Alessandria, Messa per il Duce, scontro tra vescovo e parroco

I fedeli organizzano una celebrazione in suffragio di Mussolini, ma il vescovo non ci sta: "Io non l'avrei celebrata"

Dopo il caso di Reggio Calabria ecco quello di Alessandria. Come racconta la Stampa, tra i vari manifesti funebri che sono stati pubblicati questa settimana, ce n'è uno davvero particolare, "che annunciava una Messa di suffragio per ricordare il sacrificio di Benito Mussolini e dei trecentomila caduti della Repubblica sociale italiana. Appuntamento in duomo lunedì alle 18, firmato Gli Italiani di Alessandria. E due giorni fa la messa è stata celebrata davvero, puntuale, da don Gianni Toriggia che a inizio funzione ha avvertito: Questa è in ricordo di Mussolini".

I fedeli sono rimasti parecchio stupiti per questa Messa. Come racconta la Stampa, "c’è chi ha definito la funzione scandalosa, chi ha deciso di non partecipare alla comunione, chi ha minimizzato dicendo è un morto come un altro. L’ha fatto anche lo stesso Toriggia: Si tratta di misericordia, io ho pregato per questa anima come farei per qualsiasi altra. Il Signore è morto per tutti. Mi scandalizza che i cristiani si scandalizzino per questo".

Ma se, giustamente, don Gianni Toriggia prega per l'anima di Mussolini, il vescovo di Alessandria, Guido Gallese, sembra parecchio scandalizzato: "Non ero a conoscenza di questa Messa, non sono stato avvertito, io non l’avrei celebrata. Le messe in suffragio non si negano a nessuno, questo è vero. La Chiesa prega per tutti i morti al di là di visioni e divisioni. Mi scoccia però la strumentalizzazione: quei manifesti appesi per la città sono questo. Non c’è solo l’intento di pregare per i defunti. Sono strumentalizzazioni di un atto di misericordia, è qualcosa di davvero antipatico".

Sulla Messa per Mussolini si è espressa anche Selvaggia Lucarelli che, su Twitter, ha scritto: "Ad Alessandria si celebrano messe per onorare il sacrificio di Benito Mussolini. Andiamo bene".

Commenti

VittorioMar

Gio, 30/04/2015 - 12:25

Il vescovo lo teme anche da morto!

tormalinaner

Gio, 30/04/2015 - 12:29

Sono un cattolico osservante e sono indignato dall'atteggiamento del Vescovo, non avrebbe detto nulla se i morti erano"eroici partigiani" ma Mussolini lo tratta come un assassino dimenticando che i Patti Lateranensi li ha fatti lui. Solo per questo motivo dovrebbero tappezzare i muri delle chiese di manifesti. Non sopporto una Chiesa che va con i vincenti e disprezza i perdenti.

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Gio, 30/04/2015 - 12:31

Ahhhh..un vescovo del Regime....

giovauriem

Gio, 30/04/2015 - 12:50

mussoline era un uomo d'onore ! alzi la mano chi nel clero(dal papa all'ultimo prete)oggi lo è .

papik40

Gio, 30/04/2015 - 12:50

Non mi meraviglia che ci siano vescovi come quello di Alessandria che dopo aver asserito "le messe per in suffragio non si negano a nessuno" afferma che lui non l'avrebbe celebrata per una sua presunta strumentalizzazione! Ma questo vescovo e' un prete o uno psicologo? Dica una messa in suffragio di Stalin; cosi' si sentira' a posto con la sua anima e, principalmente, con la sua missione di sacerdote!!!! Si dovrebbe soltanto VERGOGNARE!

Fracaser

Gio, 30/04/2015 - 12:55

E aLLORA? che male c'è? ci sono forse anime per cui non bisognerebbe pregare? il vescovo di ALessandria ha forse dimenticato che uno dei principi su cui si basa il Cristianesimo è la MISERICORDIA. Ha fatto bene il parroco, persona intelligente e VERA CRISTIANA. E poi lasciatemelo dire ma ce ne fossero di altri Mussolini, anche solo la metà mi basterebbe.

Tuthankamon

Gio, 30/04/2015 - 12:56

Queste cose non dovrebbero esistere. Una Messa puo' essere chiesta da una persona, una famiglia o un gruppo di persone a piacere. Sarebbe civile non targarla politicamente. Uno dei due o tutti e due sbagliano!!! pessimo esempio per i credenti!!

obiettore

Gio, 30/04/2015 - 13:02

La "Chiesa" cosa sarebbe ora senza i Patti Lateranensi voluti dall'abbietto Benito ?

Ritratto di robinsonmuniz

robinsonmuniz

Gio, 30/04/2015 - 13:06

Episodio vergognoso. Dov'è finita la "pietas" cristiana? Non comprendo questo accanimento.

liberal_123

Gio, 30/04/2015 - 13:16

don Gianni Toriggia, a quando una messa per Adolfo, Jack lo squartatore, il mostro di Milwaukee e chi piu ne ha piu ne metta? tutta gente che ha preso o ha contribuito a prendere altre vite! pero mai una messa per Shelbi, che ha chiesto solo di morire con dignita'! E' questo quello che siete?

Ghiroamf

Gio, 30/04/2015 - 13:20

Ragazzi ma con una chiesa come questa, con un papa populista che va a mangiare la pizza con gli amici cosa pretendete dai vescovi? ( che sono l'equivalente ecclesiastico dei nostri rappresentanti politici)

Kupo

Gio, 30/04/2015 - 13:25

Sbaglio o Papa Pio XII andava a benedire i cannoni di Mussolini? Ora uno viene canonizzato e all'altro si vorrebbe negare una messa. Il Vescovo gallese dovrebbe ripassare il Vangelo in particolare quando si parla di Carità Cristiana!!

terminverpier

Gio, 30/04/2015 - 13:32

povera chiesa e povero vescovo ! ! ! bravo parroco; quest'anno l'otto per mille a favore della chiesa cattolica avrà un calo pauroso ! ! !in

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 30/04/2015 - 13:32

...L'ultimo italiano!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 30/04/2015 - 13:33

LA Chiesa è ormai una ONG di sinistra al soldo dei banchieri

squalotigre

Gio, 30/04/2015 - 13:36

liberal_123 -celebrare messe per Adolfo e per Giuseppe Stalin, se venissero richieste, non solo sarebbe lecito ma doveroso perché non è il Vescovo che perdona, ma il Nostro Dio che ha mandato suo figlio per salvare i peccatori e che sulla Croce ha perdonato tutti, anche i suoi assassini. Questo ci insegna la dottrina cristiana e cattolica. Questo continua a dire il Papa che ha distribuito pure la misericordina in piazza. Nel Vangelo Gesù afferma di essere venuto per i peccatori come il medico è per gli ammalati non per i sani. Capisco che lei non abbia mai letto il Vangelo; mi meraviglia che non l'abbia fatto il Vescovo di Alessandria. Forse sarebbe meglio si convertisse all'islam perché il cristianesimo non fa per lui e non l'ha ancora compreso bene.

vince50

Gio, 30/04/2015 - 13:37

La faccio breve,viva il Duce,a dispetto di chi lo teme cioè i rossi anti Italiani.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Gio, 30/04/2015 - 13:49

Ma siete sicuri che lui le gradirebbe! A me sembra un pretesto per parlarne e per il giornale di pubblicare la sua foto quotidiana, per la gioia di Alessandro e Daniela!

umbro80

Gio, 30/04/2015 - 13:56

E' solo una messa. Tutto questo scalpore? Il Duce è ancora temuto. Onore al duce.Unico grande statista che l'Italia abbia mai avuto e che mai più avrà.

pinuzzo48

Gio, 30/04/2015 - 14:18

cardinali vescovi preti rossi cambiate mestiere il sacerdozio non per voi viva il duce

liberal_123

Gio, 30/04/2015 - 14:19

ma poi che uomo era questo duce, com diverse amanti (e fion qui per me niente di male, ma la destra non dovrebbe essere per la famiglia, contro il divorzio ecc ecc), fra cui mogli di alti funzionari fascisti (i.e. Bruno Curti), che magari erano pure felici di farsi fare la moglie dal duce. Ma che uomo e' uno che ha come amante la moglie di un amico (immagino amico)? Ma che onoire aveva? con tutte le ragazze libere! Sono questi i valori che predicava ,o piuttosto razzolava malissimo?

abocca55

Gio, 30/04/2015 - 14:27

Occorrerebbe anche celebrare per l'ECCIDIO dei Catari perpetrato dalla Chiesa.

pinuzzo48

Gio, 30/04/2015 - 14:28

cardinali vescovi preti ,rossi ,cambiate mestiere viva il duce

Ritratto di Lupry

Lupry

Gio, 30/04/2015 - 14:38

Onore al Duce!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 30/04/2015 - 14:39

Guido Gallese,questa è la tua carità cristiana.

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 30/04/2015 - 14:51

SARO' SEMPRE PIU' ATEO, pur non dimenticando il sacrificio di CRISTO che è storia. Troppe volte io, ateo e miscredente, mi son trovato ad essere più buono e accomodante dei cosiddetti CREDENTI (e forse poco praticanti); sicchè mi vien da pensare che, alla luce dei molteplici comportamenti d'ogni fede, essere persone schierate religiosamente sia una qualità non positiva per gli altri. La mia solidarietà al parroco.

abocca55

Gio, 30/04/2015 - 15:02

Io consiglio la visione su youtube: De Reditu - Il Ritorno. Vi è una analogia tra lo stato di dissoluzione dell'impero romano, e ciò che avviene oggi. Vi è un tube del filmato completo, molto ben fatto.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 30/04/2015 - 15:14

Benito, sei sempre con noi.

Gandalf51

Gio, 30/04/2015 - 15:32

Mi stupisce la dichiarazione del vescovo, mons. Gallese. Da quando un parroco deve avvisare a suffragio di chi sono celebrate le sante Messe? O esistono morti di serie A e di serie B che hanno necessità del permesso del Vescovo per essere ricordati. Svolga la sua missione di pastore e non di censore!

giovauriem

Gio, 30/04/2015 - 15:42

liberal-123 , visto che ne sta parlando , vogliamo parlare di Togliatti , con le sue veline , e una di questa fu portata in parlamento ? nel negativo ,la sinistra è sempre stata ante litteram , mussolini non fece eleggere claretta petacci al parlamento , per che era un uomo pieno di dignità .

marcomasiero

Gio, 30/04/2015 - 16:14

il vescovo che prete è ??? "io non l' avrei celebrata" dice ... scordatevi allora il mio 8permille !!!

plaunad

Gio, 30/04/2015 - 16:16

Trovo vergognoso ed anticristiano l'atteggiamento del Vescovo. Chi é lui per giudicare? L'unico che puó farlo é il Padreterno. E se l'anima di Mussolini é proprio cosí cattiva a maggior ragione bisona pregare e dire messe per lui.

Rossana Rossi

Gio, 30/04/2015 - 16:40

Anche per la chiesa ci sono morti meritevoli (rossi) e morti da scordare? Andiamo bene..........

odifrep

Gio, 30/04/2015 - 16:55

Mi associo a Lupry (14:38).

Joe Larius

Gio, 30/04/2015 - 17:27

Non avrei mai creduto che si rivalutassero autonomamente i tempi della nostra "Giovinezza" e che, anche se non obbligatoriamente e senza austero portamento, arriverà anche qualche: "Saluto al Duce!!" e non pochi: "A noi !!". Sarà invece difficile che ritorni la Chiesa di quei tempi. I nostri Don erano assai più severi: ci insegnavano come si fa a vivere con l'aiuto di Dio e con il rispetto delle sue leggi e, quando ce lo meritavamo, non solo a sermoni. Com’era bello crescere fra Uomini veri e Donne altrettanto vere che più di ogni altra cosa, badavano a compiere il proprio e ad insegnarci a compiere il nostro dovere.

Anonimo (non verificato)

AndreaT50

Gio, 30/04/2015 - 18:41

E bravo il nostro vescovo (con la V minuscola)! Dice che "le messe per in suffragio non si negano a nessuno" TRANNE che per Mussolini al quale ricordo, per verità storica, fu negato processo e impiccato in piazza e messo a faccia in giù dai bravi partigiani. Per Stalin e compagnia bella va bene? Attendiamo notizie da Roma.

abocca55

Gio, 30/04/2015 - 19:09

Le parti selvagge, barbare della società, i lanzichenecchi, gli incolti, i politicamente incapaci di intendere e di volere, vanno diretti con decisione. A tale scopo occorrerebbe, non una dittatura, ma una democrazia verticistica, con un governo forte, ma che si sottoponga al giudizio dei Cittadini, col voto, ogni quattro anni. Estendere la democrazia oltre questo limite, è scivolare verso l'anarchia, la violenza, i poteri in contrasto tra loro ecc. Vale a dire il caos!

uggla2011

Gio, 30/04/2015 - 20:25

Averlo saputo.....

pilandi

Gio, 30/04/2015 - 23:38

e fategliela sta messa, l'importante è che è morto...

gianrico45

Ven, 01/05/2015 - 00:49

La chiesa sta disprezzando il suo più grande benefattore di tutti i tempi. Mussolini,con la presa del potere da parte del fascismo, salvò la prima volta il cuore della chiesa cattolica dal comunismo.Salvò la chiesa Spagnola già in mano alle orde rosse. Con i patti lateranensi riportò la chiesa al centro dello stato,con benefici economici annessi.Per mezzo della repubblica sociale al prezzo della sua vita e quella di tanti suoi giovani,impedì per la seconda volta ai comunisti di diventare padroni dell'Italia prima che arrivassero gli americani.Che altro avrebbe dovuto fare per meritare una messa.