Assolto, Moggi non diffamò Facchetti

L’ex dg della Juventus era imputato per diffamazione aggravata dopo una querela sporta dal figlio di Facchetti

Il tribunale di Milano ha assolto Luciano Moggi dall’accusa di aver diffamato l’ex presidente dell’Inter Giacinto Facchetti (morto nel 2006). Il processo si era subito trasformato in una sorta di riedizione in tono minore del caso Calciopoli.

La sentenza, emessa dal giudice della quarta sezione penale Oscar Magi, ha stabilito che il fatto non costituisce reato. L’ex direttore generale della Juventus in un’intervista alla trasmissione tv "Notti magiche" del 23 ottobre 2010, rivolgendosi all’ex capitano dell’Inter Javier Zanetti, aveva sostenuto che nell’inchiesta napoletana "Calciopoli" sarebbero emerse "le telefonate del tuo ex presidente che riguardano le griglie e la richiesta a un arbitro di vincere la partita di Coppa Italia con il Cagliari e l’arbitro era Bertini". Il processo era nato da una querela del figlio di Facchetti, Gianfelice.

Il pm Ramondini aveva chiesto una condanna a 10 mila euro di multa, parlando del "sistema Moggi" accertato dalla Cassazione e di una strategia difensiva mediatica per coinvolgere anche Facchetti "in una sorta di così fan tutti". Anche oggi nel corso delle repliche il pm ha spiegato che "il sistema Moggi ha tradito e minato alle fondamenta l’essenza del calcio e non è possibile attribuire a persone terze la realizzazione di questo sistema".

Nel corso del dibattimento avevano sfilato come testi Massimo Moratti, Javier Zanetti, l’ex designatore degli arbitri Pierluigi Pairetto, l’ex arbitro Massimo De Santis ed altri. A febbraio, inoltre, in aula c’era stata una stretta di mano tra Moggi e Moratti, chiamato a testimoniare. Dopo poco su Twitter l’ex dg bianconero aveva scritto: "Mi sono lavato subito le mani".

"Finalmente ho avuto giustizia", ha commentato Moggi, come riferito dal suo avvocato Maurilio Prioreschi. L’ex dg della Juventus non era presente in aula. Il difensore ha spiegato che l’assoluzione è arrivata perché il suo assistito "ha riferito un fatto vero e in modo oggettivo".

Commenti

Cormi

Mer, 15/07/2015 - 14:03

Aveva perfettamente ragione Moggi e non ha mai voluto infangare la figura di Facchetti, il quale non aveva fatto altro che quello che era comune fra tutte le squadre e gli arbitri e sopratutto quanto gli era stato chiesto da moratti. l'incapacità di saper vincere dell'inter di moratti ha fatto si che quest'ultimo con la complicita del suo socio ex telecom trochetti provera, complotasse ai danni delle altre squadre e se non fosse andato tutto in prescrizione (grazie all'ex dirigente dell'inter e presidente figc di quel periodo) ora l'inter sarebbe in serie C!!!

Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 15/07/2015 - 15:30

In base a questa sentenza e' ovvio che I fatti siano accaduti piu di 10 anni fa. Orbene all'inter dovrebbero essere tolto gli ulmi 10 trofei. Coppa campioni, coppa Italia campionati e via dicendoed ovviamente dovrebbe ricominciare dai campionati aziendali> Maurizio

giovauriem

Mer, 15/07/2015 - 15:30

negli ultimi 50 anni in italia è stato condannato solo Berlusconi, tutti gli altri sono stati assolti , sarà un caso ?