Allarme terrorismo islamico: ora l'Italia teme i lupi solitari

Giannini: "Fenomeno amplificato da radicalismo via web". In atto monitoraggio su migliaia di siti di ispirazione jihadista

Non c'era bisogno della strage di marines a Chattanooga per confermare ai responsabili italiani dell’Antiterrorismo che in questa fase la minaccia più concreta è costituita dai jihadisti "fai da te" decisi a entrare in azione al termine di un periodo di formazione militare e combattimento sui fronti caldi all’estero tra le file dei foreign fighter o più semplicemente dopo aver seguito un percorso di radicalizzazione via web. "Dal punto di vista mediatico e comunicativo - spiega all’AdnKronos Lamberto Giannini, Capo del Servizio Centrale Antiterrorismo del Dipartimento di Pubblica Sicurezza - lo Stato Islamico ha mostrato una grande capacità in termini di propaganda, utilizzando tecniche 'pubblicitarie' molto sofisticate".

Secondo le stime più recenti, l'Antiterrorismo calcola che siano circa 70-80 i foreign fighter partiti dal nostro Paese per combattere in Iraq, in Siria, nell’Africa del Nord. Di questi, pochissimi sono cittadini di nazionalità italiana, la stragrande maggioranza è costituita da stranieri che risiedono nel Belpaese. Questi vanno ad aggiungersi ai circa quattromila jihadisti che hanno lasciato momentaneamente i Paesi occidentali (1.500 dalla Francia, un migliaio dalla Gran Bretagna, 700 dalla Germania, circa 500 dalle regioni balcaniche) per sposare la causa dell'Isis. "Ma il fenomeno non nasce adesso - ammette Giannini - anche negli anni scorsi abbiamo avuto combattenti partiti per le zone di guerra della ex Jugoslavia e dell’Afghanistan. Quello che è cambiato è la dimensione del fenomeno, sicuramente molto più esteso in termini numerici. E il volano che fa aumentare le cifre è proprio l’attività di proselitismo sul web".

Quella dell'Antiterrorismo è un’attività realmente a tutto campo. A preoccupare maggiormente sono proprio i "rientranti", le persone che tornano in Italia dopo un periodo di formazione militare e combattimento all’estero. E anche quelli che per vari motivi non espatriano e magari si radicalizzano sul web. "Il pericolo di attentati non si può mai escludere - avverte Giannini - ma c’è da dire che, al momento, non ci sono segnalazioni di rischi specifici o imminenti per il nostro Paese". E anche per quanto riguarda il Giubileo, considerato un potenziale catalizzatore di interesse per la minaccia terroristica, "l’attività preventiva è costante ma per ora non ci sono particolari motivi di allarme". Il monitoraggio svolto su internet dall’Antiterrorismo si concentra su un numero sempre più esteso di indirizzi web, portali, forum di discussione in cui si inneggia al jihad. Migliaia di siti sono sotto controllo, sia quelli permanenti che quelli che restano attivi per brevi periodi, indirizzati a gruppi ristretti. Sotto il profilo della prevenzione, la sorveglianza è stata estesa anche a luoghi originariamente considerati non particolarmente a rischio, come la tomba di Dante a Ravenna. Massima vigilanza in prossimità dei porti, soprattutto quelli che si affacciano sull’Adriatico e sulle regioni balcaniche, attenzione particolare agli arrivi nei piccoli aeroporti periferici. "Grazie all’approvazione del recente decreto antiterrorismo - osserva Giannini- abbiamo una maggiore capacità di intervento, a cominciare proprio dai foreign fighter, e l’attività investigativa ha più strumenti su cui contare. L’azione preventiva si svolge in stretta e cooperazione tra tutte le forze di polizia e in costante rapporto con il Casa, il Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo, dove si mettono a fattor comune tutti i nostri sforzi, volti a percepire ogni minimo segnale e spunto investigativo".

Commenti
Ritratto di giordano

giordano

Ven, 17/07/2015 - 14:36

Contro i lupi solitari, e' necessaria la controffensiva dei solitari. Mettiamoci in testa che questa e' la 3a guerra mondiale, le istituzioni addormentate e pavide non lo confermeranno mai, se si pensa che tutto cio' va' avanti dalla notte dei tempi e solo ora si comincia a parlare di guerra di religione, fa' capire che siamo indietro di centinaia d'anni con la controffensiva. I crimini sono aumentati, l'arroganza pure e noi italiani siamo gli unici che in questo paese non contiamo nulla, prima vengono i golpisti alla napolitano, poi i massoni alla verdini, dopo di che' i danarosi ebrei alla de benedetti, poi i fancazzisti alla dalema e casini, e noi , quando veniamo? Dobbiamo continuare a vergognarci d'essere italiani ? o e' meglio eliminare le mele marce ed essere fieri di esserlo? Io propongo la seconda soluzione.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 17/07/2015 - 15:10

Si può vincere solo con i seguenti provvedimenti : - istituzione concorso esterno allargato - presunzione di colpevolezza di tutti i familiari fino al terzo grado con espulsione immediata coatta - carceri di massima sicurezza con obbligo di rieducazione ossessiva alla civiltà occidentale con permanenza non inferiore ai dieci anni - tribunali militari con giurisdizione esclusiva e senza appello - dichiarazione dello stato di guerra permanente con sospensione totale delle garanzie per i sospettati, gli incriminati e i condannati - diritto di rappresaglia allargata

Grix

Ven, 17/07/2015 - 15:27

Ma dai? Vi state svegliando dopo anni di torpore?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 17/07/2015 - 16:06

Specificate bene che tra i Lupi Solitari c'è mescolato anche anche Khalid Chaouki, Troller del PD.

primair

Ven, 17/07/2015 - 16:28

io da cittadino italiano se riconosco un terrorista dell'isis che ritorna in italia! ho diritto e lo faro ' a farlo fuori!!

giuliana

Ven, 17/07/2015 - 16:37

OGNI musulmano -anche il vicino di casa che vi sorride- può essere un lupo solitario.

Raoul Pontalti

Ven, 17/07/2015 - 16:43

Lupi solitari? Tutti con la rogna e la diarrea verminosa, non vanno lontano...

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 17/07/2015 - 16:49

Luigi.Morettini , concordo pienamente

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 17/07/2015 - 17:14

Al primo morto, perché non se ma quando, ma ci sarà, mi sento già le dichiarazione del bullo di half ano, sboldrina, Pd e del : non strumentalizzare. Spero almeno dopo gli italioti si sveglino, anche se ho i miei dubbi.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 17/07/2015 - 17:17

Raoul Pontalti, scusa se ti commento, non l'ho mai fatto. Leggo per la prima volta una cosa condivisibile con te. Ven. 17 ha fatto il miracolo. buona giornata, giordano g