Arresto per stupro a ragazza disabile di 16 anni

Caricò in auto minore con handicap cognitivo. Decisi domiciliari. La violenza in luogo appartato in campagna

Orrore in Abruzzo. Un muratore di 45 anni di origini albanesi è stato posto agli arresti domicialiari con l'accusa di violenza sessuale. L'uomo, un muratore, residente ad Altino è stato posto in stato di arresto dal gip di Lanciano. Secondo il pm, Rosaria Vecchi, lo scorso autunno, l'uomo avrebbe caricato in auto la ragazza, affetta da un pesante handicap cognitivo, e l'avrebbe stuprata in un luogo appartato. Solo qualche settimana fa a Torino una ragazza disabile era stata stuprata per 30 ore da tre extracomunitari. I Tre africani sono stati arrestati dalla polizia di Torino per avere sequestrato e violentato la ragazza con problemi psichici.

La giovane era scomparsa per 30 ore il 27 maggio dopo essere uscita da casa per andare a scuola. Era stata ritrovata da un familiare vicino a casa, e aveva raccontato di avere subito violenza da tre uomini di colore. Storie analoghe quella di Torino e quella di Altino. Uomini senza scrupoli che ascoltano il lato oscuro della loro personalità. Approfittandosi così di chi non può difendersi e nemmeno chiedere aiuto.

Commenti

Maver

Lun, 27/07/2015 - 20:28

Non fermiamoci alle vittime, pensiamo che l'infame gesto distrugge anche le famiglie di costoro. Dobbiamo chiedere alla politica qual'è il prezzo che ha pronosticato per un'integrazione che è solo un'illusioni, dove il popolo (la gente) pare divenuta soggetto di sperimentazione di folli utopie ideologiche. Perché non si vuole ascoltare l'analisi razionale dell'antropologia che in quanto scienza ha parecchio da insegnarci in merito ai rapporti fra le civiltà, scevra da pericolosi romanticismi di sessantottina memoria. Penso a Ida Magli che pure non nasce a Destra.