"Auguri, presidente". Dal Cilento cittadinanza onoraria al Cav

L'iniziativa del sindaco di Santa Marina, piccolo comune sul golfo di Policastro: "Offrirle le chiavi della città era il sogno mio e di mio padre"

Auguri, presidente: per gli ottanta anni di Silvio Berlusconi, un paese del Cilento ha regalato all’ex premier le chiavi della città. L’iniziativa è partita dal sindaco della cittadina cilentana che ha offerto a Berlusconi la cittadinanza onoraria di Santa Marina, centro che conta poco più di 3mila abitanti adagiato sul golfo di Policastro, in provincia di Salerno.

A presentare il regalo è stato Giovanni Fortunato, ex consigliere regionale della Campania e attualmente “ritornato” a fare il sindaco della sua città, che in un’intervista a una web tv ha ricordato a Berlusconi la sua promessa: "Colgo l’occasione di comunicarle - ha spiegato il primo cittadino rivolgendosi direttamente al leader di Forza Italia - che la mia comunità ha deciso di consegnarle le chiavi della città come già decidemmo e stabilimmo in una manifestazione di Forza Italia nel 2014. Lei promise di venire qui se avessimo ottenuto almeno il 40% dei voti. Quella soglia promessa è stata raggiunta e sono diventato sindaco con circa il 70% dei consensi". E infine ha concluso: "Il suo sogno liberale, che è stato mio e di mio padre, qui è una realtà. Era un desiderio di mio padre quello di offrirle le chiavi della nostra città e la mia comunità gliene fa dono in occasione del suo compleanno. Auguri, presidente: cento di questi giorni".

Il regalo va ad aggiungere un’altra chiave al già folto mazzo custodito dall’ex premier che Sky nel 2010 ha definito come il cittadino onorario più ambito d'Italia. Negli anni, Silvio Berlusconi è stato insignito della cittadinanza onoraria di diversi comuni italiani, da Casoria nel napoletano fino a Lucca e Portobubbolé in provincia di Treviso, passando per la sarda Olbia.