Adescava online le minorenni, le ricattava con le loro foto hot e poi le violentava

Un 25enne è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale aggravata dalla detenzione di materiale pedopornografico

Prima adescava le sue giovani, giovanissime vittime. Poi si faceva inviare da loro foto hot, con le quali le ricattava, costringendo le minorenni – molte anche sotto i 14 anni – ad avere rapporti sessuali con lui.

Il mostro è stato arrestato dall’arma dei carabinieri con l’accusa di violenza sessuale aggravata dalla detenzione massiccia di materiale pedopornografico.

Come riporta Leggo, a condurre l’indagine iniziata a maggio, e conclusasi con l’arresto del 25enne adescatore, sono stati i militari di Montegranaro (in provincia di Fermo) e il nucleo operativo radiomobile della compagnia fermana, che hanno intercettato il maniaco sessuale sulla piattaforma online dove andava, con successo, a caccia di prede. Al momento gli inquirenti hanno constatato il coinvolgimento di ben 12 ragazze, tutte sotto i 18 anni.

Il modus operandi dell'uomo era sempre lo stesso: dopo aver conquistato la fiducia della ragazzina di turno, si faceva inviare foto hard che poi utilizzava per ricattarle e ottenere rapporti sessuali.