Arrestato per rapina l'uomo che accusò Bossetti per l'omicidio

​Busatta era tornato in libertà ma dopo qualche mese era stato nuovamente arrestato per essere scappato dalla comunità di recupero nella quale si trovava

Sei persone sono state arrestate dai carabinieri di Verolanuova e sono accusate di aver messo a segno almeno 21 rapine nel nord Italia, tra Mantova, Brescia e Bergamo. Si tratta di un gruppo di italiani del quale fa parte anche Loredano Busatta, l’ex compagno di cella di Massimo Bossetti che raccontò presunte confidenze dello stesso Bossetti in relazione all’omicidio di Yara Gambirasio.

Busatta era tornato in libertà ma dopo qualche mese era stato nuovamente arrestato per essere scappato dalla comunità di recupero nella quale si trovava. A Busatta è stata quindi recapitata in carcere la nuova ordinanza di custodia cautelare per le rapine commesse tra la fine del 2011 e ottobre 2014. Intanto Massimo Bossetti Bossetti deve rimanere in carcere perchè "esiste ancora il rischio di reiterazione del reato". Lo ha sottolineato il sostituto procuratore generale della Cassazione, Giuseppe Corasaniti nella sua requisitoria, appena conclusa, davanti alla I Sezione penale della Suprema Corte. I legali di Bossetti hanno invece chiesto la scarcerazione del loro assistito che è sotto processo innanzi alla Corte d’Assise di Bergamo.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 09/07/2015 - 16:04

I ricorsi alla Cassazione dei legali dello pseudo-Bossetti alla stregua del famoso "giumbotto" del "Drive In". Ricordate? "Se non lo dici a tuo cugino, ti regalo un bel giumbotto"..."e con questo fanno otto!".