Apre in Francia la prima "stanza del buco" per drogarsi in sicurezza

La sperimentazione durerà sei anni e permetterà ai tossicodipendenti di fare uso di sostanze stupefacenti sotto la supervisione medica

Si chiamerà "Salle de Shoot", la nuova "stanza del buco" in cui i tossicodipendenti di Parigi potranno iniettarsi droghe pesanti sotto la supervisione di personale medico e in buone condizioni igeniche.

La sperimentazione, che durerà sei anni, prenderà ufficialmente il via in Francia, questo venerdì, nell'ospedale Laiboisière, situato a le Gare du Nord, una delle zone parigine più colpite dal problema della droga e della tossicodipendenza. E prima dell'inaugurazione la nuova struttura verrà visitata dal ministro della sanità Marisol Touraine e dal sindaco della città Anne Hidalgo.

L'iniziativa francese di creare una "stanza del buco", per aumentare le misure di sicurezza di chi fa uso di sostanze stupefacenti, non è l'unica in Europa. Infatti, il progetto ha già riscosso molto successo in alcuni Paesi apripista come Germania, Canada, Australia, Spagna, Lussemburgo, Danimarca, Norvegia, Svizzera e Olanda.

Alla "salle de shoot" parigina, potranno accedere solo individui maggiorenni che si sono procurati da soli la droga, i quali non saranno perseguibili dalla legge.

La struttura, alla quale si potrà accedere da un'entrata separata rispetto a quella principale dell'ospedale resterà aperta tutti i pomeriggi dalle 13.30 alle 20.30 e sarà suddivisa in tre ambienti, una reception, una sala d'attesa e una per consumare la droga. Il personale medico sarà composto da una ventina di persone, tra medici, infermieri, assistenti sociali e agenti.

All'inaugurazione della "stanza del buco" parigina potrebbe presto seguire l'aperutra di una struttura simile anche nell'ospedale civile di Strasburgo e nella città di Bordeaux.

L'iniziativa ha però suscitato non poche polemiche, soprattutto dalla destra pargina e tra i residenti della zona dell'ospedale, preoccupati che così facendo si incoraggi la presenza di spacciatori nel quartiere.

Commenti

gneo58

Mer, 12/10/2016 - 16:55

io gli passere (di stato) anche qualche etto di droga a testa e che se lo facciano tutto di un botto cosi' non ci pensiamo piu'

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 12/10/2016 - 17:44

------è un segno di civiltà-----parola ignota per gneo58

ziobeppe1951

Mer, 12/10/2016 - 22:05

elkid...anche qui ti do ragione (sai a chi si da) ora capisco perché sei una persona così civile...Asta

Alessio2012

Mer, 12/10/2016 - 22:29

Segno di civiltà? Io li prenderei a calci in cul0!