Arezzo, uccide il marito con il mattarello e poi tenta il suicidio

La tragedia ieri sera ad Arezzo: a trovare l'uomo senza vita e la donna ancora stordita dai farmaci la figlia 25enne della coppia

Una donna di 58 anni di Arezzo, Clara Sannini, ha ucciso il marito Enzo Canacci, 62 anni, e poi ha tentato il suicidio.

Il delitto sarebbe avvenuto ieri sera intorno alle 23, quando la donna ha ucciso il marito con un mattarello attaccandolo alle spalle e colpendolo sul cranio nella loro casa di Terranuova Bracciolini, nella provincia aretina. Quindi la donna ha tentato il suicidio ingerendo massicce dosi di sonniferi e sededosi sul divano ad aspettare.

A salvarla la figlia di 25 anni, che li ha scoperti una volta rincasata: lui a terra in una pozza di sangue, lei ancora stordita dai medicinali che aveva ingerito per togliersi la vita. Gli uomini dell'ambulanza immediatamente allertata hanno però fatto in tempo a trasportarla all'ospedale, dove è stata tratta in salvo dall'intervento dei medici.

Quindi la Sannini, che lavora come impiegata, è stata arrestata dai carabinieri e condotta nel carcere di Arezzo, dove ha confessato il delitto per cui era fin da subito fortemente indiziata. Sebbene i moventi del delitto non siano ancora noti con certezza, dalle prime ricostruzioni emerge che all'origine del crimine potrebbe esserci stata la condizione di salute di Canacci, vittima anni fa di un ictus che lo costringeva ormai ad essere assistito continuamente a causa di gravi problemi deambulatori.

Commenti

titina

Mar, 26/09/2017 - 11:53

Il marito è riuscito ad ammazzarlo, per lei è solo un tentativo. Poteva darsi la stessa manganellata che ha dato al povero marito

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 26/09/2017 - 13:35

Col cacciavite... e ditela tutta la storia!