Amatrice, il sindaco ai turisti: "Niente selfie tra le macerie"

Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi ha parlato ai microfoni del Tg3 facendo un appello ai turisti affinché non vadano tra le macerie per farsi i selfie

"Venite a visitare le nostre montagne, il nostro ambiente, ma non fate selfie sulle macerie. Perchè le macerie della nostra terra sono anche quelle dello spirito di ciascuno di noi". Stamattina ho sorpreso e cacciato via in malo modo delle persone che si stavano fotografando accanto alle macerie".

Così il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, in un'intervista al Tg3, ha parlato delle persone che vanno nel paese terremotato e scattano delle foto tra le macerie. "Grande solidarietà degli italiani che ci hanno sempre aiutato dal 24 agosto. Il turismo è morto. Dobbiamo essere bravi affinchè riparta il mondo commerciale. Invito la gente a venire qui per vivere le nostre montagne che sono straordinarie. Faccio un appello affinchè non veniate ad Amatrice per farvi i selfie sulle macerie, sennò un pochettino mi inc....", ha dichiarato il primo cittadino.

Commenti

Trinky

Lun, 17/04/2017 - 23:15

Io ho avuto a che fare con il terremoto in Friuli e assicuro che la gente allora faceva le foto e adesso i selfie: non c'è rispetto per i terremotati. Però potrebbe sempre cadere una tegola in testa a quelli dei selfie.......

salvatore40

Lun, 17/04/2017 - 23:44

Tutto si fa per un selfie, in un esibizionismo strettamente bovinesco e onniomologante. Quelle rovine sono, prima di tutto,espressione scientifica della nullità degli stessi autofotografanti !

atomino

Mar, 18/04/2017 - 08:09

Basta anche alle continue sfilate di politici, presidenti di camere, che cercano ribalta mediatica. In televisione ho visto che si sono adoperati per la scampanata (sì hanno fatto un traliccio con le campane per sentire le campane a Pasqua!!), tutti a intervistare solo le persone entusiaste, ma 6 mesi per costruire 25 casette di legno e un intero inverno per montare delle tensostrutture a tunnel per il bestiame! Ha avuto ragione Fiorello che ha declinato ogni invito per le solite scanzonate o spettacoli solidali post terremoto! Il sindaco comunque avrebbe fatto meglio a rilasciare meno permessi di costruire e a far vigilare i cantieri prima del sisma.. ma è la solita storia! A seguire le leggi eccezionali per l' idoneità statica degli edifici e i vincoli architettonici per quelli storici pericolanti! Ma le norme antisismiche esistono da decenni!!!

peppino51

Mar, 18/04/2017 - 09:33

Caro Sindaco, premetto che fare turismo sulle tragedie non è ammissibile,però quando ti facevi le foto con Renzi per farti "bello" non eri già terremotato? Ora che Renzi ti ha scaricato, ti scarichi la rabbia con i turisti?

dallebandenere

Mar, 18/04/2017 - 10:15

@peppino51,la scorsa estate ho dato il mio contributo ad Amatrice.Ti garantisco che dove si lavora (tecnici,operai,forze dell'ordine...) non c'è nessun bisogno di avere fra i piedi "i turisti" e ti garantisco pure che vedere da vicino le macerie con i segni di quella che era stata vita fino a poco tempo prima (lenzuola,scarpe,giocattoli,libri...) non è per niente un bel vedere.A me non è capitato di incontrare queste belle persone,ma sono d'accordo con il Sindaco: chi va a farsi i selfie sulle macerie,andrebbe preso a calci sul posto.