Assenteismo di gruppo a Reggio Calabria: arrestati 17 dipendenti comunali

In tutto sono stati denunciati 78 dipendenti comunali. Un impiegato timbrava per tutti. L'operazione "Torno Subito" ha smascherato la truffa

La Guardia di finanza ha arrestato 17 impiegati del Comune di Reggio Calabria per assenteismo. In più occasioni e in concorso tra loro, si sarebbero resi responsabili del reato di truffa ai danni del Comune di Reggio Calabria, secondo un sistema ben collaudato e oliato basato su favori reciproci e continui scambi dei badge personali. Altri 78 dipendenti sono stati denunciati per lo stesso reato.

Questi i nomi degli arrestati: Paolo Di Blasi, Natale Ateneo, Beniamino Arco, Giovanni Raffaele Cutrupi, Consolato Erbi, Manuela Crisalli, Domenico Squillace, Antonino Pellicanò, Roberto Quartullo, Paolo Campolo, Pietro Errigo, Rosanna Trimboli, Cataldo Iozzi, Saverio Foti, Giuseppe Scopelliti, Carmelo Frega e Giuseppe Criserà.

L’indagine, denominata "Torno Subito" , si basa su oltre un mese di riprese video e appostamenti che colgono sul fatto le cattive abitudini dei dipendenti. I lavoratori riuscivano ad assentarsi indisturbati anche per diverse ore al giorno dal luogo di lavoro, eludendo così il controllo elettronico del lettore installato all'ingresso di Palazzo San Giorgio, sede del Comune. Su un orario giornaliero di 6 ore di servizio, i dipendenti coinvolti si assentavano anche per la metà del tempo. Molti impiegati, è emerso ancora dall’indagine, arrivavano in ufficio la mattina con oltre 2 o 3 ore di ritardo, senza neanche dover timbrare: un collega, infatti, lo aveva già fatto per loro. Ovviamente, neanche a dirlo, più tardi i "ritardatari" ricambiavano il favore all’uscita.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 09/04/2013 - 11:24

Bene, ed ora rimpiazziamo questi 78 personaggi con gente che vuole lavorare veramente.

mar75

Mar, 09/04/2013 - 11:25

Dateci dentro con i luoghi comuni.... blues188, non deluderci!

fcf

Mar, 09/04/2013 - 11:30

E noi continuiamo a mantenerli ! cacciateli insieme con i loro superiori gerarchici che NON potevano non sapere della truffa, Oppure facevano le stesse cose nel solito silenzio omertoso del meridione.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 09/04/2013 - 11:35

Scoperte dell'acqua calda per quanto riguarda il pubblico impiego.Benvenuta la crisi economica se serve, almeno, ad evocare un po' di quel rigore sino ad oggi tacciato di marca fascista dagli irriducibili dei sindacati.

malinconico

Mar, 09/04/2013 - 11:37

Adriano Attina': Non ci posso credere!

isolafelice

Mar, 09/04/2013 - 11:38

Tutti a casa subito. E indennizzare il Comune del danno arrecato ai cittadini. Non è possibile essere assenteisti ed approffittare di un buon lavoro per sole 6 ore al giorno, stipendio garantito , ferie, mutua ecc. ecc. Io sono lavoratore autonomo e vi giuro che se me lo proponessero mollo la partita iva e mi faccio assumere in Comune al posto di quei lazzaroni e vi garantisco che, con i ritmi cui sono abituato, riuscirei a svolgere il lavoro di almeno due di loro.

malinconico

Mar, 09/04/2013 - 11:40

mar75: luoghi comuni?

blues188

Mar, 09/04/2013 - 11:45

Ma dai, ci sarà un equivoco, un terribile errore, una forte incomprensione! Non è possibile credere che al Sud, fucina di lavoro serio, operoso e produttivo, capiti una cosa simile. Laggiù hanno tutti, ma proprio tutti, una enorme incontenibile voglia di lavorare. Sicuramente l'articolista si è sbagliato.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 09/04/2013 - 11:53

Il povero Brunetta aveva provato a metterli in riga, ma è diventato subito un "Energumeno tascabile" Vota comunista che vai bene!

Ritratto di mistereaster

mistereaster

Mar, 09/04/2013 - 11:58

sarebbe molto semplice... appena entrati li si chiude dentro all'ufficio a chiave... e la porta si riapre dopo le otto, non sei , otto ore di lavoro... chi arriva in ritardo a casa senza paga..

Ritratto di mistereaster

mistereaster

Mar, 09/04/2013 - 12:00

ovviamente lo dicevo solo per gli STATALI ... perchè nel privato queste cose non succedono.. verresti subito licenziato

blues188

Mar, 09/04/2013 - 12:01

mar75, si si luoghi comuni. Esatto. Ora può anche farsi tornare la fame e andare a fare merenda. Intanto noi ci chiediamo come può accadere che dal Sud salgano notizie quotidiane come queste. Guarda un po' la vita com'è fatta, neh?

KAKTUS_MIMMO

Mar, 09/04/2013 - 12:03

..bene, assistiamo ogni giorno ad una vera e propria vergogna. Ma una sola domanda: il Dirigente o Capo Ufficio non si è mai accorto di nulla? Possiamo chiederglielo? E poi, possiamo mandarlo a casa!

Ritratto di mirosky

mirosky

Mar, 09/04/2013 - 12:08

di questi 78 nessuno verra punito. gli cambieranno ruolo e reparto e potranno continuare come hanno sempre fatto.. tanto domani nessuno si preoccuperà più di loro e delle punizioni che si meritano (licenziamento)

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 09/04/2013 - 12:15

blues188 concordo devo però dire che lega o non lega al nord si è invasi come non mai di extracomunitari che stanno pure "bergamo" nei prontosoccorsi a fare i "medici" e senza che si capisca una mazza quando parlano

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 09/04/2013 - 12:38

c'e' gente che per un posto di lavoro sarebbe disposta a tutto e questi ci sputano sopra. sono immorali , incivili , indegni di vivere in una societa' civile. dobrebbero metterli in mezzo ad un corteo di persone che hanno perso il lavoro e lasciarli al loro destino. vergognatevi falliti !!!!!! voi e chi vi difende

igiulp

Mar, 09/04/2013 - 12:44

Finalmente si fanno nomi e cognomi. A chi è del nord poco importa ma a casa loro si spera che qualcuno prenda nota e indaghi su come questi gran lavoratori sono arrivati in comune.

blues188

Mar, 09/04/2013 - 12:46

rapax, vero, siamo 'circondati' di extracomunitari. Ma crede che li abbiamo voluti noi? A tutti i costi?

igiulp

Mar, 09/04/2013 - 12:46

Piccola correzione al titolo. In tutto sono 95 di cui 17 arrestati e altri 78 denunciati.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 09/04/2013 - 13:02

da 1 a 5 anni questa è la Favolosa pena che si potrebbero prendere Viva l'Italia e forse il licenziamento dico forse

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 09/04/2013 - 13:13

@mar 75 saranno luoghi comuni ma queste cose succedono troppo spesso,sarà casuale ????????????????????????

sailor61

Mar, 09/04/2013 - 13:15

vi racconto come finira': tra due o tre mesi il giudice si accorgera' che il timbro lineare della caserma dei CC o della GDF non e' perfettamente al centro della pagina e annullera' tutti i provvedimenti, sia di arresto che di denuncia. A questo punto la triplice piu' annessi cespugli sindacali fara' immediatamente ricorso al giudice del lavoro per mobbing o comportamento vessatorio verso indifesi e poveri impiegati comunali. Il giudice prontamente accogliera' l'istanza e i lavoratori verranno prima indennizzati per le ingiuste vgessazioni, ricollocati in servizio con ricostruzione della carriera e incastonamento a vita fino alla pensione senza che nessuno possa mai piu' dire o solo pensare niente contro di loro! Questo secondo voi e' un punto di onore per i sindacati o e' solo il senso e il punto massimo del degrado delle nostre strutture pubbliche?

guidode.zolt

Mar, 09/04/2013 - 13:25

Non hanno potuto arrestarli perchè...assenti!

Roberto Casnati

Mar, 09/04/2013 - 13:59

Mi dite dov'è la notizia? Tutto il mondo sa che, non solo in Calabria, i pubblici dipendenti sono assenteisti cronici e professionisti di false invalidità e malattie! Che mi dite dei 10.000(diecimila) forestali che volevano fare il colpo di stato con Borgese e che, con la scusa di vigilare sulle foreste, non li trovi mai da nessuna parte perchè hanno il doppio se non il triplo lavoro?

laghee100

Mar, 09/04/2013 - 15:04

il problema è che ai nostri giorni, non in queste proporzioni, anche al nord fatti di quetso genere non sono l'eccezione !

maurizio50

Mar, 09/04/2013 - 16:33

Altri lettori han messo il dito nella piaga: chi tollera l'assenteismo, ovviamente dei dipendenti pubblici, sono i responsabili degli uffici che, o sono spesso loro medesimi fior di assenteisti, o, quando non lo sono, temono le rivolte sindacali, atteso che i Sindacati proteggono sempre i fannulloni. Ci sono centinaia di esempi a riguardo dal Nord a Sud:dal 1970 in poi la macchina statale si è ,per così dire,"terronizzata",essendosi diffusa ovunque l'abitudine dello scansare il lavoro , in mancanza di rigorose sanzioni per gli assenteisti.Tant'è che a fronte di impiegati seri e scrupolosi di origine del Sud Italia, emergono molto spesso impiegati del Nord che sono degli emeriti scansafatiche, pronti solo ad approfittare di ogni occasione nascosta nelle pieghe dei regolamenti per evitare di lavorare.Basta andare a vedere nella Scuola, nei Tribunali, nelle Pubbliche Amministrazioni.Complici di questo sconcio i giudici, per i quali , non sussistono mai gli estremi per il licenziamento di chi indebitamente percepisce uno stipendio senza lavorare.

Carboni oreste

Mar, 09/04/2013 - 16:35

X tutti coloro che fanno blocco sui luoghi comuni. Sono sardo,pertanto del sud. X 28 anni ho lavorato sotto lo stato,pertanto posso avere voce in capitolo. Vogliamo iniziare dal lontano 1976? Dove l'impiegato con la barba(Ambrogio,milanese doc)allo sportello delle segreterie,con fare assonnato,faceva segno di passare all'altro sportello. Fu promosso vice capo dei Sevizi Generali. E mica finisce qui col barbuto milanese. Scoprii che,durante il servizio andava a pescare,con tanto di stivaloni,le trote nelle cave che pullulano il milanese. Cambiando ufficio,chi mi ritrovo come segretario amministrativo facente funzione. La vacca di Tradate,che si vantava di essere stata a pranzo e poi in albergo,col nordista Direttore amministrativo. E poi,cambiando ancora ufficio che ti trovo? Il bergamasco,i 4 brianzoli ed una con madre russa che amava disprezzare i terroni. Impossibile per me accendere le macchine,in quanto fastidiose e non potevano chiacchierare in santa pace col cap'ufficio pavese(assunto in quanto figlio di sindacalista) Per pranzo? Mentre io timbravo regolarmente e nel caso recuperavo,questi ,prima pranzavano,poi passavano al primo orologio e timbravano l'uscita e dopo una bella passeggiata nei limitrofi giardini,timbravano il rientro per poi fare il pisolino. E ne avrei tante da dire,ma lo spazio concessomi non basterebbe.

gardadue

Mar, 09/04/2013 - 16:47

mar75 più che un luogo comune mi sembra che sia la normalità per chi lavora da statale dalle tue parti comunque tranquillo nessuno farà niente a nessuno il magna magna li fa comodo a tutti in primis ai loro referenti politici che non badano a spese (coi nostri soldi (vedi nord)) per nutrire il proprio elettorato (paghi 10 lavora uno)

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mar, 09/04/2013 - 16:51

Per la direzione: vi siete accaniti contro di me, ho scritto un commento alle 15,59 e non l'avete scritto, ho scritto un commento sull'articolo Appalti pubblici e non l'avete scritto. Qual'è il motivo? Datemi almeno una risposta.

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Mar, 09/04/2013 - 17:23

La cosa più assordante in queste vicende sempre più frequenti è il silenzio dei sindacati! Forse stanno pensando al modo di difendere anche questi indifendibili. Come nel loro costume.

Seawolf1

Mar, 09/04/2013 - 17:27

Era ora! Speriamo sia solo l'inizio. Da Licenziare e sostituire con giovani disoccupati.

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 09/04/2013 - 18:04

Anche a questi " lavoratori " e ai sindacati che li difendono a prescindere dobbiamo questa crisi economica.Non basta la galera,cacciateli subito insieme ai loro protettori e assumete chi non trufferà lo Stato,Ma non 78,sono troppo,basterebbero la metà.

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mar, 09/04/2013 - 18:06

per maurocnd 17,23: permettimi di riscrivere il messaggio che hai mandato perchè è importantissimo e nessuno ci fa caso "La cosa più assordante in queste vicende sempre più frequenti è il silenzio dei sindacati! Forse stanno pensando al modo di difendere anche questi indifendibili. Come nel loro costume" Bravo! Hai scritto un commento azzeccato.

BaroneRosso

Mar, 09/04/2013 - 18:48

X MISTEREASTER lei si sbaglia di grosso questi lavoratori impiegati chiamiamoli cosi se no i sindacati si offendono e gridano al linciaggio morale e gente che inconsapevolmente ha sbagliato va perdonata purtroppo chi non ha mai sbagliato nella propià vita figurarsi se qualche giudice non li perdona sono padri e madri di famiglia PER QUANTO RIGUARDA DI CHIUDERLI IN UFFICIO A CHIAVI.sta gentaglia manco ci arriva negli uffici perchè la timbratura si trova al'entrata del comune figurarsi se fanno le scale per andare a LAVORARE.vera e propia truffa ai danni dello stato e cioè noi cittadini onesti.

alberto.rossattini

Mar, 09/04/2013 - 18:57

C'è poco da commentare; mettere in 1° pagina il nome e cognome con relativa foto di questa gentaglia; licenziamento in tronco senza liquidazione e richiesta danni da parte del comune. Quale è il problema?

blues188

Mar, 09/04/2013 - 19:01

Carboni Oreste. vediamo come lei ci insegna la buona creanza: Ambrogio ha la barba. Terribile. Poi abbiamo una vacca. Di Tradate. 1 bergamasco e 4 brianzoli. Poi una che aveva una madre russa. Ohi ohi.. E che ce l'aveva coi terroni. Ovvio che l deve aver sognato di notte, non può avere notato nulla dei terroni. mah. Poi un perdere tempo e far lavorare il nostro Oreste. Ma lui non si chiede l'unica cosa che avrebbe dovuto: cosa ci faceva al Nord? Perché aveva trovato lavoro grazie a leggi fatte appositamente per il Sudde che tolgono lavoro ai locali per darli agli efficientissimi sudisti che se non li leghi fanno tutto il lavoro in due minuti? Oreste, ma non ti vergogni? Spiegaci quante persone del Nord lavorano al Sud. Senza barare, possibilmente. Io dico ZERO. e tu??

swiller

Mar, 09/04/2013 - 20:18

Licenziamento in tronco e recuperare il maltolto.

Nosinistri

Mar, 09/04/2013 - 20:18

Gli imprenditori faticano e si ammazzano..i dipendenti pubblici rubano e si divertono..direi che l'articolo sintetizza alla perfezione perchè questo paese non riesce a svilupparsi (PS: i dipendenti pubblici votano kommunista perché devono mantentre i proopri privilegi..tipo il fatto che non possono essere licenziati..tra l'altro qualcuno mi può spiegare perchè? Grazie

BUBUCCIONE

Mar, 09/04/2013 - 20:35

Tranquilli Signori E' TUTTO FUMO!!! Come già accaduto in passato (p.e. leggasi SEA di Malpensa e ferrovieri di Genova), questi LAVORATORI non rischiano il licenziamento in quanto per i sindacati (leggi CGIL) sono lavoratori che hanno commesso una infrazione al contratto di lavoro NON GRAVE!!!! Essendo lavoratori del PUBBLICO IMPIEGO verranno sospesi per qualche settimana e poi reintegrati alle loro precedenti mansioni; tutto questo alla FACCIAZZA di quei poveri disoccupati esistenti oggi nel BEL PAESE!!!!! (ovviamente: c’era una volta il bel paese).

vince50

Mar, 09/04/2013 - 20:39

Visto e considerato che non saranno ne licenziati ne tantomeno pagheranno il dovuto,inutile fare commenti.Naturalmente se dovessero essere messi di fronte alle proprie responsabilità,interverranno i sindacati a proteggerli e in questo modo avranno 78 voti assicurati(ma probabilmente li hanno già avuti).

giottin

Mar, 09/04/2013 - 20:52

Diciassette dipendenti comunali arrestati a Reggio Calabria, però!! Adesso ci facciano anche sapere se i 10/12.000, quanti sono, forestali sono tutti a guardia della loro pianta!!!!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 10/04/2013 - 06:41

Questi non sono evasori fiscali ? Licenziateli subito e mettete al loro posto gente che ha voglia di lavorare.

Albaba19

Mer, 10/04/2013 - 06:53

Semplice, a asa subito con restituzione del maltolto e licenziamento in tronco del loro dirigente. Vedremo....per me verranno solo tasferiti cosi da ricrearsi una nuova immegine. Schifo solo schifo

Ritratto di indi

indi

Mer, 10/04/2013 - 08:31

Vanno tutti licenziati, compreso i loro superiori. Abbiamo così tanti disoccupati in ITALIA che possono sostituirli!

angelomaria

Mer, 10/04/2013 - 17:01

era ora che si prendessero provvedimenti la paura e'che si fermino li