Antitrust, multa per Telecom e Wind

L’Antitrust ha comminato a Telecom e Wind una multa, rispettivamente, di 410.000 e 455.000 euro, per aver adottato pratiche commerciali scorrette

L’Antitrust ha comminato a Telecom e Wind una multa, rispettivamente, di 410.000 e 455.000 euro, per aver adottato pratiche commerciali scorrette in occasione della riduzione del periodo di rinnovo delle offerte di telefonia mobile sottoscritte dai propri clienti da 30 a 28 giorni. In particolare, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha accertato la scorrettezza della condotta delle due società consistente nell’aver modificato il periodo di rinnovo, tra l’altro, delle opzioni voce mobili abbinate alla vendita a rate di prodotti (smartphone, tablet ecc.), prevedendo a carico di coloro che avevano esercitato il diritto di recesso l’addebito in un’unica soluzione del saldo delle rate residue. Per quanto riguarda Telecom, la pratica prevedeva anche il pagamento di ulteriori somme nelle ipotesi di passaggio ad altro operatore. Nel caso di Wind, invece, è stata considerata scorretta anche la condotta consistente nell’aver modificato il periodo di rinnovo anche per le opzioni rispetto alle quali era stato applicato uno sconto sul costo di attivazione, richiedendo, in caso di cessazione anticipata, un corrispettivo per il recupero di tale sconto.

Commenti

swiller

Ven, 05/08/2016 - 23:30

Intanto i cittadini sono inc........

aldoroma

Sab, 06/08/2016 - 09:34

e quindi???solo la multa?

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 06/08/2016 - 10:06

Oltre alle multe dovrebbero rimborsare senza fiatare e poi dovrebbe essere loro proibito di aprire nuovi contratti per almeno sei mesi. E' proprio che mi è successo con Telecom prima e con un'altra sociedtà che mi è simpatica e il cui nome inizia per V subito dopo. Con la linea fissa però. Questo pretendere "in caso di cessazione anticipata, un corrispettivo per il recupero dello sconto" (applicato sul costo di attivazione) è una penale di recesso (proibita, se non erro dalla legge Bersani) mascherata. Ho mandato il famoso formulario UG al Corecom che l'ha accettato però c'è da aspettare cinque o sei mesi. Ciò significa che i Corecom regionali sono sommersi. Pazienza, non lascio più passare NULLA. Fra T e V in pochi mesi ho sborsato 400 Euro, una nuova tassa. Ci mancano pure gli operatori telefonici.

blackindustry

Sab, 06/08/2016 - 11:32

Una multa di tale bassissimo importo per delle multinazionali, e' come dire che a De Benedetti lo multano di 5 euro e lasciano continuare a fare i suoi comodi.