Aggredisce la sorella lanciandole una padella, arrestato

Finisce in manette un 30enne a Ercolano in provincia di Napoli. L'uomo, quando ha saputo della denuncia, ha aggredito di nuovo i familiari

Litiga con la sorella e l’aggredisce lanciandole contro una padella rovente e ustiona il padre a un braccio. Finisce in manette un 30enne a Ercolano in provincia di Napoli.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato nella serata di martedì quando è rientrato a casa e ha scoperto che i familiari, dopo i fatti che erano accaduti all’ora di pranzo – intorno alle 13 – lo avevano denunciato.

Il 30enne, che risultava già in prova ai servizi sociali, aveva pesantemente litigato con la sorella e le aveva tirato contro la padella bollente che però ha colpito il padre dei due, causandogli un’ustione al braccio. L’intervento dei poliziotti avrebbe fatto emergere un quadro di frequenti aggressioni in quella famiglia. Per questo è stata sporta denuncia.

Ma quando l’uomo ha scoperto tutto, una volta rientrato in casa, a distanza di ore dall’aggressione del primo pomeriggio, ha di nuovo aggredito i parenti. Non gli era andato giù il fatto che loro l'avessero denunciato. Così gli si è scagliato contro ma gli agenti della Polizia di Stato gli hanno stretto le manette ai polsi: deve rispondere di lesioni aggravate, minacce e violenza privata.