Australia, padre abusa della figlia 13enne: "Colpa della separazione"

L'uomo è stato condannato a tredici anni e mezzo di carcere per dieci capi d'imputazione

Un padre ha abusato per tre anni della figlia 13enne perché in cerca di conforto dopo la separazione dalla moglie.

Le violenze sessuali perpetrate dal 44enne sulla ragazzina avvenivano in una casa di Kununurra, in Australia, come riportato i media locali. L'uomo, di cui non sono state rese note le generalità, è stato condannato a tredici anni e mezzo di carcere con dieci capi d'imputazione, tra cui abusi sessuali e possesso di materiale pedopornografico.

"Colpa della separazione"

La relazione tra i genitori della ragazza era finita nel 2013 e, dopo essere rimasto a vivere solo in casa con la figlia, il 44enne ha iniziato ad abusare di lei. La polizia è venuta a conoscenza del fatto grazie a una segnalazione anonima a seguito della quale ha fatto irruzione nell'appartamento. Quando sono entrati in casa, gli agenti hanno trovato l'uomo a letto con la ragazzina. Inoltre, nell'abitazione sono stati trovati anche dei filmati degli abusi sessuali sulla figlia.

Commenti

Yossi0

Mar, 08/08/2017 - 09:38

A quanto sembra è sempre colpa di qualcun ' altro o di qualcos'altro mai del maiale che ha commesso il fattaccio.

alifac

Mar, 08/08/2017 - 10:47

13 anni e mezzo di carcere?! ...con tutti i coccodrilli e squali che ci sono in Australia...