Arrestato lo stalker della sindaca di Casalserugo. Da tre anni la perseguitava

Per tre anni ha perseguitato il sindaco con messaggi hard e minacce. Ora lo stalker è stato messo ai domiciliari

Tre anni di incubo in cui il sindaco di Casalserugo, Elisa Venturini, è stata molestata con lettere, mail e foto hard. Ora, però, la 39enne può finalmente tirare un respiro di sollievo. Il suo stalker, Lorenzo Franceschi, è stato infatti messo ai domiciliari in attesa che vengano presi dei provvedimenti per atti persecutori. Come riporta Il Resto del Carlino, l'uomo, un 50enne di Monestier (Treviso) è sotto indagine per atti persecutori e all'interno della sua abitazione sono stati sequestrati diversi oggetti, tra cui un computer, una chiavetta usb e del materiale informatico. Secondo quanto riportato da Mattino Padova, l'uomo era armato e in casa aveva una pistola. Il sindaco ha raccontato al quotidiano quello che ha provato durante questi tre anni. "Ho capito cosa significa essere vittima di attenzioni non desiderate. Quando queste storie si sentono in tv, quando si ascoltano i dibattiti su questo argomento, non si capisce cosa significa". La donna aveva sempre più paura e ha iniziato a temere per la sua sicurezza: "Alcuni messaggi erano deliranti e non si capiva il senso. Altri mettevano proprio paura. Ricordo la foto di Dracula. Poi ad un certo punto ho smesso di aprire quella roba. Ogni volta che ricevevo una lettera, un pacco lo consegnavo direttamente in Questura".

Commenti

Martinico

Mer, 16/05/2018 - 19:15

Pazzesco che ci vogliono 3 lunghi anni per tentare di mettere un ostacolo a chi ti perseguita. Follia del diritto ad una vita serena.

adal46

Gio, 17/05/2018 - 08:55

Basta copiare ciò che si fa in questi casi 2-300 km più a nord, dove l'accertamento-arresto avviene in 10 giorni anzichè 1000. E poi i krukki sono antipatici...