Arriva Golia: freddo, neve e nubifragi

Tornano pioggia e neve in montagna. L’anticiclone che ha dominato l’ultima decade di gennaio ha ceduto al maltempo. Questa è la prima perturbazione in ingresso dal Nord Europa che porterà giù la colonnina di mercurio e soprattutto porterà precipitazioni cariche di pioggia e neve da Nord a Sud del Paese, specialmente a Est e sulla costa adriatica

Tornano pioggia e neve in montagna. L’anticiclone che ha dominato l’ultima decade di gennaio ha ceduto al maltempo. Questa è la prima perturbazione in ingresso dal Nord Europa che porterà giù la colonnina di mercurio e soprattutto porterà precipitazioni cariche di pioggia e neve da Nord a Sud del Paese, specialmente a Est e sulla costa adriatica.

Sarà soltanto l’inizio perché il prossimo weekend, sabato 6 e 7 di febbraio, il maltempo sarà più intenso per colpa della perturbazione ribattezzata col nome evocativo di Golia. In questo secondo affondo invernale le nevicate saranno copiose sulle Alpi e sulla dorsale appenninica al di sopra dei 1.000 metri, ma arriveranno anche nubifragi soprattutto su Liguria e alta Toscana. Gli accumuli di neve saranno abbondanti a settentrione: fino a 150 centimetri sopra i 1500/1600 metri. Attenzione ai venti fortissimi di Libeccio che accompagneranno pioggia e neve.

Nel corso del mese di febbraio il tempo sarà più variabile rispetto alle settimane di dicembre e gennaio, anche se le temperature risulteranno sempre al di sopra delle medie stagionali. Con una certa probabilità il maltempo durerà ancora per le settimane successive, alcuni sistemi nuvolosi atlantici porteranno instabilità eprecipitazioni abbondanti, anche se le temperature dovrebbero risultare ancora miti.