Anziani e di destra? Non contate nulla

La lezione di "Repubblica": il popolo da una parte e certe élite dall'altra. Ma la politica non ascolta l'opinione pubblica

Ieri il quotidiano La Repubblica ha pubblicato un interessante sondaggio sulla paura suscitata dagli immigrati negli italiani. In sintesi, il risultato: il 46 per cento si sente in pericolo, dato più alto degli ultimi dieci anni. La preoccupazione affligge chi ha superato i trent'anni, chi ha studiato poco, chi ha votato il centrodestra. Nel 2014, la percentuale di cittadini favorevoli allo ius soli era pari all'ottanta per cento. Nel febbraio 2017 la maggioranza era ancora schiacciante (70 per cento) ma in pochi mesi è crollata al 52. Il consenso è in picchiata.

La frenata negli sbarchi di quest'estate non è stata sufficiente a far cambiare idea a molti cittadini convinti che gli ingressi nel nostro Paese siano troppo numerosi e incontrollati. Gli ingressi, almeno nella percezione comune, sono legati alla criminalità (o al mantenimento dell'ordine pubblico) e alimentano il senso di insicurezza. Potrebbero essere ulteriormente incoraggiati, appunto, dallo ius soli.

Il garbato commento di Ilvo Diamanti a questi numeri lascia spazio a qualche riflessione. Secondo il sociologo, il Parlamento avrebbe rinviato ogni decisione per «paura delle paure» altrui, fatto che rivela la debolezza della politica italiana. Ma cosa dovrebbero fare gli onorevoli scettici? Procedere nonostante i dubbi ascrivibili all'incirca a metà della popolazione? Forse, per una volta, farebbe bene il Parlamento a tenere conto dell'opinione pubblica. Dal sondaggio, emergono divisioni paragonabili a quelle osservate in Gran Bretagna ai tempi della Brexit. Scarsa istruzione ed età tendenzialmente avanzata dalla parte dei «conservatori» che si sentono minacciati. Titolo di studio elevato ed età giovanile dalla parte dei «progressisti» per i quali l'immigrazione è sempre e comunque una risorsa.

Messa in altri termini: il popolo, la classe media, da una parte e certe élite dall'altra. Queste ultime soffrono, da tempo, di uno scollamento dalla realtà, studiato ad esempio da Christopher Lasch nella Rivolta delle élite (Neri Pozza). Le élite sono formate dai gruppi «che controllano il flusso del denaro e dell'informazione, che dirigono le fondazioni filantropiche e le istituzioni di studi superiori, che controllano gli strumenti della produzione culturale e definiscono quindi i termini del dibattito pubblico» (Lasch). Tali gruppi sostengono il multiculturalismo, risiedono nei quartieri centrali delle grandi città e sono inseriti nel mercato globale. Non sempre sono solidali con la comunità in cui vivono. Si sentono cittadini del mondo, innanzi tutto. Purtroppo non hanno idea di cosa accade a tre fermate di metropolitana da casa loro. Per avere informazioni in merito meglio chiedere agli anziani con un basso titolo di studio. Forse la politica dovrebbe ascoltarli.

Commenti

ambrogiomau

Gio, 14/09/2017 - 22:58

non vorrei far girare il consenso a favore dello ius Doli. Ma anche il 52% è una percentuale mostruosa e di quanto gli italiani e specialmente le donnette italiane cattocomuniste siano il tessuto connettivo di un popolo Bue , di un popolo gregge di pecorelle che seguono il cattivo pastore al macello..

Tarantasio

Gio, 14/09/2017 - 23:02

sondaggio volgarmente taroccato da Repubblica, la percentuale è drammaticamente più alta... shit

hornblower

Gio, 14/09/2017 - 23:07

Fiano alle prossime venture elezioni avrà una sorpresa così brutta che sarà costretto a chiedere asilo politico a Trump.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 14/09/2017 - 23:17

Questi sono fuori! Se facciamo un referendum sullo ius soli, il 90% della popolazione NON lo vuole! Solo i politici di sinistra sperano di guadagnare voti, ma il loro scollamento dal paese reale è profondo e insanabile.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/09/2017 - 23:20

I radical chic di sinistra si credono superiori. Pensano che la laurea valga molto. Difatti hanno messo la Fedeli come ministro niente popò di meno che dell'istruzione. Guardate che anche molti di noi di cdx abbiamo la laurea, ma stiamo mantenendo molta gente parassita, altro che contiamo nulla. Se non ci fossimo, chiuderebbero baracca e burattini.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 14/09/2017 - 23:26

...."Si sentono cittadini del mondo, innanzi tutto. Purtroppo non hanno idea di cosa accade a tre fermate di metropolitana da casa loro"... Sta forse parlando di madama sboldrina, del ministro delirio o del premier gentiglioni???

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 14/09/2017 - 23:34

Cioè i cittadini sisono accorti solo ora che non poteva andare bene in Italia....io me ne sono accorto già dai primi sbarchi degli albanesi.

umbertoleoni

Gio, 14/09/2017 - 23:37

per quanto mi riguarda ho tantissimi amici di sinistra miei coetanei e non piu' giovani e per quello che vedo, non contano nulla nemmeno loro. Credo che il problema anziani, in questa democrazia di merxx, sia abbastanza generalizzato: non contano nulla nessuno tranne i fortunati beneficiati delle pensioni retributive (spessissimo pure prepensionati) che vivono tranquillamente nell'agiatezza, con i soldi pagati dalla gente al lavoro e/o dalla fiscalita' ordinaria: credo che sia questo il vero problema degli anziani: e perche' definisco questa democrazia una democrazia di merxx ? Semplicissimo ! Perche' proprio relativamente agli anziani e' riuscita a spaccare la categoria in due : i pensionati ricchi che senza essersi pagati tutti i contributi percepiscono laute pensioni e pensionati poveri i quali non si sono pagati nemmeno loro tutti i contributi, pero' sono alla fame. Come definire una democrazia che permette questi sconci, se non di merxx ?

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 14/09/2017 - 23:39

Tra una pippata e l'altra repubblichella ha dato il peggio di se. Fantastico kompagni! Siete il vero spot per le prossime elezioni: il Presidente Berlusconi dovrebbe far fondere una statua in bronzo per barbapapá e i pennivendoli ai suoi ordini...E.A.

manfredog

Gio, 14/09/2017 - 23:40

..e non basta, purtroppo, non contare nulla; anziani e di destra sono anche pessimi soggetti, da evitare e da additare, senza morale, senza bontà e fondamentalmente ignoranti e malvagi. Rendersi conto, oggi, in che mani siamo potrebbe essere il primo passo per una sana consapevolezza che possa condurre, con i dovuti modi, ad un cambio di 'cultura' (per così dire..) che possa salvare, nel tempo, qualcosa di ancora veramente sano e valido, ma la fiducia in ciò, ogni giorno che passa, si va da me allontanando sempre più. mg.

lorenzovan

Gio, 14/09/2017 - 23:42

il popolo voleva pure il sale di wanna marchi...la cura di bella e quella delle cellule staminali de quell'altro imbroglione...il popolo vuole l'inchino delle statue alle case dei mafiosi...il popolo difende i criminali dall'arresto della polizia...beh spiegatemi di quale popolo stiamo parlando

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 14/09/2017 - 23:42

Siete anziani e di destra? Allora siete commentatori del Giornale!

maria angela gobbi

Gio, 14/09/2017 - 23:46

Sono anziana(84 anni bastano?) di "destra" ma moderata,liberale,ho frequentato il Liceo Classico,poi L'ISEF, mi ritengo sufficientemente colta ,sono contraria a un'immigrazione incontrollata e MALAMENTE sistemata,contraria allo Jus Soli e alla manìa di indicare in Latino il Diritto di cittadinanza,mi preoccupo per l'avvenire non mio,evidentemente,ma per le mie nipotine,visto che la maggioranza degli immigrati è di religione e cultura oppressiva per le donne.Dell'opinione di Repubblica non m'importa niente.

Luigi Farinelli

Gio, 14/09/2017 - 23:58

L'osservazione di Lasch è aderente alla realtà: le élite in pratica FABBRICANO l'opinione pubblica. Giuste quindi credo anche le osservazioni successive: "Tali gruppi sostengono il multiculturalismo, risiedono nei quartieri centrali delle grandi città e sono inseriti nel mercato globale... Non sempre sono solidali con la comunità in cui vivono... Si sentono cittadini del mondo, innanzi tutto." Soprattutto mi sembra notevole la frase: "Purtroppo non hanno idea di cosa accade a tre fermate di metropolitana da casa loro". Eppure, l'industria del plagio mentale li condiziona al punto da ritenersi culturalmente e moralmente superiori. Il che significa che se chi la pensa così sono quelli "con titolo di studio elevato", poveri i nostri figli e nipoti, destinati a divenire galline d'allevamento della futura globalizzazione planetaria.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/09/2017 - 23:59

Vedremo ta pochi mesi al voto, se no ncontiamo nulla. A meno che loro abbiano deciso di imitare Maduro, il regime l'hanno già instaurato.

ccappai

Ven, 15/09/2017 - 00:11

stenderei un velo pietoso sulle dichiarazioni e i commenti di questo articolo. I sondaggi mostrano chiaramente un orientamento sempre più oltranzista e omofobo. La questione è comprendere quali siano i meccanismi che suscitano una paura che non dovrebbe avere riscontro su quanto accade nella società reale. Voi come quotidiano avete una responsabilità enorme nel difendere e sostenere posizioni razziste. Siete gli ultimi che potete fare qualsiasi affermazione degna di questo nome. vi dovreste solo vergognare.

curatola

Ven, 15/09/2017 - 00:38

se non arriva la notma di regolazione e di limitazione dei migranti gli italiani che sono soiti astenersi puniranne i sinistri

seccatissimo

Ven, 15/09/2017 - 00:58

Gli anziani per "incolti" che possano essere hanno certamente molto più buon senso della maggioranza dei meno anziani !

Divoll

Ven, 15/09/2017 - 00:59

52%? Chi ha fatto questi sondaggi, mente, oppure e' andato a farli nelle sezioni del PD. Basta parlare con la gente al lavoro, in negozio, sui mezzi, per strada, per verificare he la schiacciante maggioranza degli italiani - sia di destra che di sinistra, si noti bene - e' contro lo ius soli e gli immigrati tout court.

Divoll

Ven, 15/09/2017 - 01:08

Non e' affatto vero che chi ha una o piu' lauree, elevata cultura, ecc. sia a favore degli immigrati e dello ius soli. Come non e' vero che "progressismo" significhi ingegneria sociale ed etnica. Semmai, l'esatto contrario. I favorevoli, se non hanno interessi economici legati all'immigrazione, hanno solo una visione superficiale del bene (vedono il mondo come vorrebbero, ma non come e' veramente, senza considerare ne' la realta' dei fatti, ne' le conseguenze). Di buoni propositi e' lastricata la via per l'inferno.

clapas

Ven, 15/09/2017 - 01:09

Sondaggi di repubblica? Pattume manipolato. Favorevoli allo ius soli? Gli idioti senza età, di sinistra e leggono preferibilmente la repubblica

pilandi

Ven, 15/09/2017 - 01:33

Non vi abbattete anche i giovani di destra non contano nulla...

Lotus49

Ven, 15/09/2017 - 04:23

Questi anziani rimbambiti sono quelli che quando erano giovani facevano crescere l'Italia con un PIL a 2 cifre. Lauree ne avevano poche, inventiva tanta e voglia di fare ancora di più. Ora che ci sono questi studiatissimi giovanotti l'Italia va solo indietro.

Ritratto di luigin54

luigin54

Ven, 15/09/2017 - 05:48

Stabilisce Repubblica i dati ? a chi hanno chiesto ? non mi risulta che noi Italioti volessimo lo jus soli. Ma comee al solito la voce del FALLITO x eccellenza De Benedetti vuole fare opinione .

ziobeppe1951

Ven, 15/09/2017 - 06:47

Pravda... dall'alto dei tuoi 99 anni..puoi dire ciò che vuoi

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Ven, 15/09/2017 - 07:27

«Chi non è di sinistra da giovane è senza cuore, ma chi non è di destra da vecchio è senza cervello» Winston Churchill

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Ven, 15/09/2017 - 07:39

I giovani bamboccioni di sinistra sono vieppiù marionette manovrate dai sacerdoti del politicamente corretto, zombie alienati con la testa bassa sullo smartphone e dalla socialità virtuale, senza forza di volontà, incapaci di autonomia materiale e spirituale, di pensiero libero, di sano confronto con la realtà quotidiana. Molto meglio i loro padri, che vivono nel mondo reale e riescono a sbarcare il lunario ancorché "ignoranti" secondo gli standards fasulli delle nullità pseudointellettuali che "interpretano" il mondo secondo schemi ideologici falsi e nefasti.

Romolo48

Ven, 15/09/2017 - 07:46

@ pravda99 ...."Siete anziani e di destra? Allora siete commentatori del Giornale!" E tu che ci fai qui? Evidentemente ti senti giovane e di sinistra, allora scrivi du Repubblica. Lì sarai in compagnia dei tuoi simili.

il sorpasso

Ven, 15/09/2017 - 07:57

Non ho mai acquistato Repubblica e mai lo farò!

Giorgio Rubiu

Ven, 15/09/2017 - 08:00

# pravda99 - Allora sei anziano e di destra anche tu!

michettone

Ven, 15/09/2017 - 08:11

Ricordiamoci sempre, che tutto quanto scrive, quel fogliaccio, e' dettato, allo scopo di guadagnare per se ed i suoi giornalai. Fin dal 1986, scrissi gia' tempo fa, avemmo una discussione, piuttosto rasente la querela, da parte nostra nei loro confronti e quelli, si cacarono sotto, scendendo a piu' miti consigli, cospargendosi il capo di cenere, che, comunque, vedo, dopo 30 anni, non e' servita a niente! NON DATE RETTA A REPUBBLICA, saranno sempre e soltanto BUGIE ATROCI.

sibieski

Ven, 15/09/2017 - 08:13

RepubblicA è un giornale letto da fascisti

piazzapulita52

Ven, 15/09/2017 - 08:17

REPUBBLICA? UN GIORNALE BUONO SOLO PER ACCENDERE IL CAMINETTO OPPURE DA USARE PER BISOGNI FISIOLOGICI!

Ritratto di blackwater

blackwater

Ven, 15/09/2017 - 08:26

mi fa sempre ridere questa cosa sinistrese dei giovani "cittadini del mondo" in stile erasmus (spesso chiamato dagli studenti "orgasmus"); tutti cittadini DEL MONDO, salvo poi riaffermare di colpo i ben precisi contorni geografici e di relativa cittadinanza I-TA-LIA-NA tramite lo ius sola.

davidecolpo

Ven, 15/09/2017 - 08:42

Purtroppo, e paradossalmente e' proprio il fatto che ci sono molto anziani con poca cultura che rende il paese una meta' ottima per migranti, che possono essere bene impiegati in quella che ormai e' appunto un'economia da terzo mondo. Come ho sempre sostenuto le persone piu' adatte a vivere nel multiculturalismo e slegate dall'idea di patria, quelle che soffrirebbero meno dell'arrivo di migranti ( mettiamoci poveri ) sono quei giovani, con piu' della semplice laurea, che pero' non trovando piu' nulla in Italia migrano pure loro alla ricerca di qualcosa di migliore. Ho sempre avuto questa visione per il futuro dell'Italia: molti Italiani anziani abbastanza poveri non acculturati e giovani africani del tutto non acculturati, questo e' il disegno dell'Italia dei prossimi 20 anni. E' triste.

accanove

Ven, 15/09/2017 - 09:13

conteranno niente ma sono voti per la destra ,per questo vorrebbero non contassero. Vorrei vedere chi non avesse cambiato idea dopo l'invasione causata dalla suicida politica immigrazione gestita dai governi clandestini sinistrati. Repubblica l'ha presa in quel posto con quella sua uscita "intellettuale" pro ius ed ora cerca la vendetta screditando la enorme massa che si è rivoltata,è tutto tipicamente komunista.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 15/09/2017 - 09:47

"non hanno idea di cosa accade a tre fermate di metropolitana da casa loro"? "Per avere informazioni in merito meglio chiedere agli anziani con un basso titolo di studio. Forse la politica dovrebbe ascoltarli"? Ma cosa dovrebbe ascoltare ancora la politica? E’ finito da un pezzo il suo tempo d’ascolto. Non si può stare in eterno solo ad ascoltare. Bisognerebbe invece aver incominciato a fare da un pezzo. Ma per carità! Lo sanno benissimo quei “signori” dei piani alti ciò che accade a poca distanza da casa loro, “a tre fermate di metropolitana”. Fanno solo finta di nulla, son sordi o al massimo fanno come certi siciliani, non vedono, non sentono e non parlano. Tanto non si tratta di loro e quindi non li riguarda e la loro famiglia non è a rischio.

Tarantasio

Ven, 15/09/2017 - 11:07

fanno una settimana in villaggio vacanza alle Canarie o Maldive e si sentono cittadini del mondo... shit

manfredog

Ven, 15/09/2017 - 12:22

..non siete anziani e di sinistra..!?..allora per voi non c'è speranza, l'unica vostra strada è la pravda, quaranta milioni di morti e nemmeno la possibilità di parlare, cosa che invece gli anziani di destra lasciano fare, anche se si dicono castronerie perpetue. mg.