Allarme Corte dei Conti: ​troppe tasse sulle imprese

La situazione dei conti pubblici italiani continua a frenare l'economia. Ed è allarme per le imprese schiacciate dal peso del Fisco

La situazione dei conti pubblici italiani continua a frenare l'economia. Il sentiero per il risanamento secondo la Corte dei Conti sarà faticoso ma necessario. I magistrati contabili tracciano un futuro duro per il Paese. Per la Corte il risanamento finanziario per l'Italia ''è reso più faticoso'' da una dinamica del prodotto interno lordo meno pronunciata degli altri Paesi dell'area euro. Ma ''considerando il maggior livello del debito'' questo sentiero è ''necessario''. Nel Rapporto 2017 sul coordinamento della finanza pubblica della Corte dei Conti, presentato oggi a Roma dal presidente Arturo Martucci di Scarfizzi viene analizzata la situazione dei conti pubblici che a quanto pare è sempre più preoccupante. ''Nella prospettiva storica e nel confronto con gli altri Paesi europei, lo sforzo di risanamento finanziario perseguito dall'Italia, reso necessario da un livello del debito elevato, prosegue o si attenua? Guardando al periodo intercorso dalla decisione di aderire alla moneta unica ad oggi - spiega il rapporto - il saldo primario rimane sempre positivo, ma si riduce progressivamente".

"La riduzione degli oneri per interessi - continua il documento - ne compensa gli effetti sull'indebitamento, che rimane in prossimità del 3% del prodotto, la soglia fissata nel Trattato di Maastricht". "Nel contesto di bassa crescita che ha caratterizzato gli anni più recenti e di un'inflazione ben al di sotto degli obiettivi delle Autorità monetarie, livelli del saldo primario più contenuti, uniti ad un costo medio che si mantiene comunque vicino al 3%, generano un ulteriore aumento del debito che, a fine 2016, arriva al 132,6% del Pil'', continua il rapporto. Ma la Corte pone l'attenzione anche sul macigno fiscale sulle imprese italiane: "Accanto a una pressione fiscale tra le più elevate dei paesi Ue, il total tax rate stimato per un’impresa di medie dimensioni testimonia di un carico fiscale complessivo (societario, contributivo, per tasse e imposte dirette) che penalizza l’operatore italiano in misura (64,8%) eccedente quasi 25 punti l’onere per l’omologo imprenditore dell’area Ue/Efta". Anche il cuneo fiscale "colloca al livello più alto la differenza fra costo del lavoro a carico dell’imprenditore e reddito netto del lavoratore", ben 10 punti sopra l’onere medio ne resto d’Europa.

Commenti
Ritratto di wciano

wciano

Mer, 05/04/2017 - 11:42

E' cosi da anni e anni, ancora da prima di berlusconi. Se ne accorgono solo ora?

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mer, 05/04/2017 - 11:46

ringraziate i vostri governi da monti a gentiloni per non dimenticare prodi che ci hanno strozzato. ringraziate i sindacati che si sono eclissati all'ombra delle aragoste. ringraziate tutti gli italiani che mantengono un partito (rosso) al 30% che non si rispecchia più nel popolo ma vive all'ombra di banche e coop.

orsobepi

Mer, 05/04/2017 - 11:48

Mi piacerebbe sapere cosa dice il bomba l riguardo, "con lui le tasse sono diminuite" questo afferma e la cosa triste è che ci crede

antipifferaio

Mer, 05/04/2017 - 11:49

Allarme??? Risanamento??? Bla bla bla...Parlano in sanscrito...Nessuno crede più a quel che proviene da boiardi di stato....

Ernestinho

Mer, 05/04/2017 - 11:51

E quando se ne accorgono? Io me ne sono accorti dal 2001!

Ritratto di gianibus

gianibus

Mer, 05/04/2017 - 11:51

Nooooo....per fortuna che c'è la Corte dei Conti che ci avvisa che l'imposizione fiscale è troppo elevata, non ce ne eravamo accorti....e poi denigriamo le istituzioni, siamo un popolo di irriconoscenti!

ciccio_ne

Mer, 05/04/2017 - 12:00

din don, don, don, din, don...se so svegliati...deo gratia

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 05/04/2017 - 12:05

Quando affermano che le tasse sugli stipendi ammontano al 43%...Se poi andiamo a vedere quelle applicate alle partite IVA arriviamo al 68%...Senza tenere conto delle affermazioni su"abbasseremo le tasse"Quindi?Radiomaria ha ingaggiato tre esperti di cui uno di questi gestiva il sito BUTAC.Suggerirei di smascherare le bufale governative, fermo restando la nobile iniziativa del sito,cambiando però l'ultima lettera da C a T.Ridefinendo,in sostanza,il tag:Bufale Un Tanto Alla Tonnellata Buon lavoro.

Arethusa

Mer, 05/04/2017 - 12:12

E dove sta la novità ? è così da quarant'anni, ecco perché chi può "ottimizza" il proprio carico fiscale.

evuggio

Mer, 05/04/2017 - 12:33

mi sembra di leggere nel pensiero dei tanti (responsabili di questa vergogna) che scorrendo il titolo dell'articolo abbozzano un sorriso e non riescono a frenare un "echissenefrega, il mio (stipendio) me lo "disegno" io!"

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 05/04/2017 - 12:43

¿Mezzo stipendio al fisco? ... É ancora troppo poco per un popolo demente che stima la furbizia e la ferocia mafiosa dello stato pappone la qualitá piú importante per andare avanti nella vita.

Ritratto di manasse

manasse

Mer, 05/04/2017 - 12:49

e perche oltre a fare i conti non impongono tagli agli sprechi che sono noti a TUTTI tranne a che dovrebbe tagliarli

Ritratto di adl

adl

Mer, 05/04/2017 - 12:53

Fino a quando la CORTE DEI CONTI farà controllo formale e constatazionale, ovvero constaterà i disastri economici finanziari nei bilanci senza fare altro se non rilevarli, NON CAMBIERA' NULLA. FURBETTI DEL CARTELLINO E RETRIBUZIONE PRESENZIALE O REDDITO DA PRESENZA o se si preferisce di APPARTENENZA, A PRESCINDERE, INSEGNANO. Le voragini DEI BILANCI PUBBLICI NESSUNO LE VEDE E NESSUNO LE FERMA.

i-taglianibravagente

Mer, 05/04/2017 - 12:53

la "corte dei conti".... gente pagata per affacciarsi alla finestra e comunicarci dopo accurati studi e riflessioni che fuori piove. INDISPENSABILI. beati loro.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 05/04/2017 - 13:09

Apperò! Se ne sono accorti anche loro! Complimentoni! Lo dicessero magari anche a quelli dell'istat, che però credo rispondano a ordini più alti e che in questo momento non avrebbero mai potuto (ne' tantomeno voluto) dare il colpo di grazia a un governo già marcio per conto suo, che si regge su un equilibrio delicatissimo e pronto a esplodere.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 05/04/2017 - 13:12

@settimiosevero giustissimo quanto lei scrive... ma mi permetto di ricordare a lei e a tutti che quei governi (da monti a gentiloni) sono stati tutti appoggiati e tenuti in piedi da "responsabili" di un certo partito, il cui programma, almeno in campagna elettorale, non era esattamente quello di appoggiare governi di sinistra.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Mer, 05/04/2017 - 13:20

Ci voleva la corte dei conti?

Ritratto di manasse

manasse

Mer, 05/04/2017 - 13:31

wlegio noi ammettiamo che nel nostro partito ci sono tanti ladri e altrettanti imbecilli che fanno solo il proprio interesse invece a sx che il gotha del sapere che che sono solo ONESTI e mai LADRI ma solo compagni che sbagliano e qui cade l'asino quando ammetterete che che a sx ci sono PIU LADRI CHE ONESTI forse riusciremo ad uscire dal letame in cui ci avete portato anche quando APPARENTEMENTE givernava la balene bianca

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 05/04/2017 - 13:34

Gli scissionisti del PD sono contro ogni tentativo di abbassare le tasse – li capisco: hanno una grossa clientela da mantenere e non tutti i clientes si accontentano di qualche ora di lavoro «socialmente utile» – Renzi e la sua ombra a palazzo Chigi promettono un giorno sì e l’altro anche di tagliarle. Purtroppo per l’Italia, fingono gli uni e gli altri. Si tratta della lotta senza fine, nel PD/PDS/PCI, tra i capoccia per stabilire chi sia il maschio dominante. Sono unanimi nel ritenere che a comandare in Italia debbano essere sempre e soltanto loro.

Divoll

Mer, 05/04/2017 - 13:38

Mica solo alle imprese? Lavoratori, pensionati e professionisti versano anche loro meta' al fisco, a questo governo-sanguisuga che non da' nulla indietro, ne' servizi, ne' sicurezza.

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 05/04/2017 - 13:39

Me se sui TIGGI' va tutto bene come non mai ? Bufala.

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 05/04/2017 - 13:49

di media sarà così, ma in alcuni casi arriva al 75% allo stato! Per tornare ad una situazione non solo sostenibile, ma che incrementi l'economia, con taglio effettivo tasse, servono soluzioni drastiche. Taglio del numero di tasse gestite, da più di 100 a 5/6 con relativa diminuzione uffici pubblici, fine effettiva province, blocco assunzioni per anni e mobilità fra enti incentivata, meno dirigenze, no consulenze o sostituzione dei lavoratori con i consulenti, no vitalizi anche retroattivi, no reversibilità oltre il secondo grado, no cumulo di pensioni, solo una, la più favorevole, tetti sulle pensioni e stipendi pubblici a gradoni precisi ed invalicabili, ecc.

Marcolux

Mer, 05/04/2017 - 13:49

Ma la Corte dei Conti è un insieme di balordi e rincoglioniti? Se ne accorgono ora? A chi fa comodo questa notizia che conoscono da una vita anche i più dementi?

ILpiciul

Mer, 05/04/2017 - 13:51

Basterebbe essere titolare di un allevamento di pollastri per capire che le aziende sono strozzate dalle tasse, non mi sorprende che i vari soloni se ne accorgano puntualmente in ritardo. Ribadisco che una normale madre di famiglia farebbe girare l'economia molto meglio di certi individui "studiati". Garantito 'o limone.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 05/04/2017 - 13:54

mezzo stipendio al fisco!!?? Certo, chi li spende subito. Chi l'altra parte riesce a metter 2 risparmi allora partono i bolli, la tobintax il capital gain, ed altre cavolate, ma poi il 22% di iva, ma anche l'irpef del venditore che ti assomma a tutto il resto sul prodotto che acquisti (certo mica li vuole pagare lui le tasse, le addebita a te insieme all'iva che poi lui riesce a scontarli da altra parte).

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 05/04/2017 - 14:27

Questi sveglioni della corte dei conti. E pensare che sono tutti parassiti pagati a peso d'oro. La prossima volta cosa ci diranno...... che quando piove ci si può bagnare? Che luminari.

unosolo

Mer, 05/04/2017 - 14:46

come mai la Corte dei Conti non controlla le spese dei vari capi e dei ministeri ? possibile spendere miliardi per mantenersi il quieto vivere tra esponenti della Casta ? , la terza carica dello Stato assume sceriffi per esibizione di potere , si prepara per il vertice di Taormna cosi si presenta con scorta armata fino ai denti con cinque o sei auto al seguito , e per i spostamenti di fine settimana ? quanti sprechi , eppure fanno i conti senza fermare questo spreco politico.istituzionale la metà dei stipendi ce lo succhiano subito e dopo ? altro che il 51% ,

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 05/04/2017 - 15:29

Notizia vecchia di vent'anni ; certo che la Corte dei Conti è diretta da gente sveglia !

PEPPA44

Mer, 05/04/2017 - 15:40

Oggi si sono svegliati; prima dormivano.

Zizzigo

Mer, 05/04/2017 - 16:30

Alla fine, la Corte, affermerà che il paese (il "minuscolo" paese) un attimo prima di morire era ancora vivo.

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Mer, 05/04/2017 - 16:42

I magistrati della corte dei conti sono tra i funzionari statali piu' strapagati al mondo cominciassero loro ad adeguarsi agli standard europei così come managers pubblici politici e parlamentari; forse piano, piano potremmo cominciare a rientrare di questa voragine che pesa come un macigno sul lavoro produttivo.

onurb

Mer, 05/04/2017 - 16:55

Quando sento parlare di tasse, la cui percentuale è riferita al PIL, e di rapporto Deficit/PIL, penso sempre alla furbata che la UE ha escogitato un paio di anni fa per incrementare artificiosamente il PIL, inserendo una percentuale dovuta alle attività illegali. E ogni volta mi sento preso per i fondelli nel sentir dire che le tasse sono diminuite. E', ovviamente, superfluo spiegare perché non sono diminuite.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 05/04/2017 - 17:00

Quando si edice, GOVERNO LADRO, """è la pura verità.Si può mai sapere edove vanno a finire tutti quei miliaredi he entrano dalle tqasse e da tutto il resto??? I RAPRESENTANTI DI QUESTO GOVERNO ILLECITO, O SONO TUTTI LADRI, OPPURE SONO DEI GRANDI INCAPACI"""???

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 05/04/2017 - 17:05

@manasse Sono pienamente d'accordo, anzi la penso ancor peggio di lei, sui partiti di sinistra. Io infatti non sono, non sono mai stato e non sarò mai di sinistra. Quanto al "suo" partito, non ho mai pensato ne' scritto che "ci sono tanti ladri e altrettanti imbecilli". Penso invece che contenga, a partire dal suo leader autonominato, un discreto numero di TRADITORI DEL VOTO RICEVUTO. Non abbiamo votato per il centro-Destra perché facesse comunella con monti, letta, il cialtrone fiorentino, o gentiloni. Non ho mai votato qualcuno perché facesse rieleggere al quirinale il vecchio comunista, che odio profondamente... e potrei continuare ancora per molto.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 05/04/2017 - 17:12

Tante tasse, troppe tasse per avere un paese che sta morendo di burocrazia. La povertà ormai è una realtà e anche per la classe media si avvicina sempre di più. Quando la gente capirà che è la classe politica nel suo insieme che ci sta rovinando l'esistenza va sostituita? Con le nostre tasse paghiamo anche la mafia, l'evasione, la corruzione.

unosolo

Mer, 05/04/2017 - 17:46

ritorniamo al grande spreco politico-istituzionale che tutti della Casta si vogliono mantenere a danno dei VERI PENSIONATI che hanno reso ricca e grande la NAZIONE , tutti i nostri sacrifici finiti in tasche di persone che gonfiano anche i rimborsi oltre a mille sistemi per prendere tutto quello che gli riesce oltre ad enormi stipendi ,.,.,non chiamateli LADRI

mezzalunapiena

Mer, 05/04/2017 - 18:23

per la classe politica italiana passata presente e futura sarà quella di mantenere la poltrona e ovviamente il salario tutto il resto aria fritta

Ritratto di pinox

pinox

Mer, 05/04/2017 - 20:47

in una nazione fondata sull'assistenzialismo e sul parassitismo metà stipendio al fisco è ancora poco.

bundos

Gio, 06/04/2017 - 06:26

è primavera e gli orsi della corte dei conti si sono svegliati dal letargo.hanno bisogno di giustificare la loro esistenza e i lauti stipendi che io non riesco a racimolare in dieci anni.ora si accorgono che noi LAVORATORI siamo fregati ogni santo giorno da sindacati,governo,agenzia delle entrate,equitalia,comuni,regione ,provncia,asl e via dicendo. ma erano in letargo da 100 anni?

Ernestinho

Gio, 06/04/2017 - 06:41

Io me ne ero accorto già dal 2001!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 06/04/2017 - 08:08

BUGIARDI: al fisco va ben più del 50% delle buste paghe dei lavoratori. Si pensi all'IVA al 22% (destinata a salire), ai bolli e alle altre gabelle in generale. La Corte dei Conti o non sa fare i conti o è in mala fede. Propendo per la seconda ipotesi.

Ernestinho

Gio, 06/04/2017 - 08:15

E poi, in un altro articolo, leggiamo: "stangata sul mattone". Ma non la vogliono finire di tartassarci?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 06/04/2017 - 08:19

incompleto: se si aggiunge IVA, spazzature, bolli ecc. la tassazione è a livelli ben più elevati; ma soprattutto non si dice che la qualità dei servizi e delle (non) risposte dello stato ai cittadini è di livello terzomondista. Se lo stato non si dimezza e non esce dalle "partecipate strategiche" non si potrà mai abbassare il livello di tassazione. Grazie a computer, internet ed automazione, le aziende negli ultimi anni hanno quasi azzerato il numero degli improduttivi (segretarie, centralinisti, ecc.), mentre lo stato non ha praticamente ridotto un bel niente dove era più che possibile.