Alzarsi presto rende felici?Pro e contro della levataccia

Secondo una ricerca della University of Toronto quelli che si svegliano presto la mattina sono più sani e felici rispetto a chi resta a letto fino alle 11. Ma è davvero così?

Secondo una ricerca della University of Toronto quelli che si svegliano presto la mattina sono più sani e felici rispetto agli altri. In particolare, chi ama alzarsi verso le 11 del mattino e preferisce la sera è più sensibile al jet lag sociale, in cui l’orologio biologico dell’individuo non è ben sincronizzato con le attività sociali comuni. Invece, le persone che si svegliano presto sono più attente, felici, motivate ad accettare le sfide e hanno un miglior sistema immunitario. Lo studio, pubblicato sulla rivista "Emotion" ha anche mostrato che la maggior parte delle persone, intorno ai 60 anni di età, finisce col diventare mattiniera. La ricerca ha riguardato due gruppi di individui: 435 giovani e adulti fra i 17 e i 38 anni e 300 anziani fra 59 e 79 anni di età.

Ma è davvero così? Ecco cosa ne pensiamo:

- Meglio alzarsi presto di Orlando Sacchelli

- La levataccia? Impossibile di Clarissa Gigante

Commenti

corto lirazza

Mer, 13/06/2012 - 22:59

io mi sono alzato alle 5.45 per 40 anni, non sapevo di essere così fortunato...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 14/06/2012 - 02:20

Siamo più di 6 miliardi sulla Terra e questi cervelloni di Toronto traggono conclusioni da sole 735 persone e per giunta solo del loro paese. Mi chiedo che livello di studi si pratichino in quella università e quali ricercatori la frequentino.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 14/06/2012 - 12:10

Io per motivi di lavoro mi alzavo alle cinque del mattino , ed ero sempre incazzato come una biscia. Poi ricordatevi che non conta alzarsi presto l'importante è svegliarsi presto. Alcuni politici anche nel pomeriggio inoltrato dormono ancora , pensate al mattino ?

migrante

Gio, 14/06/2012 - 12:20

secondo il mio modestissimo parere cio`che aiuta a vivere meglio e quindi ad esser relativamente piu`felice e`la possibilita`di svegliarsi in modo "naturale", cioe`senza sveglie o rumori

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 14/06/2012 - 12:59

non ho capito. ho 60 anni da quando sono nato?

Nadia Vouch

Gio, 14/06/2012 - 23:07

Ricerca proveniente dalla "Università della vita", a libero accesso universale, non richiesta preparazione in altre materie se non esserci. Da giovani, risulta che si vorrebbe dormire molto, tanto che da neonati si dorme quasi tutte le ventiquattro ore. Da vecchi, non si dorme, perché si hanno pensieri, dolori, spesso solitudine. Nelle età di mezzo, si maledice il momento di alzarsi per forza per andare al lavoro. Ci si alza invece assonnati, ma positivi, se si tratta di andare a pescare, o in gita di piacere. Attualmente, in molti non dormono per colpa di pensieri varii. Perciò, da questa mia ricerca, risulta che molte persone ottimiste si sono trasformate in pessimiste. In alcuni non sono tuttavia variate le ore dedicate al sonno. Fine della ricerca.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 15/06/2012 - 08:41

Svegliarsi presto fa bene. E' nel ritmo naturale.

linoalo1

Ven, 15/06/2012 - 09:16

E bravi gli scenziati!Chi ha un lavoro che lo soddisfa,è chiaro che non ha problemi!Al contrario,chi ha un lavoro che non piace!O,forse,non è così semplice?Lino.