Anche il figlio di Bossetti tra i testimoni nel processo

Il 15enne sarà ascoltato dai giudici il prossimo 15 aprile

Ci sarà anche uno dei tre figli di Massimo Bossetti il prossimo 15 aprile davanti ai giudici nell'udienza in cui riprende il processo all'unico imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio.

Come riportano l'Eco di Bergamo e il Giorno, infatti, la Corte ha ammesso a deporre una cinquantina di testimoni, tra cui una fisioterapista che dichiarò di essere stata importunata nel centro sportivo di Brembate poco prima della scomparsa di Yara, un tecnico della Vodafone, due testimoni scelti dalla difesa e, appunto, il primogenito quindicenne di Bossetti e Marita Comi. L’audizione del minore avverrà a porte chiuse alle 15.

Durante l'udienza, che dovrebbe chiudere l'istruttoria dibattimentale, la difesa chiederà una nuova perizia sul Dna trovato sui vestiti di Yara, dopo aver chiesto una perizia sull'autocarro di Bossetti.

Commenti

tonipier

Sab, 02/04/2016 - 16:25

" SOLO SVENTURATO" Il popolo italiano dovrebbe altresì chiedersi: quante sono le componenti del parassitismo sociale che vivono, che prosperano a spese della collettività nazionale?.

linoalo1

Sab, 02/04/2016 - 16:27

Ovviamente,sarà tutto inutile!!!Il Capro Espiatorio Designato,è lui e solo lui!!!Ormai,solo un Reo Confesso,potrebbe cambiare la Fissazione del o dei P.M. invischiati in questo caso!!!!

bengaltiger

Sab, 02/04/2016 - 17:03

@linoalo1: il DNA di Bossetti è stato trovato sulla povera Jara, il che rende Bossetti colpevole. Punto.

aredo

Sab, 02/04/2016 - 17:24

Questi fecciosi giudici e magistrati di sinistra devono essere fermati! Fucilazione con processo militare per alto tradimento è ciò che merita la sinistra tutta ed il loro braccio armato magistratura brigatista prima di tutti!

giottin

Sab, 02/04/2016 - 17:30

Dopo tutti i milioni spesi e non essendo venuti a capo di nulla, dovevano ben trovarlo un colpevole per giustificare l'incapacità della procura e degli investigatori.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 02/04/2016 - 18:35

bengaltiger - Non è esatto quello che dice e le cose non sono proprio bianco e nero...

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 02/04/2016 - 18:40

X bengaltiger: Anche a Mestre avevano trovato il DNA di una infermiera,sul cadavere della vittima.Poi la vera VERA assassina ha confessato! Perciò il tuo DNA te lo metti nel cu.... Intanto la prima accusata s'è fatta due anni di gattabuia,e meno male che la colpevole VERA è stata scoperta!

Dordolio

Sab, 02/04/2016 - 22:02

Bengaltiger, le ricordo che i DNA trovati sulla povera Yara sono pressochè INFINITI... A domanda specifica fatta in aula a chi ha indagato in tal senso è stata data la risposta raggelante: "non potevamo controllarli tutti".... Ed è - assurdamente - una risposta assolutamente onesta se ci si fa mente locale....

rossini

Dom, 03/04/2016 - 08:21

La sentenza è già scritta. L'imperativo categorico è parare le chiappe della PM per il superiore fine della salvaguardia del prestigio della Magistratura. Stessa logica della sentenza di primo grado che condannò Tortora. Siamo in un regime, come ai tempi di Mussolini quando, per convincere i cittadini che lo Stato era presente e vigilava su di loro, venne condannato per l'assassinio di alcuni bambini un tale GIROLIMONI che non c'entrava nulla.