Ancona, follia in Tribunale: ​un rom picchia un avvocato

L'uomo avrebbe preso a pugni per le scale del palazzo di giustizia il legale della controparte

Follia nel Tribunale di Ancona. Questa mattina, al termine dell'udienza di un processo per stalking che vede imputato uno dei componenti di una nota famiglia di etnia rom, il padre dell'imputato avrebbe aggredito a pugni per le scale il difensore della presunta parte lesa, l'avvocato Angelo Mariella.

In seguito la madre dell'imputato ha a sua volta sostenuto di essere stata strattonata dall'avvocato.

Sono così intervenuti i carabinieri, per riportare la calma. L'avvocato Mariella si è fatto medicare al pronto soccorso, la signora Spinelli ha chiamato un'ambulanza del 118 per farsi accompagnare in ospedale.

Commenti

paolonardi

Lun, 14/09/2015 - 15:03

Ma com'e bella la cultura degli zingari! Come ci arricchirebbe se abbracciassimo ed accogliessimo a braccia aperte quest delinqienti che gia' hanno fatto scuola ai black blok, ai No Tav, ai centri sociali e compagnia bella

elalca

Lun, 14/09/2015 - 15:21

ma perchè un avvocato si sente in dovere di difendere un individuo di tale fatta? non mi si venga a dire che è per missione. sarà forse perchè gli zingari hanno molta disponibilità di contante e scarsa propensione a chiedere fattura?

Gfrank54

Lun, 14/09/2015 - 16:31

perfettamente integrati.

VittorioMar

Lun, 14/09/2015 - 16:32

...è la giustizia fai da te della loro cultira..

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 15/09/2015 - 09:04

Zingari si chiamano zingari