Adescava adolescenti in chat che ricattava con immagini hard: arrestato 18enne di Verona

Fingendosi donna convinceva le ragazzine a spogliarsi in webcam e, con le immagini, chiedeva loro soldi in cambio del silenzio

Il ricatto hard corre sul web. Fingendosi donna, in chat, un 18enne di Verona avrebbe adescato ragazze tra i 14 e i 16 anni, per poi convincerle a spogliarsi e mimare atti sessuali in webcam. Una volta ottenuti i filmati compromettenti, avrebbe fatto scattare il tentativo di estorsione, chiedendo alcune centinaia di euro in cambio del silenzio. Tra le vittime anche un 60enne.

Ad una ragazza di 14 anni caduta nella trappola on line aveva chiesto 150 euro. La minorenne, non sapendo dove trovare i soldi, ha confessato tutto alla madre, che ha deciso di presentare denuncia ai Carabinieri di Vicenza.

Quando il 18enne si è presentato nel luogo concordato per il pagamento della somma è scattato l'arresto per tentata estorsione aggravata. Il pm ora sta valutando se, nei confronti del giovane diventato da poco maggiorenne, possano essere ipotizzati anche altri reati che hanno a che fare con la sfera dei reati sessuali.