Arrestato Gastone, l'ultras romanista già visto al derby 2004

Nel 2004 disse al capitano della Roma di non giocare il derby. Oggi è stato arrestato per tentato omicidio

Daniele De Santis, l’ultrà della Roma ritenuto responsabile del ferimento di tre tifosi del Napoli avvenuto prima della finale di Coppa Italia, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. De Santis, detto "Gastone", era già noto alle forze dell'ordine e non solo. Perché infatti, comparve in diretta televisiva durante il derby capitolino del marzo 2004. In quell'occasione i telespettatori lo videro parlare col capitano della Roma Francesco Totti a seguito della notizia (falsa e smentita dalla Questura) relativa al fatto che una camionetta della polizia avesse investito e ucciso un bambino fuori dallo stadio. Il derby venne poi sospeso e Gastone, anni dopo fu prosciolto.

Commenti

carlo5

Dom, 04/05/2014 - 14:12

Chiacchiere di tutti ma nessuna azione efficace. Basterebbe copiare alla lettera gli interventi presi dalla Tacher contro i teppisti inglesi ed avremmo degli stadi accettabili. Vedere le autorita' trattare con i teppisti e' vergognoso. Questo non e' lo sport che vogliamo, questa non e' l'Italia che vogliamo. Se invece volessero, in poche settimane avremmo una legge efficace e risolutiva. Copiare per credere.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 04/05/2014 - 14:45

Invece di essere in galera era il tranquillo che vendeva panini, tirava fumogeni e sparava.

Guido_

Dom, 04/05/2014 - 15:37

Un altro che a suo tempo si salvò dalla galera grazie al ex-Cirielli, ossia la legge sulla prescrizione voluta da... chi?

Ritratto di massiga

massiga

Dom, 04/05/2014 - 16:07

Ma questi sono malati mentali. Tutta sta violenza per un gioco col pallone. Magari usassero tutta quell'energia per cose utili.

ben39

Dom, 04/05/2014 - 16:11

Fatto sta che i tifosi romanisti sono tra i peggiori di tutte le tifoserie del calcio internazionale e pensare che quando ero ragazzetto andavo allo stadio Olimpico a vedere la Roma; dopo i fischi alla salma di Andreotti i romanisiti hanno fatto vedere la loro vera faccia e ieri la conferma...

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 04/05/2014 - 17:22

....Alfano deve dimettersi all'istante....devono costruire altre prigioni altro che il condono....le pene devono essere severe e devono scontarsi x intero senza permessi,bonus o quant'altro semplice sarebbe...ed ogni giorno i carcerati a sistemare il territorio ialino con picconi,badili ecc. ecc.....

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 04/05/2014 - 17:46

PERCHE' CERTI DELINQUENTI SONO SEMPRE LIBERI DI FARE QUELLO CHE VOGLIONO.

piantagrassa

Dom, 04/05/2014 - 18:11

E poi i cittadini dovrebbero rispettare lo Stato che tratta con mafiosi ultras che inneggiano la libertà di assassini???? Col cavolo che vado a votare...

Ritratto di pulicit

pulicit

Dom, 04/05/2014 - 18:12

Rispecchia esattamente l'Italia attuale.Regards

killkoms

Dom, 04/05/2014 - 20:44

@guido,i togati potevano pure mobilitare la corte feriale,come hanno fatto per silvio!meglio quel togato,denunciato pubblicamente da crocetta quando era ancora sindaco,che fece prescrivere una condanna ad un mafioso,non depositando dopo anni le motivazioni della medesima?

torrestelli

Dom, 04/05/2014 - 21:09

La Cirielli c'entra poco. A decidere la prescrizione è il magistrato, come dimostra la celerità di alcune cause rispetto ad altre. Senza contare l'accanimento, degno di miglior causa, dimostrato verso alcuni (dal tossico senza protettori al politico inviso o all'imprenditore capitato nel gorgo mediatico-giudiziario) per i quali il carcere preventivo è reiterato a iosa, mentre per altri scattano improvvisamente tutte le garanzie possibili e immaginabili. Sino a quando le teste sotto il tocco sono "tocche", c'è poco da sperare...