Asia Argento alla marcia delle donne: "Giornalisti, vergognatevi"

Asia Argento urla ai giornalisti: "Andate via, fate gossip sui nostri stupri". Migliaia di persone in piazza a Roma per il corteo "Non una di meno"

"Avete fatto gossip sui nostri stupri, vergognatevi". Asia Argento sfila a Roma nel corteo "Non una di meno" organizzato in occasione della giornata per i diritti delle donne e se la prende con i giornalisti.

"Andate via. Non fate nulla per le donne. Non vogliamo parlare con voi", ha urlato l'attrice, "Lasciate che queste donne possano esprimersi. Io sono qui per le donne e voglio marciare con loro. Non siamo allo zoo. Mi volete lanciare anche le noccioline?".

Il corteo è partito da piazza Vittorio Emanuele a Roma. In testa al corteo Asia Argento - tra le prime accusatrici del produttore statunitense Harvey Weinstein -, Rose Mcgowan e Miriana Trevisan. "È stato finalmente rotto il silenzio in tutto il mondo", ha detto la Trevisan poco prima dell'inizio della manifestazione, "Non ci sono più confini ed è tutto inclusivo. Mi raccomando teniamo la testa alta e andiamo avanti".

Oggi in oltre 70 Paesi di tutto il mondo le donne stanno manifestando per le vie delle città.

Commenti

wrights

Gio, 08/03/2018 - 22:20

La solita "Aria fritta". Chiara, non vorrai mica costruire la tua carriera sugli stupri?

valerie1972

Gio, 08/03/2018 - 22:41

'Non ci sono più confini', dicono le fantocce dell'Impero, o meglio il disco col messaggio registrato che gli optimates dell'Impero hanno messo nelle loro bocche. 'E' tutto inclusivo', il mondo sta moltiplicando all'infinito fame, disoccupazione e sfruttamento, ma possiamo cambiare sesso e metterci le dita nel naso o nelle chiappe, vuoi mettere la soddisfazione! 'Testa alta e andiamo avanti', c'è un bellissimo precipizio inclusivo che non aspetta che noi, #youtoo

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 09/03/2018 - 00:02

Prenditela con chi fa gli stupri, non con chi li vuole condannare. Da komunista, inverte indebitamente sempre i soggetti. E' nel loro dna.

seccatissimo

Ven, 09/03/2018 - 02:07

Cretinate, cretinate e solo cretinate !

amicomuffo

Ven, 09/03/2018 - 05:44

E' veramente triste vedere le donne manipolate da queste pseudo persone che fanno credere chissà che cosa. Sono come le pecore in cui la capobranco le fà cadere in un burrone come la storia di Gargantua e Pantagruel. Loro, le leader avranno, sempre una voce in capitolo, la donna comune purtroppo no, come si dice:" passata la festa gabbato lo santo" perchè esse torneranno alla vita quotidiana fatta, molte volte, di tristezza e solitudine. Se l'uomo è stato educato, come nel mio caso, a rispettare la donna ( e qui le madri, donne anch'esse,dovrebbero avere un ruolo basilare per questo), queste non hanno niente da temere ed è questo è stato segreto del mio affiatamento con mia moglie che dura ormai da 30 anni tra matrimonio e fidanzamento.Il rispetto reciproco è imprescindibile, la festa delle donna deve essere tutti i giorni, non solo l'8 Marzo, le manifestazioni e gli slogan, lasciano (specialmente di questi tempi), il tempo che trovano.

pisopepe

Ven, 09/03/2018 - 08:33

MA NON SI VERGOGNA??? UNA POCO DI BUONO E' FEMMINISTA IMPOSSIBILE!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 09/03/2018 - 08:35

perchè non vanno a rompere le scatole nei night Club, alla sera quando ci sono migliaia di donne che fanno le lapdance attaccate al palo molto succinte? Fifa eh?

schiacciarayban

Ven, 09/03/2018 - 09:16

Poveretta... non ha altro modo di far parlare di sè.