Arrestato Paolo Macchiarini, chirurgo dei trapianti di trachea

Accusato di tentata truffa e tentata concussione, il chirurgo è stato il primo a riuscire in un trapianto di trachea

Paolo Macchiarini in una foto d'archivio

Il professor Paolo Macchiarini, super chirurgo specializzato in trapianti alla trachea, attualmente all'ospedale di Careggi è stato arrestato. Nell'equipe che portò al termine il primo trapianto di trachea al mondo (leggi l'articolo), avvenuto a Barcellona nel 2008, Macchiarini è stato portato via da sei uomini in borghese. È accusato di concussione e di una serie di tentate truffe aggravate.

Secondo la misura cautelare emersa dal gip, Macchiarini è destinato ai domiciliari, che sconterà nella sua casa di Viareggio. Il medico si trovava in sala operatoria fin dal mattino. Prima di essere portato via, gli agenti hanno atteso che terminasse un intervento.

Per anni all'estero, dove è riuscita a costruirsi un curriculum professionale che facilmente lo pone tra i medici più esperti nel suo campo, Macchiarini è coinvolto in un'inchiesta legata a fatti avvenuti nel 2010. L'episodio di tentata concussione si riferisce alla situazione di un paziente in condizioni disperate. Dopo che aveva subito sei interventi, il chirurgo gli avrebbe assicurato di poterlo operare, ma soltanto in Inghilterra e al costo di 130mila euro.

La tentata truffa è invece relativa ad alcuni episodi in cui aveva proposto interventi "in regime libero-professionale", ovvero non nelle strutture pubbliche, che riteneva inadeguate o in alternativa avrebbero portato a lunghi tempi di attesa. La secondi tesi è stata smentita dall'ospedale di Careggi, che avrebbe permesso gli interventi in tempi accettabili.

Commenti

eglanthyne

Gio, 27/09/2012 - 17:35

Non è possibile , non ci credo !

elalca

Gio, 27/09/2012 - 17:37

io auguro al GIP di avere ragione e di avere fatto le cose per bene. il prof. Macchiarini opera e salva un sacco di gente e tenerlo fuori dalla sala operatoria, per capriccio (come sta capitando ora) potrebbe significare la condanna per parecchie persone. Spero solamente che non sia il solito gip in cerca di visibilità e fama........

Raoul Pontalti

Gio, 27/09/2012 - 17:43

Ma non si salva più nessuno...O tempora o mores...

cgf

Gio, 27/09/2012 - 17:44

poi se sarà un bluff non conta nulla, nessun avrà colpa e/o pagherà per questo, solo Pantalone (NOI) dovremmo risarcire..

Ritratto di iostoconsilvio

iostoconsilvio

Gio, 27/09/2012 - 18:00

Mi sembra la stessa identica boiata che a suo tempo fu perpetrata ai danni del povero Prof. Marcelletti, il più grande cardiochirurgo della storia... A distanza di 3 anni dal suo suicidio ci sono ancora tantissimi pazienti che lo piangono... Che Dio lo abbia in gloria...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 27/09/2012 - 21:41

#Raoul Pontalti. Caro confratello, purtroppo è proprio così. Non sempre scienza ed onestà vanno a braccetto. Anche nella mia modesta esperienza in ambito ligure ho, putroppo, dovuto constatare che l'ingordigia fa spesso premio sull'onorabilità, sino allora presunta, di una carriera scientificamente ineccepibile.

Ritratto di balonid

balonid

Ven, 28/09/2012 - 00:34

@iostoconsilvio. Attenzione, io ho dormito nello studio di Marcelletti ad Amsterdam, quando non era nessuno. Ero in sala operatoria con lui a Palermo quando oso' tentare la separazione delle gemelle peruviane. Il successo lo ha letteralmente trasformato, il successo gli ha fatto perdere letteralmente la testa. Macchiarini ha perso la testa prima ancora di aver avuto successo.Pensi un po'.

Sabrina80

Ven, 28/09/2012 - 08:11

Rimango basita!!!ho avuto l'onore e la fortuna di aver conosciuto il prof. Macchiarini che operandomi 3 mesi fa ha risolto il mio grave problema da vero professionista e persona di cuore senza alcun compenso...non smetteró mai di ringraziarlo perchè oggi ha distanza di un anno posso condurre una vita normale occupandomi delle mie bambine senza l'aiuto dei miei cari. mi viene difficile pensare che abbia potuto commettere un reato così grave non ci credo...auguro al prof. Macchiarini tutto il bene di questo mondo e un grande in bocca al lupo tutto si risolverà perchè lui non è la persona insensibile descritta dal gip...

chiaralesta

Mer, 03/10/2012 - 17:23

Come dice Sabrina80, chi ha avuto esperienza diretta sa bene che il prof. Macchiarini è assolutamente l' opposto di come viene descritto. Sono un medico, l'ho consultato decine di volte per casi di pazienti con patologie gravi e rare: mi ha sempre aiutato a gestire i problemi in loco finché possibile, spendendo il suo tempo senza riserve. E i pazienti che gli ho mandato sono stati trattati tutti con estrema cortesia, sincera partecipazione per i loro problemi e senza alcun tentativo di speculazione economica. Anzi, si è sempre preoccupato di aiutarli a ottenere i rimborsi dal SSN quando era costretto farli andare all'estero e in alcuni casi ha anche pagato di tasca sua alcune spese. Testimonianza diretta dei miei pazienti.

chiaralesta

Mer, 03/10/2012 - 17:35

Dimenticavo: su facebook c'è un gruppo di solidarietà per il prof. Macchiarini (basta cercare Macchiarini nel cerca persone di FB; lui non ha account ma si trova un gruppo targato con un cuore spezzato). Se andate lì troverete testimonianze firmate e altra documentazione. E a balonid rispondo: conosco Macchiarini da 18 anni, e il successo (che è arrivato ormai 4 anni fa, ed è superiore a quello di Marcelletti che credo fosse famoso solo in Italia o in Europa) non lo ha assolutamente cambiato, a parte il fatto che nell'ultimo anno è meno disponibile a fare quattro chiacchiere o a rispondere alle mail non urgenti perché troppo impegnato. Quando al telefono, in ottobre 2009, mi ha detto che era stato nominato Honorary Professor al London University College (e me l'ha detto solo perché avendo lasciato l'Univarsità di Barcellona il suo nuovo indirizzo mail era quello inglese) gli ho detto solo "Sono contenta!". Dopo aver scoperto che l' UCL era la quarta università nel ranking mondiale per medicina gli ho mandato un sms di scuse per non aver manifestato più entusismo. E lui "Mi hai conosciuto da piccolo: sai che non faccio caso a queste cose!". Con mille impegni, continua a dare il suo numero di cellulare ai pazienti e a richiamare se non ha potuto rispondere.