Assume Viagra preso online, finisce in rianimazione

Tragedia sfiorata nel salernitano, dove un 57enne ha subito uno scompenso cardiaco dovuto all'ingestione di una pasticca acquistata online come sostitutivo del Viagra.

Ingerisce una pastiglia di (presunto) Viagra acquistato su internet, un 57enne salernitano ora è in rianimazione in ospedale. È accaduto a Eboli, in provincia di Salerno, dove l’uomo si trova ancora a lottare per la vita dopo aver assunto il farmaco comprato online.

Tutto è iniziato un paio di giorni fa quando l’uomo s’è recato in pronto soccorso. Per puro caso. Aveva infatti accompagnato una sua parente ma una volta in ospedale, nell’attesa dei medici, ha accusato un malore. I sanitari, che l’hanno immediatamente soccorso, si sono accorti che la sua era una situazione grave e, valutata la storia clinica del paziente che non aveva mai avuto problemi di natura cardiaca, hanno intuito che quanto stava accadendo poteva essere dovuto a cause esterne.

Trasferito dalla struttura di Battipaglia, dove si trovava al momento dell’attacco, a quella di Eboli, è stato sottoposto alle analisi che hanno rivelato che lo scompenso era stato causato dall’assunzione di un farmaco poco sicuro. E hanno scoperto - come riporta Il Mattino - che il 57enne aveva assunto una pillola pubblicizzata come economico ed efficace surrogato del Viagra, incautamente acquistato su canali web.

Il paziente, tuttora ricoverato, resta in rianimazione. La prognosi sul caso rimane riservata.

I siti che offrono in vendita i farmaci più famosi per curare la disfunzione erettile (eppure utilizzati spesso come semplici coadiuvanti dell’erezione) sono numerosissimi. L’offerta, come il listino, è variegatissima. Si va dai siti che mettono in vendita pillole a 71 centesimi l’una (per il generico “sostitutivo” del Viagra) fino a 5 euro e rotti per chi invece non riesce a fare a meno del “brand”, passando addirittura per soluzioni intermedie, messe in vendita come “professional”, a poco più di due euro alla pillola.