Anm, barricate contro il governo

Il sindacato delle toghe diserterà l'inaugurazione dell'anno giudiziario in Cassazione: "Dal governo accordi non rispettati"

L'Associazione nazionale magistrati diserterà la cerimonia, fissata per il 26 gennaio, di inaugurazione dell'anno giudiziario in Cassazione. È la forma di protesta, approvata all'unanimità dal direttivo del sindacato delle toghe, adottata dall'Anm per il "mancato rispetto degli accordi" da parte del governo sui correttivi, chiesti dai magistrati, al decreto sulla proroga dei pensionamenti solo per alcuni (tra cui il presidente e il pg della Suprema Corte, Gianni Canzio e Pasquale Ciccolo) e sulla legittimazione ai trasferimenti. I rappresentanti dell'Anm parteciperanno invece alle inaugurazioni dell'Anno giudiziario nelle Corti d'appello sabato 28 gennaio. Si tratta della prima volta che viene attuata una protesta delle toghe durante la cerimonia in Cassazione, dove i vertici dell'Anm non svolgono di regola un intervento ma sono presenti tra gli ospiti nell'Aula magna di Palazzaccio. Negli anni passati, invece, iniziative di protesta si erano svolte durante le inaugurazioni nelle Corti d'appello.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)

Klotz1960

Sab, 14/01/2017 - 17:45

Eh certo, che non ci si azzardi a toccargli i 3 mesi di vacanze.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 14/01/2017 - 17:48

Sta' attento , governo, ché per farti dispetto questi niente niente cominciano a condannare qualche risorsa...ahahah.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 14/01/2017 - 17:51

L'equilibrio tra i tre poteri dello stato é andato a farsi friggere. Il potere giudiziario é egemone sugli altri due, i quali soggiacciono e subiscono impotenti i diktat del primo. Checchenedicano.

steacanessa

Sab, 14/01/2017 - 17:54

questi individui sono la rovina dell'Italia. Urgente legge straordinaria che li mandi tutti a casa e riassunzione post esame psichiatrico ed analisi delle decisioni

Garganella

Sab, 14/01/2017 - 17:57

Se è questo l'andazzo italiano, prossimamente sciopererà anche il governo!

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Sab, 14/01/2017 - 18:02

Se se, chiunque crede sarà benedetto! Amen

silvano45

Sab, 14/01/2017 - 19:49

potere giudiziario è ormai prevalente, insindacabili i loro giudizi e comportamenti e per usare un eufemismo ha reso il potere politico, in gran parte delegittimato da comportamenti non consoni, succube e sottomesso. Ma questo è contrario ai dettami della costituzione e andrebbe sanzionato .....da chi!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 14/01/2017 - 20:15

Ma è normale che gli altri ci declassano.

Popi46

Dom, 15/01/2017 - 07:47

Mani pulite e' stato il grimaldello che,facendo carne di porco dei non allineati, ha permesso ai comunisti di occupare la giustizia, casamatta fondamentale insieme all'istruzione ed all'informazione,per la conquista ed il mantenimento del potere. Sarà molto difficile riuscire a resuscitare uno stato di diritto in Italia.

Popi46

Dom, 15/01/2017 - 07:57

Mani pulite e'stato il grimaldello che, facendo carne di porco dei non allineati (quanti sono stati assolti poi?) ha permesso ai comunisti di occupare una delle casematte del potere politico (assieme ad istruzione ed informazione-propaganda). Sarà molto difficile ripristinare una parvenza di Stato di diritto e democrazia in questo paese.E non siamo messi particolarmente bene.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 15/01/2017 - 07:58

Che succede alle toghe? Non hanno ricevuto l`aumento di stipendio che volevano e magari qualche mese di vacanze in più???

maurizio50

Dom, 15/01/2017 - 09:10

Una cosa è certa in Italia: i Giudici fanno quel che a loro pare e nessuno li ostacola. Non a caso il Ministro della Giustizia deve essere una mezza calzetta, sempre pronto a soddisfare ogni loro desiderio o richiesta; l'attività dell'esecutivo è fortemente indirizzata verso quei provvedimenti che l'ANM suggerisce e pretende; la normativa sempre più confusa e caotica, viene utilizzata al fine di sgravare i Giudici dai compiti che a loro non piacciono (in primis giustizia civile e per il settore penale i reati contro il patrimonio); viene invece privilegiata la giustizia penale inerente ai reati contro la Pubblica Amministrazione, ove i galli dei pollai fan di tutto per balzare agli onori delle cronache. Infine le scelte di fondo della nazione sono indirizzate non dai politici ma dai magistrati. Vedi tutte le vicende della immigrazione selvaggia, voluta e mai contrastata in modo degno dalla Magistratura. C'è poco da dire: viviamo in regime di Dittatura Giudiziaria.!!!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 15/01/2017 - 09:38

A quando una seria riforma della magistratura?? Possibile che i nostri politici siano tutti quanti senza palle o alternativamente con l'armadio pieno di scheletri??

Ritratto di onollov35

onollov35

Dom, 15/01/2017 - 11:20

Riformate a più presto la Magistratura.La politica spetta ai Politici che, dovrebbero fare una legge per eliminare le varie Corporazioni.