Gli "Angeli del cielo" salvano un bimbo in pericolo di vita

Gli "Angeli del cielo" del 31° stormo dell'Aeronautica Militare hanno trasportato d'urgenza da Cagliari a Roma un bambino di 11 anni in gravi condizioni

Un bambino di 11 anni in imminente pericolo di vita è stato trasportato d'urgenza da Elmas a Roma. Per il trasferimento nella Capitale è stato utilizzato un Falcon 50 del 31° Stormo, partito da Ciampino e atterrato dopo un'ora a Cagliari-Elmas, prima di fare ritorno a Roma dove il bambino è stato trasportato in ambulanza presso l'ospedale Bambino Gesù.

La richiesta di supporto era pervenuta dalla Prefettura di Oristano alla" Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea", la sala operativa dell'Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti anche quello di organizzare e gestire - in coordinamento con Prefetture, Ospedali e Presidenza del Consiglio dei Ministri - questo genere di trasporti sul territorio nazionale.

Equipaggi e velivoli da trasporto dell'Aeronautica Militare sono pronti giorno e notte per assicurare, laddove richiesto e ritenuto necessario per motivi di urgenza, il trasporto sanitario di persone in imminente pericolo di vita, oppure quello di organi ed equipe mediche per trapianti.

Sono migliaia ogni anno le ore di volo effettuate dai velivoli del 31° Stormo di Ciampino, dal 14° Stormo di Pratica di Mare e dalla 46^ Brigata Aerea di Pisa, assetti sempre pronti ad intervenire sull'intero territorio nazionale, isole comprese, e quando richiesto dalle autorità competenti anche a favore dei cittadini italiani che si trovano all'estero.

Il trasporto d'urgenza di oggi fa pensare a quello analogo dello scorso marzo, quando un bimbo di 5 anni bisognoso di un intervento al fegato fu trasportato dagli "angeli del cielo" fino a Palermo, dove il piccolo fu salvato con un intervento in extremis.

Commenti

emigratoinfelix

Ven, 11/08/2017 - 18:20

eroici!molto meno quando portano a spasso a spese dei contribuenti napolitano,cleo e cariatidi varie...

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 11/08/2017 - 18:23

Questi sono l'orgoglio dell'Italia, non i traghettatori di clandestini!

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Ven, 11/08/2017 - 23:06

Chi ha servito con orgoglio nella 46esa, capisce benissimo il senso del dovere.