Advanced A80, un purosangue dei mari

Marco Tursini e Antonella Di Leo: «Così abbiamo realizzato un magnifico sogno»

In soli cinque anni, Advanced Yachts – brand italianissimo a dispetto del nome inglese – si è conquistato un posto di rilievo nel panorama velico internazionale. Una bella storia, nata dal concept di Marco Tursini e Antonella Di Leo, appassionati che navigano insieme da oltre vent'anni, in mare e nella vita: realizzare barche semicustom delle quali il cantiere risolve tutte le complessità progettuali e costruttive, lasciando al cliente la parte emozionale.

«Volevamo che tutto il processo, dalla prima idea alla gestione dopo il varo della barca fosse per l'armatore un vero piacere, la realizzazione di un magnifico sogno», spiegano.

Tra il dire e il fare ci voleva un gruppo di esperti professionisti in ogni campo. Lo hanno creato e i risultati si sono visti: dall'A66, che segnò il debutto del cantiere al Salone di Genova 2010 (vincendo il premio per il miglior Interior) si è passati all'A60, offerto in versione tuga flush deck o semi raised nonchè in configurazione cruiser o racer. Poi, lo scorso anno, l'innovativo 44, un week end sailer che coniuga avanzate soluzioni tecnologiche ed elevate performance con il confort e il relax di un ampio loft sul mare.

Un «gioiellino» progettato da due firme importanti (Roberto Biscontini e Nauta Design) che ha convinto pubblico e critica, alla luce del prestigioso premio European Yachts of the Year 2015. Ora è venuto il momento dell'Advanced A80, vero purosangue dei mari firmato ancora una volta a più mani.

Da un parte gli architetti navali americani John Reichel e Jim Pugh, dall'altra gli yacht designer italiani Mario Pedol e Massimo Gino, di Nauta Yachts.

Elevate velocità e generosi volumi sono i risultati che il team progettuale si è proposto nel disegnare l'Advanced A80. La forma del timone e il profilo della chiglia sono il risultato delle più avanzate ricerche in termini di prestazioni e di manovrabilità per consentire al timoniere un perfetto controllo dello yacht in ogni condizione di mare e di vento.

In verità, il fil rouge delle barche realizzate da Advanced Italian Yachts è la ricerca della completa integrazione tra interno ed esterno. Così anche nell'A80, grazie a una tuga completamente vetrata, si ha un'intensa luminosità anche sottocoperta e una visibilità a 360 gradi su tutto ciò che la circonda, caratteristica solitamente propria delle grandi barche a motore. Un vastissimo pozzetto accoglie tre diverse aree per l'armatore e i suoi ospiti: la generosa area pranzo con due divani e due tavoli estensibili, un'area per il relax prossima all'area di manovra e, all'estrema poppa, un'area dedicata all'abbronzatura. Tutta quest'area è complanare: non ci sono gradini, né sovrastrutture voluminose, né ostacoli da superare per muoversi in coperta. E tutto ciò senza compromettere l'abitabilità e i volumi sottocoperta. Non bastasse, sono state studiate soluzioni innovative per dare la possibilità all'armatore di scegliere dove ubicare la cabina armatoriale, a prua o a poppa (e in questo caso ci sono altre due possibilità), grazie a un layout modulare. A centro barca si trova il salone a tutto baglio, dotato di vasta area pranzo, fronteggiata da un divano che forma un'area relax. Due cabine ospiti a letti singoli a mezza nave completano l'ospitalità notturna della barca mentre la cucina e il quartiere equipaggio sono collocati a prua, completati da una dinette equipaggio e da due cabine doppie.

Da sottolineare che Advanced A80 impiega materiali innovativi e le tecniche costruttive più avanzate, a partire dai pannelli in sandwich di vetroresina e carbonio con rinforzi in carbonio nei punti di maggior carico, impregnati di resine epossidiche con infusione sottovuoto.

Il risultato è un'imbarcazione molto leggera, in cui il largo impiego di fibre di carbonio unidirezionali rinforza le parti più sollecitate. Inoltre, per aumentare la rigidità dello scafo e ridurre il peso nella parte alta, migliorando la stabilità, si è scelto di realizzare il ponte in carbonio. Il processo complessivo garantisce la massima rigidità per ottenere le più elevate prestazioni e una lunga vita della barca. Ma la tecnologia non basterebbe a renderla una barca fuori del comune, se non ci fosse un forte family feeling. E nell'Advanced A80 si vede.