Aggressione con ascia, in manette un siracusano

Un 68enne è stato arrestato ad Avola dopo che aver aggredito il cognato armato di ascia e coltello ferendolo in maniera seria al torace e al fianco

È stato arrestato un 68enne di Avola dopo aver aggredito suo cognato con l'ascia ferendolo gravemente al torace e al fianco, da una prima ricostruzione sembrerebbe per questioni di eredità

I poliziotti nella serata di ieri hanno arrestato C.R. di 68 anni ad Avola con l'accusa di tentato omicidio. Dopo una lite con il cognato per questioni di eredità l'uomo ha estratto il coltello e lo ha accoltellato per 11 volte, il ferito ha tentato di liberarsi dall'aggressione con un bastone riuscendosi. L'aggressore, dopo aver perso il coltello nella colluttazione si è avviato verso la macchina per prendere un'altra arma: l'ascia. Il cognato si è prontamente barricato in casa evitando che la situazione finisse nel peggiore dei modi. Gli uomini della squadra mobile di Avola hanno arrestato C.R., classe 1950, con l'accusa di tentato omicidio.

I cognati avevano già avuto svariate discussioni e i dissapori andavano avanti da tempo, secondo una prima ricostruzione sembrerebbe che il problema fosse proprio l'eredità che ha spinto l'uomo ad aggredire armato di ascia.

Commenti
Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Mar, 19/06/2018 - 00:22

Perche' solo le iniziali C. R.? Fake news.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 19/06/2018 - 05:43

Un italiano che ha già fatto proprie le usanze tribali africane,così come aveva promesso la sboldrinova.