Famiglia rom deruba i romani: il Campidoglio gli condona la villa abusiva

Nella villa oggetti per milioni di euro di valore: provengono dai furti nelle case dei vip romani. Il condono accettato sulla base della semplice domanda

Nel clima già rovente sulla nuova affittopoli che sta travolgendo il già malandato Comune di Roma spunta un'altra indagine a imbarazzare i vertici Campidoglio. Una inchiesta che scaturisce da una villa abusiva, edificata negli anni Novanta su un terreno agricolo, nella periferia est di Roma. Dentro, manco a dirlo, abita una famiglia rom di origine serba, i Markovic. La struttura, sopravvissuta a un decreto di demolizione, sarebbe infatti stata condonata, acquisita al patrimonio del Comune e poi riaffidata ai Markovic.

L'intrigata vicenda, nella quale sono indagati quattro impiegati dell'ufficio condoni del Comune di Roma, ha smosso pure la procura capitolina. I pm hanno già dato disposizione di sequestrare all'ufficio Condoni edilizi alcune pratiche che riguardano una serie di condoni. "Il nucleo di polizia giudiziaria dei vigili urbani ha proceduto all'acquisizione di diverso materiale - spiegano - gli inquirenti hanno effettuato anche un serie di perquisizioni domiciliari a carico degli indagati". I reati ipotizzati dall'inchiesta coordinata dal pm Nadia Plastina sono abuso d'ufficio e corruzione. Al centro delle indagini sono, infatti, finite alcune presunte irregolarità nello svolgimento delle pratiche edilizie. "In sostanza - fanno capire da piazzale Clodio - si dovrà chiarire, attraverso le carte dell'ufficio condoni del Campidoglio, l'intero iter di autorizzazioni, allo stato 'opaco'".

Per cercare di capire qualcosa di più gli inquirenti e la polizia municipale dovranno andare abbastanza indietro nel tempo. La villa di tre piani nasce negli anni Novanta su un terreno agricolo. In vista dell'ordine di demolirla il Comune la acquisisce al suo patrimonio. Arriva una richiesta di condono che viene accettato, e qui la magistratura dovrà fare chiarezza, sulla base della semplice domanda. La villa viene, quindi, restituita ai proprietari, la famiglia Markovic. Proprio in quella villa, alcuni mesi fa, i carabinieri hanno recuperato oggetti per milioni di euro di valore che provengeno dai furti nelle abitazioni di diversi vip che vivono nella Capitale.

Mappa

Annunci

Commenti

risorgimento2015

Sab, 06/02/2016 - 11:51

Tutto bene...confiscate villa terreno......I delinquenti Marcovic,deportazione inmediata alla loro nazione che non e` in Guerra con nessuno!

VittorioMar

Sab, 06/02/2016 - 12:31

...ci sara da ridere quando indagheranno(SE INDAGHERANNO) su centri (a)sociali e stabili e locali okkupati..

Ritratto di ..sandrinoI£Mazzolatore...

..sandrinoI£Maz...

Sab, 06/02/2016 - 12:37

a MAFIAcapitale è cosa buona e giusta, per i casamonica ed i loro amici di famigghia

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 06/02/2016 - 12:37

Rosico. I dipendenti pubblici hanno un contratto a vita, vita lavorativa intendo, cio li mette nella posizione di organizzare nel tempo una rete di contatti che gli permette di abusare della propria e altrui posizione di potere e gestire la cosa pubblica come propria. Già è fastidioso chiedere permesso per far valere diritti sulla tua proprietà, figurati corrempere. Allora, noi la corruzione non la debelleremo mai perché l'illecito è innato all'individuo ma almeno potremmo allargare la base dei corrotti, cioè far guadagnare un po' più tutti, ripristinando il limite a venti anni ai dipendenti pubblici. E semmai al posto della pensione fargli costantemente corsi professionalizzanti. E poi via nel libero mercato del lavoro. E inneschi un cambio generazionale costante. Sarebbe democratico funzionale produttivo.

Linucs

Sab, 06/02/2016 - 13:05

Mi pare giusto. Immigrati, negri, zingari, froci, slavi, e naturalmente la Compagnia della Memoria. Ormai in Italia e in Europa conta solo questo.

ANTONIO1956

Sab, 06/02/2016 - 13:06

no qui bisogna confiscare il cervello di qualcuno per poi buttarlo nella pattumiera....ma tant'è ....fintanto che gli italiani votano la sinistra non c'è speranza...

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 06/02/2016 - 13:35

"Famiglia di Arcore deruba gli Italiani. La Giustizia gli condona tutti i reati."

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 06/02/2016 - 13:53

Graaaaazieeeee Romaaaaaaaa

Duka

Sab, 06/02/2016 - 14:09

La giunta di ROMA è tutta da galera !!!!!

claudioarmc

Sab, 06/02/2016 - 15:01

Guarda che combinazione

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 06/02/2016 - 15:40

A Roma essere Rom vale di più che essere Rom-ani...

27Adriano

Sab, 06/02/2016 - 16:19

Avranno sicuramente votato comunista!

Cheyenne

Sab, 06/02/2016 - 17:08

w il commissario di roma

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 06/02/2016 - 17:50

RIPROVO!!1 "caro" SNIPER ti vedo un po smemorato, il Capofamiglia di quella famiglia di Arcore è stato condannato ai lavori sociali per la sua "evasione" NON ha CONDONATO!!! E questo TIRATORE DI COCA (come mi chiami Tu)paga ogni anno qualcosa come 20.000 Eurii di IMPOSTE SUL REDDITO in Italia, anche se non è piu residente, TU QUANTO PAGHI???? Pax vobiscum.

ectario

Sab, 06/02/2016 - 18:14

@stufo, qua siamo più stufi di te. Non prenderci pure pooo cu..lo! Roma è sotto dittatura di uno scarso 25% di cittadini comunisti, che si guardano bene dal mandarci a votare. Roma è vittima dei rossi da 40 anni, che vincono sempre con gli impicci a danno della stragrande maggioranza dei romani, e si vedono i risultati. Poi una volta che si vince ci va un moscio! Situazione uguale in tutta Italia, questi non rappresentano un catzo di maggioranza ma dominano.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 07/02/2016 - 00:30

Viene da chiedere conto a tutti i sinistri che hanno governato Roma, molto più tempo dei destri, cosa hanno fatto durante il loro mandato. Mi riferisco ad: Argan '76, Petroselli '79, Vetere '81 - '82, Carraro '89 - '92 - '93, Rutelli '93 - '97, Veltroni 2001 - 2006, Marino 2013. Come mai accusano di tutto lo schifo che sta venendo a galla su Roma la destra di Alemanno, che ha governato solo nel 2008? Non è che tutta questa gentaglia dipinta di rosso si comporta come quel famoso lupo che accusava l'agnello, più in basso di lui nel ruscello, di inquinargli l'acqua? Non è che per l'ennesima volta i sepolcri imbiancati della sinistra scaricano addosso ad altri il fetore del loro marciume? Quando smetteranno gli italiani di dare retta ai mistificatori trinariciuti che si sono permessi di rubarci la democrazia?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 07/02/2016 - 01:13

Risorse !!!!