Aria al posto del carburante: ecco come difendersi dalle truffe dei benzinai

A Napoli la Guardia di Finanzia ha scovato due distributori che taroccavano il rifornimento. Ecco come funzionavano le furbate dei due benzinai

La Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto e sequestrato due distributori di benzina in centro città perché taroccavano il rifornimento erogato dalle pompe.

Nel primo caso l'operatore infilava una mano in tasca appena estraeva la pistola per rifornire e bloccava, attraverso l'utilizzo di un piccolo telecomando hi-tech, l'erogazione della benzina stessa, mentre il contatore del prezzo, invece continuava ad andare avanti. Inoltre, in una colonnina era presente una minuscola leva che faceva girare a vuoto il totalizzatore del prezzo, addebitando all'ignaro cliente il costo dell'aria e non del carburante.

Nel secondo caso, invece, è stato riscontrato l'utilizzo di "piombi amovibili" utilizzati dai gestori per rimuovere i sigilli senza autorizzazione e manipolare i totalizzatori del prodotto. In questo maniera era possibile "scalare" il contatore dei litri sulla colonnina senza far transitare i corrispondenti quantitativi dinz carburante in contabilità.

I consigli anti-truffa al benzinaio

Ecco, allora, alcuni consigli utili per sventare tentativi di truffa e per fare tutto come si deve, avendo la meglio dei furbetti. Innanzitutto, se si è soliti fare rifornimento sempre allo stesso posto, percorrendo distanze chilometriche più o meno sempre uguali, è bene tenere a mente i consumi della vettura. In secundis, tenere sempre un occhio vigile sul contatore della pompa, così da verificare che litri ed euro scorrano di pari passo e nelle giuste proporzioni. Il tutto, possibilmente, scendendo dall'auto.

Commenti

titina

Ven, 08/02/2019 - 16:51

Mi sembra difficile difendersi, meglio che la polizia chiuda per sempre quei distributori truffaldini, in modo da scoraggiare gli altri.

leo_polemico

Ven, 08/02/2019 - 17:11

Suggerisco anche di utilizzare una calcolatrice per verificare se il prodotto litri, compresi i decimali, moltiplicato il costo unitario al litro corrisponde al totale segnato alla colonnina. I sigilli garantiscono la quantità e non il prezzo totale. Tanti anni fa mi capitò che ad un distributore il destino volle che il pieno corrispondesse esattamente a 19 litri senza decimali: ebbene il totale da pagare segnato era per 20 ed il conto quindi era abbastanza facile da fare. Al mio giusto reclamo l'addetto, dopo aver fatto un inutile giro attorno alla colonnina, mi disse che avevo ragione e mi restituì il costo del litro. Ovvio che persero un cliente anche se lo ero di rado

leo_polemico

Ven, 08/02/2019 - 17:48

Aggiungo ancora un'osservazione: le verifiche dell'uso non truffaldino delle colonnine dei distributori dovrebbero essere fatte dalla Guardia di Finanza all'insaputa dei proprietari e dei gestori, che, se dotati di telecomandi come scritto nell'articolo, possono "farla franca" a spese dei clienti "normali". Si deve applicare severamente e senza sconti quanto scritto nel primo commento, anche a carico delle società petrolifere che certo sono a conoscenza del comportamente disonesto dei loro collaboratori che taroccano le colonnine.

uberalles

Ven, 08/02/2019 - 19:46

A Napoli, eh? E Giggino, Giggino che dice?

simonferraris

Ven, 08/02/2019 - 19:49

Solo a Napoli poteva succedere, Giovinap non dici nulla? Come mai?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 08/02/2019 - 20:25

Io ho sempre fatto la benzina da me, un giorno ci fu un aiutante e volle farlo lui. La casa del mio mezzo dichiarava che il serbatoio conteneva 34 litri compreso la riserva. Alla fine ho pagato per 39 litri immessi (come è possibile), senza contare che dentro il serbatoio poteva contenere ancora un litro. Ho telefonato alla ditta e ho riferito per paura che dopo un controllo avrebbero potuto denunciare me per truffa.

ziobeppe1951

Ven, 08/02/2019 - 20:49

Le belle notizie arrivano sempre da napule

WSINGSING

Ven, 08/02/2019 - 21:07

L'aria nelle tubazioni vi è anche nei contatori del'acqua. Quando vi è una interruzione della fornitura idrica nelle tubazioni si forma necessariamente aria. Quando la erogazione dell'acqua viene ripristinata, l'acqua dei serbatoi inizia a marciare verso i contatori casalinghi spingendo l'aria che si è formata. E quella aria fa girare i contatori fino a che non arriva il giusto flusso di acqua. saluti a tutti!!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 08/02/2019 - 23:44

Si ma solo ad auto rigorosamente con targa e autista padani.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/02/2019 - 00:34

@giovinap - proprio a casa tua?

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 09/02/2019 - 08:57

cari patani vi do alcune notizie che il giornale ha "dimenticato" di darvi:rapina sulle scale di piazza aulenti,20enne preso a calci da tre aggressori per rubargli il cellulare-Spari contro un'auto in via Monte Grappa,colpita una macchina con una coppia a bordo,erano da poco allontanati da un locale della zona in cui lavora lei Erano appena saliti in auto e avevano percorso poche decine di metri-Uomo trovato svenuto in corso Como,grave trauma cranico, è in coma all'alba di sabato, pochi minuti prima delle 6.30, un uomo di trentotto anni è stato ricoverato in coma al niguarda di milano a causa di un grave trauma cranico-cuneo, ammazza una 70enne per rubargli 3,20 euro, poi va al bar e beve una birra.venite a commentare pagliacci!

Giacinto49

Sab, 09/02/2019 - 10:04

Se è per questo, in tempi ormai remoti, un (molto esperto) addetto ai lavori, mi consigliava di fare attenzione anche ai molti scatti del "troppo pieno".

ziobeppe1951

Sab, 09/02/2019 - 10:58

giovinguappo..08.57......a dimostrazione del fatto che queste cose succedono quando piezz e core del tuo villaggio, sono in trasferta

eccomicisono

Sab, 09/02/2019 - 11:17

Come fare noi a difendersi? Ma state scherzando? Siete voi che dovete prima arrestare e poi tenere in galera questi truffatori.

Zizzigo

Sab, 09/02/2019 - 11:18

La truffa agli avventori è nata assieme al commercio... queste storie sono più vecchie dei giacimenti di petrolio.

eccomicisono

Sab, 09/02/2019 - 11:22

Giovinap, apriti un tuo blog, apriti un tuo giornale e riversa li tutto il tuo sapere, ti suggerisco WIKINAP come partenza, invita tutti i tuoi pari ad elucubrare e discernere di massimi sistemi e lasciaci tranquilli nella nostra ignoranza. Grazie

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 09/02/2019 - 11:52

@giovinap, qui si parla solo di truffa, per altro ci vorrebbe pagine intere. Guardati IL Mattino. Io con Napoli ho chiuso da tempo, ma non solo Napoli....e non mi sento traditore.

Massimo Bernieri

Sab, 09/02/2019 - 12:38

Se dalla "pistola" passa carburante si sente il gorgoglio del liquido che dal bocchettone va nel serbatoio.Se passa aria,non si sente nulla o un rumore totalmente diverso da quello abituale.

giottin

Sab, 09/02/2019 - 13:42

L'ho sempre detto: un giorno o l'altro ci faranno pagare anche l'aria, detto fatto ...a Napule!

Silpar

Sab, 09/02/2019 - 14:54

dopo aver guidato da Milano a Napoli, anni e anni fa (nel 70) mi sono fermato a chiedere un indirizzo ed a bere una caffe' in un bar, 3/4 minuti, all'uscita, mi sono trovato la macchina senza i tergicristalli e senza valige,!!! Vedi Napule e po mori!!il giorno dopo ero ritornato a Milano!!! qualche settimana dopo, entrato in banca, ho notato l'impiegato allo sportello con una bella giacca di pelle, uguale alla mia, che era nella valigia rubata, chiesi: ma dove ha comprato quella giacca??? risposta: me l'ha regalata mio fratello quando sono sceso a Napoli per le ferie!!!!!!strano vero??? quella giacca l'avevo comperata in Spagna, in italia non erano in vendita!!!! ciao Jovinap!!!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 09/02/2019 - 19:25

@Massimo Bernieri, ma cosa vogliono sentire se spesso li vedo seduti in auto e magari con la radio accesa. Ora sono tutti signori, come quelli che in autostrada vanno a 150 all'ora, che ogni 10km/h in più l'auto beve sempre di più e spero che non siano quelli che si lamentano che il carburante è caro. Se è caro basta che vada a 110 oppure 120 e beve meno.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 11/02/2019 - 09:16

do-ut-des, so che sei campano(e non napoletano)non ho mai toccato questo "tasto" per mia signorilità! la campania con la tua "epurazione"(per che di quello si tratta)ci ha guadagnato, di che traditore parli? il traditore ha un minimo di amor proprio, di dignità ecc. che tu non hai! chi viene espulso dalle sue origini è 00(zero zero)

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 11/02/2019 - 09:28

silpar-gliaccio, negli anni 70 venni a milano, con la mia mercedes 300 E, mi fermai al rosso di un semaforo(cosa che non fecero i milanesi)e quando scattò il verde, ingranai e diedi gas, l'auto non si mosse, scesi e mi accorsi che mi avevano rubato le 4 ruote, rientrai in macchina e guardandomi i piedi mi accorsi che nello scendere mi avevano rubato le scarpe, cerco una cabina telefonica per chiamare un carro attrezzi, vado per infilare il gettone e a volo un milanese me lo scippa dalle mani, riesco a telefonare arriva un carro attrezzi, mi carica la macchina e scappano; me l'avevano rubata! pagliaccio da dove vieni dalla puglia?