Angela Celentano, dietro la ragazza messicana si nascondeva un uomo

Emergono nuovi particolari sulla convocazione in procura per i genitori di Angela Celentano, la bambina scomparsa nel 1996 sul monte Faito

"Otto ore sotto torchio". Emergono nuovi particolari sulla convocazione in procura per i genitori di Angela Celentano, la bambina scomparsa nel 1996 sul monte Faito. Come racconta il Tempo Oggi i genitori sono convinti che sia ancora viva. Ma dietro la convocazione in procura ci sarebbero alcune novità imporatnti su Celeste Ruiz, la ragazza messicana che sosteneva di essere Angela e di essere stata affidata ad buna nuova famiglia dopo essere stata rapita. La ragazza, secondo gli investigatori non sarebbe Angela Celnetano. Dietro quel nome un uomo di 35 anni, uno psicologo di nome Jose Manuel Vasquez.

Si trattava di uno dei figli nati da un precedente legame di Norma, la moglie di Cristino Ruiz, un funzionario del Ministero della Giustizia. Gli investigatori sono arrivati a lui rintracciando le mail arrivate ai Celentano. Ora si vuole fare luce su cosa abbia spinto quell'uomo a fingersi prima una donna e poi sostenere anche di essere Angela Celentano. Adesso gli inquirenti vorrebbero iscirvere l'uomo nel registro degli indagati. Per gli investigatori messicani l'accusa è quella di "aver costruito una falsa verità per motivi sconosciuti".