Nel santuario c'è l'esorcismo, i passanti chiamano i carabineri

I militari dell’Arma hanno fatto una singolare scoperta

Anche un esorcismo può finire in cronaca nera. E’ accaduto a Trani, in provincia di Bari. Urla strazianti provenivano da un santuario della città pugliese alimentando i timori tra i passanti. A un certo punto uno di loro ha allertato i carabinieri. Di lì a poco l’intervento delle forze dell’ordine, le rassicurazioni nei confronti della persona impaurita, e poi la scoperta: un rito esoterico.

A scoprire tutto una pattuglia dell’Arma. Subito dopo l’allarme-urla si sono recati rapidamente al santuario di Santa Maria di Colonna.
Secondo la notizia riportata dalla “Gazzetta del Mezzogiorno”, il rito è avvenuto in maniera meno segreta del solito. Probabilmente non è la prima volta che a Trani si liberino corpi “posseduti dal male”.

Quello di ieri sera era di una ragazza che aveva chiesto al sacerdote di liberarla dalla possessione demoniaca in presenza anche di altre persone.

Il prete, don Mimmo Capone, unico esorcista in carica a Trani, ora in pensione, ha “liberato” il corpo della giovane donna uscita dalla chiesa poco dopo l'arrivo dei carabinieri, a rito terminato, provata fisicamente, ma serena in viso secondo le dichiarazioni di chi l'ha vista.