Alberto, la sentinella col fucile che veglia contro gli sciacalli

A Villanova di Accumoli un pensionato settant'anni sorveglia l'ingresso del paese per sventare eventuali furti degli sciacalli notturni

Un angelo contro gli sciacalli. Il signor Alberto ha settant'anni ed è rimasto senza casa a causa del terremoto che ha colpito il Centro Italia nella notte fra martedì e mercoledì. Abitava a Villanova, frazione di Accumoli, ma la sua casa è stata dicharata inagibile insieme a tutti gli altri edifici del paese.

Lui però ha deciso di non andarsene ed è rimasto a vegliare all'ingresso della frazione. Veglia contro gli sciacalli: "Sto qua col fucile, dormo sulla piazza e così i ladri non si azzardano a entrare nelle case", racconta intervistato da Repubblica.

"La frazione conta appena dodici persone d'inverno, ma d'estate si riempiva - spiega - Ma ora è un deserto. Ora aspetto i Vigili del Fuoco per prendere delle cose dentro casa mia, ma la sera vengo qui a dormire in macchina, con le coperte, a far la guardia contro gli sciacalli. Sono una sentinella del paese."

La notte del terremoto "si è salvato per poco", ricorda. Ora resta di guardia all'ingresso del paese, con un cappellino da baseball a riparargli la testa dal sole. Non ha alcuna intenzione di abbandonare la propria terra. Che difende contro chi la vuole violare.

Commenti
Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 26/08/2016 - 17:12

Strano che non si sia ancora fatto vivo un pm rosso per denunciarlo per porto di fucile in area urbana.

MelalavoDomenica

Ven, 26/08/2016 - 17:58

ben detto old. Strano che il rosso non sia ancora intervenuto

Ritratto di Situation

Situation

Sab, 27/08/2016 - 05:53

questo bravuomo ha le ore di libertà contate

Happy1937

Sab, 27/08/2016 - 07:08

Bravo Alberto. Sono anche d'accordo con chi chiede che sia introdotto il reato di sciacallaggio con pena minima di 10 anni di lavori forzati senza alcuno sconto sulla pena.

zadina

Sab, 27/08/2016 - 09:34

SE tutti noi Italiani avessimo come il signor Alberto l'onore, la dignità, il rispetto, la coscienza, la volontà di sacrificio, la sua costanza, per difendere la sua proprietà e quella dei suoi compaesani da delinquenti incalliti e protetti da certe leggi che sarebbero da cambiare e da elementi Istituzionali e certi magistrati, non avremmo bisogno ne ti polizia neppure di magistrati tribunali ed anche carceri, come sarebbe bello vivere in questo paese. ma temo che salterà fuori un cxxxxxxe che gli e lo impedisca e lascia campo libero alla delinquenza, ( al male esiste anche il peggio ) avanti popolo alla riscossa è giunta l'ora giusta.

ilgrecista

Sab, 27/08/2016 - 11:11

Verra' denunciato per porto abusivo d'arma in pubblico su segnalazione del solito "rosso" di turno