Animali anche sul Frecciarossa. Esulta la Brambilla

A partire dal 25 luglio gli amici a quattro zampe potranno salire a bordo anche dei treni ad Alta velocità, sia in 1^ che in 2^ classe. L'ex ministro Brambilla: "Un grande regalo per milioni di cittadini"

La firma ufficiale è avvenuta a bordo di un Frecciarossa: Trenitalia e la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente (che riunisce le principali organizzazioni nazionali animaliste e ambientaliste) hanno raggiunto un accordo che permetterà ai cani di viaggiare a bordo dei treni più veloci (le Frecce e gli Eurostar, oltre ai treni attualmente previsti), sia in 1^ che in 2^ classe. Dal 25 luglio si potranno prenotare e acquistare i biglietti presentandosi direttamente in agenzia o in biglietteria. L’iniziativa - spiega Fs - intende facilitare la vita quotidiana dei milioni di italiani che vivono con un animale domestico, promuovendo una culturasempre più "Animal Friendly", e allo stesso tempo, anche attraverso opportune campagne di comunicazione, garantire un contributo al contrasto del deplorevole fenomeno dell’abbandono e del randagismo. Perché tra le conseguenze più tristi e inquietanti del divieto c'era anche l'abbandono degli animali con il sopraggiungere dell'estate.

Cosa occorre per viaggiare con il proprio cane

Prima di partire per il viaggio con il proprio cane è bene ricordarsi alcune cose: museruola e guinzaglio, certificato di iscrizione all’anagrafe canina (per i cittadini stranieri l’apposito passaporto del cane) e libretto sanitario. L’amico a quattro zampe potrà viaggiare in 1^ e 2^ classe e nei livelli Business e Standard e il proprietario dovrà acquistare un biglietto prezzo Base (previsto per il treno utilizzato) ridotto del 50%. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono, invece, viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senzaalcun obbligo. Il biglietto per il trasporto del cane può essere acquistato nelle biglietterie e nelle agenzie abilitate, collegandolo a quello dell’accompagnatore ed è valido solo se utilizzato per il treno ed ilgiorno prenotato. Nel caso in cui si decide di viaggiare con l’amico aquattro zampe, dopo aver già acquistato un biglietto, è necessario effettuare il cambio e congiuntamente acquistare il biglietto anche per il cane. Gli animali di piccola taglia, custoditi nell’apposito contenitore, continueranno a poter viaggiare gratuitamente su tutti i treni Trenitalia, così come avvenuto fino ad oggi. L’accordo prevede, inoltre, l’opportuna formazione del personale ferroviario,anche attraverso il diretto coinvolgimento delle associazioni animaliste aderenti alla Federazione, e l’individuazione nelle stazioni ferroviarie di punti diaccoglienza dotati di servizi per i turisti a 4 zampe. Per ulteriori informazioni consultare i siti web trenitalia.com, www.nelcuore.org e www.vacanzea4zampe.info

Esulta la Brambilla

"Una grande vittoria, un cambiamento epocale, un grande regalo per tutti gli Italiani che amano gli animali, al quale sono davvero felice di avere contribuito" . Commenta così l'ex ministro del Turismo, on. Michela Vittoria Brambilla, l'accordo da lei siglato questa mattina in rappresentanza della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente con l'a.d. di Trenitalia Mauro Moretti. "Da tanti anni - continua l'on. Brambilla - gli italiani chiedevano di potersi muovere liberamente in tutto il paese senza doversi separare dal proprio amico a 4 zampe. Vi sono, infatti, tanti cittadini che non guidano la macchina o che comunque non amano farlo per lunghi viaggi. Oggi la loro vita sarà più semplice". "L'accordo che io e l'ing. Moretti abbiamo siglato questa mattina segna un cambiamento epocale in termini di progresso culturale e di riconoscimento dei diritti degli animali e di tutti coloro che con essi convivono, considerandoli veri e propri membri della famiglia. Un grande regalo - conclude Michela Vittoria Brambilla - per tutti questi milioni di cittadini, al quale sono davvero felice di aver contribuito".