Adescato su chat gay, sessantenne viene sequestrato e derubato

A Pavia un uomo comparirà in tribunale per una vicenda di cinque anni fa, quando sequestrò in casa e rapinò un sessantenne che aveva adescato in una chat erotica per omosessuali

Doveva essere un incontro clandestino a carattere erotico, ma è finita malissimo.

Un sessantenne di Pavia è stato sequestrato e rapinato da un altro uomo con cui si era dato un appuntamento su una chat erotica, all'insaputa della moglie e dei figli.

I fatti risalgono al 2011, ma il presunto autore della rapina dovrà comparire davanti al Tribunale solo il 15 marzo prossimo. All'epoca, il sessantenne avrebbe approfittato di un momento di assenza di moglie e figli per connettersi a una chat erotica per gay e dare appuntamento ad uno sconosciuto nei pressi della sua abitazione.

Al momento dell'incontro, però, quello che doveva essere un appuntamento a luci rosse si è trasformato in un incubo. Il sessantenne si è visto puntare un oggetto appuntito al fianco ed è stato costretto a portare il rapinatore fino in casa propria.

Quindi, racconta la Provincia di Pavia, è stato ammanettato con delle fascette di plastica e legato ad una sedia con una calza di nylon della moglie. Il bandito ha poi rapinato oro, gioielli e ricordi di famiglia.

Il responsabile Christian G., è stato identificato successivamente dalla polizia grazie alle tracce lasciate in rete.