Gli albergatori veneti: "I 30 euro dei clandestini servono a chiudere i bilanci"

La prefettura di Venezia raccoglie le istanze di tutto il territorio e indirizza i profughi alle varie strutture ricettive

L'accoglienza degli immigrati nelle strutture alberghiere del Veneto potrebbe trovare un "alleato" decisamente inaspettato: gli stessi albergatori. Schiacciati da una crisi che non concede tregua ed ulteriormente vessati da una stagione estiva che ha fatto segnare record negativi, le associazioni di categoria venete si sarebbero dette disposte, e anzi favorevoli, ad accogliere nuovi profughi, con relativo "rimborso" di 30 euro al giorno.

A scriverlo è Il Gazzettino, che spiega come quei trenta euro servano a sanare i bilanci: un obiettivo che, di questi tempi, è vitale poter raggiungere. Coordina l'emergenza profughi, in questi giorni, la prefettura di Venezia, che raccoglie tutte le istanze provenienti dal territorio e comunica le richieste di posti letto - sempre più necessari con l'avanzare dell'inverno - ad associazioni di volontariato ed albergatori.

Non l'hanno presa altrettanto bene, però, gli amministratori locali: a proposito dell'emergenza immigrazione, nei giorni scorsi il governatore della Regione Veneto Luca Zaia aveva dichiarato che "adesso è emergenza grave, tra poco diventerà vera e propria invasione, scientemente disorganizzata da uno stato, debole, confusionario e assolutamente incapace."

Commenti

cgf

Mer, 10/12/2014 - 12:54

Dipende dalla struttura!! ok i trenta euro ma poi se ti scassano la stanza.... Se sono persone senza reddito, come potranno pagarsi anche solo la lavanderia? Se mi trovassi con una struttura di pregio, costerebbe molto meno chiudere e aiutare Monti e successivi a generare maggior Disoccupazione, che senso ha restare aperti? con la stanza occupata [a 30 euro!!] mica la posso dare ad altri anche se disposti a pagare 100!! Senza contare che perderei prenotazioni future molto in fretta, tripadvisor non perdona, nessun pregiudizio, ma se si venisse a sapere che ci sono 'turisti' a 30 euro...

beale

Mer, 10/12/2014 - 13:06

mi piacerebbe incontrare questi "albergatori veneti". gli organizzerei un convegno sulla "promozione turistica" per la valorizzazione del territorio.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 10/12/2014 - 13:07

Collaborazionisti vigliacchi. Speriamo gliele distruggano quelle stanze.

moshe

Mer, 10/12/2014 - 13:27

Poi non lamentatevi quando sarete impestati da delinquenti, gente da mantenere e malattie. Il giorno che lo stato non pagherà più per loro, ve li ritroverete sul gobbo da mantenere, POSSIBILE CHE NON ABBIATE ABBASTANZA CERVELLO PER CAPIRLO!? ignoranti!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 10/12/2014 - 14:31

Questa è una parte della "new economy" da inserire subito nel PIL,così da consentire al governo in carica,di allargare ancora il costo della Spesa Pubblica,alimentare,incrementare questo flusso(e i voti...),e continuare in una perversa spirale,verso "l'orizzonte degli eventi"...

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mer, 10/12/2014 - 15:00

Eccole le "preziose" risorse. Peggio delle coop rosse, mendicanti con poco cervello.

zingozongo

Mer, 10/12/2014 - 15:12

la lega nord in Veneto domina, ma scommetto che nel segreto dell'urna gli albergatori voteranno per altri partiti che favoriscono l immigrazione, pecunia non olet

corto lirazza

Mer, 10/12/2014 - 15:31

contenti loro! ricordiamocelo quando li vedremo in TV a piangere per le spese che dovranno affrontare se e quando riavranno le loro stalle, pardon stanze!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 10/12/2014 - 18:32

@zingozongo:probabile!!