fare "il bello e cattivo tempo" con le loro sentenze che sempre più frequentemente non hanno nulla a che vedere con il pensiero del POPOLO ITALIANO in nome del quale le emettono. Quando l'Italia si sarà svuotata dalla gente che vuole semplicemente VIVERE e l'ISIS imperverserà speriamo che loro rimangano e raccolgano i loro frutti.

Mechwarrior

Ven, 08/04/2016 - 11:00

non hanno depenalizzato il furto?

maurizio50

Ven, 08/04/2016 - 11:05

La musica è sempre quella. Il governo di sinistra si alimenta tenendo in libertà farabutti e delinquenti che dovranno votare per il PD! La magistratura connivente affossa il lavoro delle Forze dell'ordine e rimette in libertà le canaglie che infestano le strade d'Italia: governo e magistratura sono complementari nella distruzione del Paese!!!!!

vince50_19

Ven, 08/04/2016 - 11:07

La colpa, in ultima analisi, risale a leggi a volte poco chiare e spesso "interpretate anche secondo convinzioni personali". Quindi la responsabilità ricade TUTTA sull'organo che legifera: il PARLAMENTO. E poi a che serve parlare di severità nelle leggi se non ci sono sufficienti posti detenzione (ce ne vorrebbero almeno il triplo di quelli attualmente disponibili, circa 45mila)? Siamo sempre al solito discorso: si fanno leggi che all'apparenza sono dure,poi ammorbidite da sconti di pena. Togliere quest'ultimi e aumentare i posti detenzione; sono sicuro che finirà certa pacchia per chi sa che in Italia in galera ci vanno pochi e per poco tempo. A parte certi delitti efferati, altrimenti il caos qui regnerebbe sovrano.

billyserrano

Ven, 08/04/2016 - 11:15

Mi sembra giusto metterlo in libertà, gli si negherebbe la possibilità di svolgere la propria attività (quella di ladro),con il quale si procura da vivere. E poi, se non ci fossero ladri e criminali, sai quanti disoccupati in Italia tra avvocati e giudici. é anche un modo con il quale i giudici si procurano del lavoro.

Beaufou

Ven, 08/04/2016 - 11:22

"...era difficile bloccarlo, perché fuggiva sempre in bicicletta...". Òrcocàn, bloccare uno in bicicletta è un'impresa, òspio! Un po' come bloccare un mezzo corazzato anfibio, per dire, ci vogliono le mine anticarro, i bazooka, i missili terra-terra...Se poi la bicicletta è caricata a giubbotti da donna, a posto, siamo: non ce n'è per nessuno. Ahahah. Giulia, ma lei voleva scrivere un pezzo di cronaca o le piace la comicità surreale? Ri-ahahah.

Rossana Rossi

Ven, 08/04/2016 - 11:22

e lo schifo continua..........

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 08/04/2016 - 11:23

in Paraguay, Stroessner, per contrastare la dilagante ondata di microcriminalita' aveva istituito un corpo para-militare di ex poliziotti e soldati. si muovevano a bordo di berline nere. d'un tratto tutti gli spacciatori, drogati, ladri e rapinatori sparirono (dove, non si sa, li stanno ancora cercando)

aronne1956

Ven, 08/04/2016 - 11:33

Mi associo a quanto scritto da semperfideis. Redazione pubblicate i nomi di questi deficienti.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Ven, 08/04/2016 - 11:51

Si sa che per i komunisti chi ruba agli altri non è reato.

yuri888

Ven, 08/04/2016 - 11:59

Sogno che tra non poco ci sia un governo che nel suo primo anno di vita facesse pulizia, incriminando e condannando chi in politica e magistratura si sia reso colpevole di tolleranza, buonismo, indulgenza nei confronti di delinquenti di tutte le specie. Una nazione vivrebbe molto meglio e risparmierebbe miliardi eliminando semplicemente incapaci e deficienti che stanno nei poteri forti.

Ritratto di acroby

acroby

Ven, 08/04/2016 - 12:03

"la protezione delle differenze tra gli esseri umani e dei diritti delle minoranze, specialmente dei diritti degli immigrati e dei meno abbienti, in una prospettiva di emancipazione sociale dei più deboli" Art 2 statuto magistratura democratica. Con giudici così non avremo mai sentenze eque.

pagu

Ven, 08/04/2016 - 12:10

se possibile anche l'indirizzo di residenza...

bjelka68

Ven, 08/04/2016 - 12:12

Spiegatemi perche qui in Slovakia hanno preso un ladro che rubava nelle baite in montagna cibo in scatola e essendo recidivo ha preso dopo un processo velocissimo 3 anni di carcere (e li fara tutti) mentre in Italia sempre quello che ci rimette è il cittadino, siamo una vergogna!

Una-mattina-mi-...

Ven, 08/04/2016 - 12:21

E DOPO CI DICONO CHE I FURTI VANNO sempre denunciati, di fidarsi della giustizia, che non deve esistere il faidate... ed infatti esiste il faiperloro illimitato

Albius50

Ven, 08/04/2016 - 12:51

Un consiglio ai ladri NOSTRANI(italiani) andare in Tunisia e rientrare con un barcone però attenzione alla lingua, a questo punto puoi delinquere in assoluta LIBERTA' non ti capiterà nulla.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/04/2016 - 13:03

Non sono errori questi... è una strategia precisa questa. La magistratura, il potere più corrotto che c'è in Italia, serve il potere massonico che vuole trasformare l'Europa nel caos.

piero calca

Ven, 08/04/2016 - 13:12

Secondo me si tratta di ordini che vengono dall'alto : la UE ha minacciato una procedura di infrazione per le carceri troppo affollate ? Benissimo , liberalizziamo il furto.

ziobeppe1951

Ven, 08/04/2016 - 13:18

Le preziose risorse vanno comunque tutelate e protette

grazia2202

Ven, 08/04/2016 - 13:20

ma in galera dovrebbero starci Orlandi e Angelino così imparano ... a giocare. visto che le cose per cui ricevono lo stipendio non le sanno fare.

momomomo

Ven, 08/04/2016 - 13:29

Esatto come diceva "il corsaro nero" poc'anzi: la "risorsa", siccome dovrà pagarci la pensione, si è dato da fare, per mettere qualche soldo d'apparte....

risorgimento2015

Ven, 08/04/2016 - 13:56

Vogliamo I nomi indirizzi nummero di telefono dei giudici magistrate avvocati ,traditori dell'italia !

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/04/2016 - 14:13

Gli errori non sono più tali se sono a catena. Come le eccezioni non sono tali se avvengono in maniera sistematica. La magistratura obbedisce a logiche imposte dai poteri forti. L'ANM è del resto un organo sovversivo che fa politica. Ci sono più massoni tra magistrati e preti oggi che nella già oscena politica.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/04/2016 - 14:15

Il Piano Kalergi è palesemente declinato non solo nell'invasione e relativo genocidio per via demografica ma anche nella riduzione degli europei nativi a cittadini di serie B.

Raoul Pontalti

Ven, 08/04/2016 - 14:47

Qui commentano anche i bananas che si interrogavano scandalizzati sulla detenzione del biondino di Mapello sfornando interpretazioni approfondite del codice di procedura penale che nemmeno in sentenze della Cassazione si riescono a rinvenire in quanto a puntualità di analisi e concettuosità degli assunti. Rispolverino costoro i loro stessi scritti e li applichino al caso in questione, tenendo altresì conto che siamo in presenza di un volgare ladro e non di un (presunto) assassino.

Cheyenne

Ven, 08/04/2016 - 15:25

come si son permessi di arrestare una risorsa sboldriniana ?

tonipier

Ven, 08/04/2016 - 15:45

" PER RESTARE NELLE PATRIE GALERE BISOGNA ESSERE PURI ITALIANI"Ogni popolo ha i giudici che si merita, accontentiamoci.

Blueray

Ven, 08/04/2016 - 16:34

Che la legge non sia uguale per tutti ce ne eravamo accorti da un pezzo. Che con clandestini ed immigrati, nelle aule giudiziarie, ne succedessero di tutti i colori anche. I meandri della protezione internazionale sono imperscrutabili per il cittadino comune. Ecco quello che manca è solo di capire chi o che cosa influenza le sentenze della magistratura. Sembra si stia formando tra l'altro una nuova scuola figlia della depenalizzazione globale. Se i reati minori vengono depenalizzati ci saranno solo sanzioni amministrative che gli italiani, in genere, pagheranno, i clandestini no. Che ci si sia dimenticati di prevedere la reclusione equivalente al mancato pagamento della sanzione amministrativa?

Giorgio Rubiu

Ven, 08/04/2016 - 17:00

Ho appena fatto domanda per assumere la cittadinanza marocchina. Appena l'avrò ottenuta comincerò a vivere di furti e (visto che ci sono) anche di spaccio

Raoul Pontalti

Ven, 08/04/2016 - 17:03

@Blueray: premesso che il reato di furto non è stato depenalizzato, premesso altresì che il reato di clandestinità così come concepito dagli olgettin-leghisti si risolveva in una sanzione pecuniaria per quanto salata che il clandestino non oblava ma comportava processo penale con pagamento degli emolumenti a giudice di pace e avvocato d'ufficio, va detto che nella vicenda in questione non si è avuta alcuna sentenza ma soltanto la non adozione di provvedimenti cautelari a seguito della denuncia dei carabinieri. La sentenza seguirà a tempo debito e si spera non sia lieve. Precisato che nei casi precedenti non si poteva procedere al fermo e all'adozione di misure cautelari per la decorsa flagranza, in questo caso la flagranza c'era tutta ma le nuove norme sulla custodia cautelare tese a salvaguardare i ladri di regime avvantaggiano anche i ladruncoli di siffatta taglia.

guardiano

Ven, 08/04/2016 - 17:52

Mi chiedo il PM ha la competenza di liberare o incarcerare una persona senza il parere del GIP.

Massimo Bocci

Ven, 08/04/2016 - 18:07

Non volavate mica che il PM??? Il PM Chi??? Interrompesse una si fruttuosa attività, che serviva al MESCHINO, a scusate al MAROCCHINO, per farsi i CAZ...ZI propri,ho è venuto a posta INVITATO,MORTAZZA....quindi un ospite,e voi non vorrete trattare male un ospite, poi se ne prende a male e va a rubare da un altra parte???? Speriamo nella casa del PM, il CORREO!!!!

Reziario

Ven, 08/04/2016 - 18:17

Effetto dei decreti di depenalizzazione per reati con il massimo della pena sotto i 5 anni, voluti da Renzi. Il giudice può scegliere se mantenere in arresto comunque il delinquente, ma ovviamente, lo lascia sempre andare, potendo sfruttare la legge depenalizzazioni. Ricordatevelo alle prossime elezioni. PS: vorrei che i Carabinieri, al prossimo fermo, mettessero in tasca della risorsa, una manciata di bossoli 9 parabellum ed una bustina di eroina. Cosi almeno, potranno tenerlo nel gabbio e il giudice e le nostre leggi a misura di chi delinque, se la pigliano in saccoccia.

moshe

Ven, 08/04/2016 - 18:41

... ... ... non posso esprimermi, verrei incarcerato al posto del bastardo

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 08/04/2016 - 19:03

Figurati quando il marocchino telefona a parenti e amici al suo paese... ho svaligiato diciassette negozi, preso centinaia di capi di vestiario, come risultato mi hanno dato un cappuccino e brioche in questura e una pacca sulla spalla! Dai, tutti qui, non credevo esistesse un paese simile. Avanti coi barconi, presto.

OttoKrunz

Ven, 08/04/2016 - 19:03

E senz'altro la bicicletta l'avrà acquistata regolarmente... Però correggete il titolo, perché si tratta di negozi in corso Roma ad Alessandria

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 08/04/2016 - 19:04

datemi il nome del giudice che vado a derubarlo, tanto non si va in galera.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 08/04/2016 - 19:10

non ho capito dei furti in negozi romani tra virgolette eppoi è accaduto in Alessandria in Piemonte in corso Roma e se fosse capitato in Via Milano erano furti in negozi milanesi?

ilbelga

Ven, 08/04/2016 - 19:31

poveri carabinieri, poi ci lamentiamo se non hanno voglia di lavorare e te credo.

Beaufou

Ven, 08/04/2016 - 19:39

Qui commentano anche i Pontalti, che dissertano in punta di legge e di codici per spiegare "come e qualmente" un ladro seriale, disperazione delle commesse di negozio, non possa essere messo in gattabuia. Dovrebbero anche spiegarci "come e qualmente", per merito di giudici e legulei che mangiano scartoffie e codicilli e cacano sentenze, ignorando il buonsenso, la giustizia in Italia è definitivamente andata a puttane. Ahahah.

franco-a-trier-D

Ven, 08/04/2016 - 23:50

ajajajaja domani farò ridere alcuni tedeschi per queste buffonate tipiche italiane.

routier

Sab, 09/04/2016 - 08:18

Perché in questo caso (e analoghi) non si pubblicano anche i nomi dei protagonisti (ladro e giudice). Forse in redazione arrivano gli ordini del rinnovato Min.Cul:Pop.?