Alta tensione in tutta la Sardegna, trovata bomba inesplosa a Nuoro

L'ordigno, trovato sul davanzale di una struttura comunale in provincia di Nuoro, non è esploso solo per un difetto nella miccia. Nonostante sia stato trovato un accordo sul latte, la tensione, in regione, resta alta

L'hanno trovata sul davanzale di una struttura comunale, in provincia di Nuoro. È accaduto a Torpè, dove una bomba non è esplosa soltanto a causa di una miccia difettosa. E sui muri del centro ricreativo di Biddaona, invece, sarebbero comparse scritte contro gli allevatori: "No al voto per i pastori".

Secondo quanto riportato da TgCom24, per i quotidiani locali, l'ordigno ritrovato era considerto ad alto potenziale. E, se avesse funzionato, avrebbe potuto danneggiare anche le abitazioni vicine alla struttura coinvolta, un edificio che ospita la sede elettorale per le consultazioni.

Nonostante l'accordo raggiunto con i pastori per fissare il prezzo del latte a 80 centesimi al litro (che, poi, diventerà un euro a regime), nelle campagne della regione ci sono ancora tensioni. E sono diverse le ipotesi di reato prese in considerazione legate non solo a questo episodio ma anche alle proteste. Sul caso, infatti, sta indagando la polizia, che ha acquisito filmati delle rivolte dei pastori: dai blocchi stradali non autorizzati alla violenza privata, dal danneggiamento alle minacce, dalla rapina impropria al sequestro di persona non a scopo di estorsione.

Commenti

VittorioMar

Mer, 20/02/2019 - 13:54

..la situazione in TUTTA L'ISOLA E' TRAGICA !..per mancanza di LAVORO..e di Continuità Territoriale...oltre ad un ECCESSIVO SPACCIO DI DROGA ....!!