Arezzo, disabile subisce abusi da tre adolescenti armati di bastone

I ragazzini, d’età compresa tra i 15 ed i 17 anni, avrebbero obbligato il 22enne a spogliarsi ed a compiere atti osceni dinanzi a loro mentre, divertiti, immortalavano la scena con gli smartphone. Sarà fondamentale, per far luce sulla torbida vicenda, l’analisi dei contenuti degli apparecchi elettronici, sequestrati dalle autorità

Vergognoso episodio di sopraffazione e bullismo avvenuto a Laterina Pergine Valdarno, in provincia di Arezzo. Hanno minacciato un ragazzo disabile di 22 anni con un bastone, obbligandolo a masturbarsi per deriderlo e filmarlo.

Protagonisti della terribile vicenda, e dunque iscritti nel fascicolo aperto dalla procura del Tribunale dei minori di Firenze, tre ragazzi minorenni, di età compresa tra i 15 ed i 17 anni. Il fatto sarebbe avvenuto qualche mese fa, ma solo da ieri hanno iniziato a diffondersi notizie a riguardo.

Secondo il racconto fornito dalla vittima alla madre, i tre ragazzini lo avrebbero avvicinato nei pressi della piazza del Comune, con l’intento di deriderlo ed approfittarsi della sua condizione. Armati di bastone, lo avrebbero condotto in un angolo più appartato del piazzale, obbligandolo con minacce ad abbassarsi i pantaloni ed a compiere atti osceni. Tutto ciò mentre, divertiti, riprendevano la scena coi loro smartphone per immortalare il momento.

Ovviamente i telefonini, elementi chiave della vicenda, sono stati sottoposti a sequestro dalle autorità, che cercheranno eventuali tracce dei sopra citati filmati. È stata la madre del ragazzo a denunciare quanto il figlio le aveva raccontato ed a far partire le indagini. Il giovane, un 22enne con problemi psichici, è stato ascoltato in audizione protetta, con l’assistenza di uno psichiatra.

Non risultano testimoni esterni alla torbida vicenda, pertanto sarà fondamentale recuperare tutto il contenuto degli smartphone degli adolescenti per far luce su di essa.

Si ipotizza per i ragazzini un’incriminazione per violenza sessuale di gruppo.