Allarme a Bari: albanese inneggiava all'Isis su Facebook

È diventato cittadino italiano nonostante fosse sotto controllo

Sui social, in particolare su Facebook, manifestava disprezzo e sdegno nei riguardi delle vittime dell'attentato di Parigi del novembre 2015 esaltando le azioni dello Stato islamico con la condivisione di video che parlavano di un possibile attentato in Italia. Non solo, pare abbia avuto, sempre sui social network, numerosi contatti con altri gruppi sostenitori dei foreign fighters.

E' il quarto provvedimento di sorveglianza speciale in Italia quello che il tribunale di Bari ha notificato nei confronti di un 38enne albanese. E' indagato dalla Direzione distrettuale anti-mafia di Bari. L'accusa è terrorismo internazionale. Edmond Ahmetaj è il nome dell'uomo finito nel mirino delle forze dell'ordine. L'albanese risiede in Puglia, nello specifico a Noci in provincia di Bari, insieme alla moglie e al fratello.

E' italiano a tutti gli effetti da circa un anno, come si legge su "Nuovo Quotidiano di Puglia". che riporta la notizia. Suona beffardo ma le indagini su di lui sono iniziate prima che ottenesse la cittadinanza italiana, soprattutto perché è nel mirino della Digos all'indomani dell'attentato di Parigi.