Arriva dalla Russia un "cannone" in grado di creare la pioggia

Le società che fanno parte dell'azienda che ha brevettato il dispositivo hanno già sviluppato prodotti in grado di modificare il clima, come razzi anti-grandine e sistemi anti-valanghe

Si chiama Rostec ed è una società statale russa che ha dichiarato di aver sviluppato una nuova tecnica "d'induzione della pioggia" e prevede a breve d'iniziare la produzione di massa di un nuovo dispositivo. "La tecnica - ha detto l'azienda partecipata in un comunicato stampa ripreso dall'agenzia di stampa russa Tass - si basa sull'uso di sostanze contenenti ioduro d'argento: una cartuccia caricata con questa sostanza viene sparata su una nuvola da un aereo e il fronte di pioggia si forma entro un intervallo di 30 minuti".

Secondo la Rostec, la tecnica è stata testata con successo alla fine di luglio 2017 per "provocare precipitazioni nelle aree colpite dagli incendi boschivi". Il "cannone crea-pioggia" è stato realizzato in collaborazione con l'Istituto di Ricerca di Chimica Applicata. Le società che fanno parte della galassia Rostec, d'altra parte, hanno già sviluppato prodotti in grado di modificare il clima, come i razzi Alazan anti-grandine e i sistemi anti-valanghe Nuris.

"Una nuvola può avere fino a diverse dozzine di tonnellate d'acqua, ma la pioggia non cade sempre dove è necessario", prosegue il comunicato stampa diffuso dall'azienda. "Ora abbiamo imparato a controllare questo processo. In termini di applicazioni pratiche questa tecnica può essere usata per estinguere gli incendi". Ma non solo. "Le tecniche d'induzione della pioggia possono essere inoltre dalle compagnie agricole per irrigare aree colpite dalla siccità", ha dichiarato Artyom Muranov, direttore marketing dell'Istituto di Ricerca di Chimica Applicata.

Commenti
Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 11/08/2017 - 21:48

Novità straordinaria per la Russia, ma negli Stati Uniti questo sistema è utilizzato dagli anni sessanta.

seccatissimo

Sab, 12/08/2017 - 01:23

Se il procedimento funziona e non ha effetti collaterali negativi, allora ben venga anche in Italia !