Amal contro Cherie, le due note avvocatesse si sfideranno in tribunale

La moglie di Clooney e quella dell'ex premier britannico Tony Blair difenderanno i due presidenti che si contendono le Maldive

L'avvocato Amal Alamuddin Clooney in una foto d'archivio

Amal Alamuddin contro Cherie Blair. La 37enne moglie di George Clooney contro la 61enne moglie dell'ex primo ministro britannico Tony Blair. È Repubblica rivelare la sfida che si terrà nelle aule di tribunale tra le due famose avvocatesse nel processo tra l'ex presidente delle Maldive Mohammed Nasheed contro il suo successore Abdullah Yameen, che, dopo averlo deposto con un golpe, lo ha condannato a 13 anni di prigione.

"La settimana prossima andrò alle Maldive per rappresentare l'ex presidente Mohammed Nasheed", ha annunciato la signora Clooney, "vittima di un processo politico internazionalmente riconosciuto come una farsa". Nasheed, dopo aver vinto le prime ezioni democratiche delle Maldive, è stato costretto a dimettersi, con una pistola alla tempia, dall'attuale presidente dell'arcipelago, Abdullah Yameen. La Corte Suprema ha, poi, annullato il risultato delle urne, imprigionando l'ex presidente per presunte accuse di "terrorismo". Amal difenderà l'ex presidente Nasheed per lo studio legale londinese Doughty Street Chambers, mentre l'attuale presidente maldiviano si è rivolto alla società di consulenze di Londra Omnia Strategy, fondata dall'ex first lady. Proprio il marito Tony ha difeso la sua Cherie dall'accusa di essere una "immorale approfittatrice spiegando che, se da un lato è vero che fa il proprio interesse, dall'altro lato è pur vero che lavora nell'interesse della comunità internazionale perchè sospinge i dittatori verso la democrazia.