Cinque anni ai gestori dell'asilo lager di Roma

I titolari del nido al Pigneto finirono in manette per i maltrattamenti di 17 bambini

Le manette erano scattate a giugno dello scorso anno, quando Silvia ed Eligio Scalas, gestori di un nido nella zona romana del Pigneto, erano stati arrestati per l'asilo privo di autorizzazioni che mandavano avanti e nel quale infliggevano tremende punizioni ai bambini.

Ora gli Scalas sono stati condannati a cinque anni di reclusione per il trattamento di diciassette bambini, ritenuti colpevoli di avere insultato e preso a schiaffi i piccoli, il più piccolo dei quali aveva otto mesi, mentre il più grande aveva tre anni.

"Brutta, non lo vedi quanto sei brutta", "negro", "mongoloide, frocio". Queste le parole che i due rivolgevano ai bambini, ma anche insulti a sfondo sessuale, senza contare come fossero costretti a trascorrere le ore dello svago in condizioni igieniche estremamente precarie.

Il tutto era stato ripreso dalle telecamere nascoste piazzate dagli agenti della Polaria di Fiumicino. Nelle immagini anche un cane che scorrazzava liberamente tra i bambini e la cui cuccia era all'interno dell'asilo. La stessa dove i proprietari lanciavano i piccoli con noncuranza.

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 17/01/2018 - 16:13

Non si può scrivere cosa gli andrebbe fatto.

petrustorino

Mer, 17/01/2018 - 16:27

scommetto che fra 3 mesi saranno già liberi.. e poi i danni morali ai bambini???????????????