"Ragazze minorenni e vergini". Le ricerche di Bossetti sul pc

Il muratore di Mapello, secondo le analisi del pc, avrebbe ricercato ragazza minorenni come chiave di ricerca. Sul pc inoltre erano presenti "copiose quantità di materiale pornografico"

Gli esperti informatici dell'Arma dei carabinieri (Racis) hanno confermato gli esiti delle analisi sui dispositivi informatici di Massimo Bossetti.

Il muratore di Mapello, sotto processo con l'accusa di aver ucciso Yara Gambirasio, ha effettuato ricerche sul computer a carattere sessuale. Il dettaglio scabroso della vicenda sono le "chiavi" digitate sui motori di ricerca: "Ragazzine con vagine rasate" e "Ragazze vergini rosse".

Il tenente Giuseppe Specchio e il maresciallo Rudi D'Aguanno del Racis, il raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche, hanno inoltre trovato una "copiosa quantità di materiale pornografico". Inoltre, gli esperti hanno spiegato che il computer è stato acceso il 26 novembre 2010, proprio il giorno della sparizione di Yara. L'attività svolta sul pc non può però "essere condotta ad attività dell'utente".

Commenti

franco-a-trier-D

Ven, 19/02/2016 - 15:53

ma in Italia o Germania?

agosvac

Ven, 19/02/2016 - 16:08

Sarà, ma se si controllassero i pc di gran parte degli italiani, maschi e femmine, probabilmente si avrebbero grosse sorprese sui siti più o meno porno frequentati. Peccato che una cosa è frequentare un sito allegrotto, cosa ben diversa uccidere una ragazza. A proposito, ma i carabinieri non hanno mai controllato il pc della Pm, così, solo per curiosità, solo per vedere se fosse o no interessata al sesso???????

Giampaolo Ferrari

Ven, 19/02/2016 - 16:08

Non sanno piu come uscirne da questa faccenda ci costerà qualche centinaio di milioni di danni.

Gianluca_Pozzoli

Ven, 19/02/2016 - 16:22

mi chiedo se il segreto istruttorio/processuale sia rispettato!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 19/02/2016 - 16:50

Il 70% delle ricerche è incentrato sul porno perchè buona parte degl'italiani sono una banda di segaioli che voterebbero come loro capo il segaiolo per eccellenza: renzi-no. Ingalera ci devono andare i colpevoli con prove argomentate e non viste dal buco della serratura dei segaioli.

Mizar00

Ven, 19/02/2016 - 16:58

""copiosa quantità di materiale pornografico" .. e quindi ? A questo siamo ridotti come prove ??

Mizar00

Ven, 19/02/2016 - 17:00

Mi aspetterei da un sito tendenzialmente imparziale come questo una migliore copertura di quello che accade DAVVERO nelle udienze, con dialoghi che sfiorano il surreale. Altro che dubbi sulla colpevolezza..

Libertà75

Ven, 19/02/2016 - 17:25

possono anche dimostrare che la ricerca sia stata effettuata sicuramente dall'imputato e possono escludere assolutamente che non sia stata compiuta dal figlio minorenne? non sia mai che condannino questo solo perché ha un figlio eterosessuale (oggi una disgrazia, quando tutti sognano il figlo gay)

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 19/02/2016 - 17:27

Mi immagino lo stato d'animo di Marika e dei figli..una famiglia devastata..certo che del tutto normale Bossetti non e'..pero' per condannarlo non basta.Quanti tra preti pedofili per esempio faranno le stesse ricerche?..ma mica per questo sono degli assassini.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 19/02/2016 - 17:32

@agosvac, ma Lei è l'avvocato difensore di Bossetti in incognito? Andiamo su, il fatto che il muratore di Mapello fosse interessato sessualmente alle ragazzine rosse e vergine, non è una prova di colpevolezza, ma un piccolo indizio, che, unito agli altri indizi e alla prova del DNA, contribuisce a costruire un quadro accusatorio dal quale Bossetti difficilmente ne uscirà indenne.

giosafat

Ven, 19/02/2016 - 17:35

Ma che 'minchiata di dettaglio scabroso' è? A parte che certi link di ricerca di materiale pornografico partono automaticamente accedendo a certi siti, uno sarà padrone di cercarsi ragazze belle, vergini, magari bionde per gli strac****i suoi o deve chiedere permesso a qualcuno? Analisi e risultati che non provano una beata cippa: hanno costruito un colpevole ma non sanno costruire il castello delle prove per inchiodarlo e vanno a tentoni con queste 'monate' buone solo per i malati di gossip. Da notare infine l'estrema riservatezza con cui sono ammantate le indagini: un verminaio ignobile.

Raoul Pontalti

Ven, 19/02/2016 - 17:40

Ininfluenti quelle ricerche, salvo che non si trovino riferimenti specifici a tredicenni e materiale relativo (con conseguente incriminazione per detenzione di materiale pedopornografico ex art. 600 quater cp se furono scaricate immagini). Più interessante notare come, a seguito delle deposizioni rese da periti della difesa alcune udienze fa, non sussistano dubbi sul fatto che: il Bossetti morto poco più do in mese fa non era il padre biologico del muratore come risultò da una perizia effettuata dalla famiglia presso l'università di Torino, Ignoto1 coincide con il muratore e conseguentemente il padre biologico di Ignoto1 ossia l'autista di Gorno è il padre biologico del muratore. Nemmeno l'esperto della difesa Marzio Capra contesta tutto ciò, limitandosi a insinuare dubbi sulle modalità di isolamento del DNA di Ignoto1.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 19/02/2016 - 17:43

...." L'attività svolta sul pc non può però "essere condotta ad attività dell'utente"......Già,è stata mia nonna!!!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 19/02/2016 - 17:43

.....le cose scritte in questo articolo non hanno alcuna valenza penale...nello stesso tempo fanno a brandelli la privacy di un imputato che proprio per il fatto di essere imputato non è ancora reo di nulla e non dovrebbe essere alienato dei suoi diritti--prosit

rossini

Ven, 19/02/2016 - 17:57

Allora fatemi capire. Il giorno della sparizione di Yara il computer era acceso ma non si può sapere se dietro il computer ci fosse Bossetti (L'attività svolta sul pc non può però "essere condotta ad attività dell'utente"). Però quando su quello stesso pc si facevano le ricerche sulle ragazze vergini era proprio Bossetti che le faceva.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 19/02/2016 - 18:21

L'unica cosa da augurare ai bastardi che difendono un tale fenomeno, è che un altro simile animale si "interessi" alle loro figliole. Auguri.....

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 19/02/2016 - 18:25

Minorenni vergini...... è riuscito a trovarne qualcuna ?

meloni.bruno@ya...

Ven, 19/02/2016 - 18:37

chiudete il cancello e buttate la chiave!

linoalo1

Ven, 19/02/2016 - 18:37

Quanti uomini avranno fatto le stesse ricerche!!!Di cosa sono colpevoli???Di Curiosità Sessuale??Cosa c'è di strano e di illegale,se il tutto è pubblico???M,poichè il Bossetti è il Capro Espiatorio Designato,tutto fa brodo,pur di presentarlo come Il Mostro!!!!

Kosimo

Ven, 19/02/2016 - 19:11

mi sembra strano che non si sia sbarazzato del pc con tutto il tempo avuto a disposizione, evidentemente più passava il tempo e più si sentiva sicuro

bruco52

Ven, 19/02/2016 - 19:27

quest'uomo, la sua famiglia d'origine, la moglie e i figli hanno subito uno sputtanamento tale che nemmeno i criminali nazisti hanno subito...se è colpevole non lo so, ma certo non lo sono i fratelli, la moglie, i figli e i nipoti, se un giorno ne avrà.....

Miraldo

Ven, 19/02/2016 - 19:42

Fate ridere i polli, avete preso un granchio e non sapete come uscirne.

Linucs

Ven, 19/02/2016 - 19:52

L'attività svolta sul pc non può però "essere condotta ad attività dell'utente". Cosa vorrà mai dire.

delio

Ven, 19/02/2016 - 20:42

che nei computer dell'90% degli Italiani ci sia materiale pornografico non ci piove, cari garantisti, quando si tratta di materiali pedo pornografici minori o altro, il discorso cambia e di molto

Dordolio

Ven, 19/02/2016 - 21:29

Io da siti dell'Est ricevo quotidianamente sul mio indirizzo professionale conosciutissimo decine di email che linkano a improbabili donnine facili e vogliose. Pago caro e amaro un antispam di terze parti che mi intercetta QUASI tutto. Ma se non sto attento e nella fretta della consultazione della posta ci clicco sopra.... Serve altro? Basterebbe alla psico-polizia? Tempo fa - solo seguendo un innocentissimo Newsgroup mi pare di radioamatori - scoprii di scaricare inavvertitamente piccoli allegati che non aprivo mai e di pochissimo peso. Aperti, risultarono essere foto oscene a bassa risoluzione.

Dordolio

Ven, 19/02/2016 - 21:36

Aggiungo - ma i giornali non ne parlano più, solo OGGI vi dedica un minimo di interesse - che il famoso test del DNA è stato DEFINITIVAMENTE demolito nei giorni scorsi dal perito della difesa. Con scorno della PM. Non avendo niente di meglio, si riprende con la demolizione dell'immagine dell'imputato su altri fronti. La sua sicura condanna non avverrà sulla base di prove certe, ma sull'immagine di lui che è stata costruita nel tempo.

squalotigre

Ven, 19/02/2016 - 21:59

Raoul Pontalti - se facessero il test di DNA ad un campione significativo della popolazione chissà quanti figli non sarebbero legittimi. Ma che cavolo di prova è per accusare una persona di omicidio? Poi se si è collegato a qualche sito porno, allora non ci sono dubbi, diamogli l'ergastolo. Gli inquirenti non sanno più che cosa produrre per coprire il pressapochismo con il quale sono state condotte le indagini. Di movente non se ne parla e nemmeno del luogo in cui è stato commesso il delitto. Ah, però Bossetti è cornuto, quindi è un omicida. Ma per favore neanche in Egitto dove condannano i bambini di 4 anni all'ergastolo.

alfa553

Ven, 19/02/2016 - 22:54

E con questo? perche viaggia sui siti porno vuol dire che un assassino? fate ridere i polli,siete dei terroristo della notizia e del giornalismo,giusto per le chiacchere dei programmi idioti di madiset.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 20/02/2016 - 00:16

"...colpevole ogni ragionevole dubbio."L'unica certezza sta nel fatto che mentre lui cercava filmati porno la moglie il porno lo faceva con altri.

Libero1

Sab, 20/02/2016 - 04:03

Che gli incompetenti investigatori per coprire la figuraccia rimediata in quattro anni di investigazione dopo aver speso milioni e milioni di euro (di tasse pagate dagli italiani)vogliono far pagare a tutti i costi a Bossetti la loro incompetenza di non essere stati capaci di tirare fuori un ragno dal buco e' noto.Che poi ora cercano di arrampicarsi sui specchi con la storiella che Bossetti cercava minorenni e vergini mi fa' pensare che anche il DNA e' stato falsato.