Gli ambulanti minacciano di morte i vigili urbani

Infastiditi dai controlli, gli abusivi circondano e aggrediscono i vigili a Salerno. Volano parole grosse e minacce di morte. I fatti dopo l'aggressione subita da un agente pochi giorni fa

Nessuno li può controllare né dire loro che devono andare via insieme alle loro bancarelle. E così gli ambulanti del lungomare di Salerno hanno circondato e minacciato di morte i vigili urbani “colpevoli” di voler applicare la legge.

È accaduto nella serata di mercoledì, in una delle zone più frequentate dai turisti giunti in città per il Natale. Stando a quanto riporta Il Mattino di Salerno, una trentina di venditori ambulanti, inferociti dall’ennesima operazione anti-abusivi degli agenti della municipale, hanno circondato i sette vigili in servizio. Sono volate parole grosse, qualcuno degli ambulanti ha minacciato di morte gli agenti che stavano facendo il loro lavoro. Tutto questo davanti ai turisti e ai cittadini che sono intervenuti a favore dei tutori dell’ordine, chiedendo ai venditori abusivi di andarsene.

Dopo diversi minuti di tensione, la situazione è tornata alla normalità quando gli ambulanti, tutti extracomunitari, si son caricati la mercanzia sulle spalle e hanno abbandonato il lungomare salernitano. Anche perché nel frattempo i vigili avevano chiamato i rinforzi.

L’episodio segue di pochi giorni un altro fatto, di uguale tenore, avvenuto proprio sulle strade del turismo a Salerno. In questo caso, l’ambulante senegalese – infastidito dai controlli dei vigili – ha prima inveito e poi aggredito con un colpo al viso uno degli agenti in servizio che stava procedendo ai controlli. Fermato e poi denunciato, l’abusivo s’è ritrovato con tutta la sua “merce” posta sotto sequestro.

Commenti

istituto

Ven, 23/12/2016 - 16:30

Si vede che a Salerno ci sono un sindaco ed una giunta con gli attributi. Qui a Milano è tutto un proliferare di bancarelle abusive agli angoli delle strade ( che intralciano il passaggio dei pedoni tra l'altro) o in metropolitana, senza che si veda l'ombra di un vigile o di polizia metropolitana a fare un controllo od una multa. A Milano c'è pure uno specie di suk con venditori di ombrelli ( quando piove),riviste accendini, ecc lungo il piccolo tunnel che introduce all'entrata principale dell'Istituto Nazionale dei Tumori ( centro numero uno per la ricerca e la cura dei tumori in Italia). Senza ovviamente che nessuno dell'Istituto,del Comune di Milano, o della polizia municipale provveda in merito. Si vede proprio che abbiamo una GIUNTA DI SINISTRA.