Arrestato per violenza sessuale finisce ai domiciliari: tra le vittime una minorenne

Un 45enne del quartiere napoletano di Secondigliano è accusato di violenza sessuale aggravata. Due le vittime nel Napoletano, abusate in momenti differenti.

Fingendo di essere rimasto vittima di un incidente stradale con la sua moto, le costringeva a fermarsi e le palpava. Due episodi differenti verificatisi nel Napoletano, uno a luglio, l'altro a ottobre del 2017. Identico il modus operandi adottato da un uomo per avvinghiare le donne che puntava. A farne le spese due ragazze, di cui una ha solo 16 anni. Le loro denunce hanno permesso di avviare le indagini, a cui hanno lavorato i carabinieri della tenenza di Sant’Antimo, coordinati dalla Procura della Repubblica di Napoli nord.

Le ragazze, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, nel momento in cui si erano fermate per prestare soccorso a colui che si sarebbe poi rivelato uno stupratore, si ritrovavano con le sue mani sulle parti intime ed erano obbligate a toccare le sue. Costrette a compiere degli atti sessuali. Al termine dell’attività investigativa, i militari dell’Arma hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare agli arrestati domiciliari nei confronti di un uomo di 45 anni del quartiere napoletano di Secondigliano. È accusato di violenza sessuale aggravata.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 13/02/2018 - 16:13

Ai domiciliari...mah.